Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 1229 del 10.11.2016

Vaccinazioni: dove si leva il nostro sguardo?

M.V. Anno X - Nr 1229 del 10.11.2016

Simone Caramel (Presidente SISBQ) intervista il Dr. Sergio Stagnaro (medico e ricercatore) per conoscere il suo parere relativamente ad un argomento che continua a far discutere: i vaccini.

Simone Caramel e Sergio Stagnaro

Dottor Stagnaro, cosa ne pensa di tutto il polverone che si è sollevato recentemente sul tema delle vaccinazioni?

 

Se qualsivoglia persona si mettesse ad osservare un paesaggio da una piana, il suo orizzonte sarebbe limitato alle prime barriere incontrate dal protendersi degli occhi, siano esse naturali o artificiali. Il suo sguardo non andrebbe molto lontano, non potrebbe mai abbracciare larghe estese, come quelle che si potrebbero contemplare dalla cima di un monte o di una collina. Anticamente si costruivano le torri di avvistamento nella città dove si stava di guardia per avvistare eventuali nemici in avvicinamento, scorgendoli già da lontano, in modo tale da preparare per tempo le adeguate difese.

 

L’attuale generale approccio sulle vaccinazioni è simile a chi sta su una piana: gli orizzonti di questi sguardi sono inevitabilmente limitati da confutabili statistiche, conoscenze precarie, limitate, non completamente aggiornate dalle Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche e dai dipendenti Reale Rischi Congeniti, con tutto ciò che offre al Medico la Semeiotica Biofisica Quantistica, che, passati sessant'anni dal suo inizio come Rivalutazione della Percussione Ascoltata, vanta parecchie pubblicazioni su peer-reviews internazionali, decine delle quali sono Medline.

 

Quali sono le barriere che incontra, in questo campo, chi si trova sulla pianura?

 

Nella fattispecie, il primo muro che si incontra è la statistica. Le statistiche non sono la verità: sono sempre falsificabili, opinabili, confutabili, frutto di un modo di fare scienza riduzionistico, obsoleto, nel quale l’essere umano, nella sua singolarità, unicità, complessità e dignità non esiste, bensì tutto è numero. Sono numeri che non danno alcuna certezza, basati sul calcolo delle probabilità, sul “tutto fa brodo”, sugli studi in doppio cieco senza tenere conto delle Costituzioni e Reali Rischi Congeniti sopra ricordati. Non c’è spazio nella statistica anche per la “Single Patient Based Medicine” (SPBM o Medicina Basata sulla Singola Persona”), bensì solo ed unicamente per la “Evidence Based Medicine” (EBM o “Medicina Basata sull’Evidenza”). Quest’ultima non è sbagliata, ma va migliorata, integrata, completata con la SPBM: così com’è, essa è insufficiente, inadeguata, piena di lacune. Un’evidenza clinica rafforza quanto appena affermato: secondo la EBM tutti gli individui dovrebbero iniziare la prevenzione del cancro polmonare, modificando la dieta, etimologicamente intesa, e prima di tutto evitando il fumo di sigaretta. Gli apologeti della EBM ignorano però l'esistenza del Terreno Oncologico e del dipendente Reale Rischio Congenito di cancro polmonare, diagnosticabile dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminabile con una non costosa Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante.

 

Si capisce che uno sguardo limitato dalla statistica, che l'assolutizza, è uno sguardo modesto, con un orizzonte piccolo, perciò quello che vede si trasmuta in interpretazioni, significati e conclusioni magari apparentemente interessanti, plausibili, giuste, ma indiscutibilmente minuscole, chiuse, riduttive, circoscritte agli orizzonti medesimi che si è esso stesso creato.

Altra grande barriera è la superbia: la superbia fa l’uomo piccolo, specie l’uomo di scienza, che al contrario dovrebbe essere umile, aperto soprattutto al dialogo, sempre con lo sguardo proteso verso la novità e la ricerca della verità ultima delle cose che sono state create. Si capisce che il superbo è incapace di alzare lo sguardo e cercare nuovi e sempre più ampi orizzonti, perché è rigido, chiuso in se stesso e nei propri ambiti, ha occhi spenti, semichiusi, vecchi, consumati dal tempo. I suoi occhi sono tenebrosi, non vi è luce, bensì essi sono avvolti e schiavi dell’oscurità degli idoli a cui egli rende conto.

Il vero scienziato ha occhi sempre nuovi, sempre aperti e pieni di luce: egli è libero, umile, continuamente si rinnova ed aggiorna. Senza questi presupposti non ci può essere vera scienza ed onesta ricerca.

Altre barriere sono quelle già implicitamente menzionate: l’idolatria e la schiavitù del denaro, dell’ambizione, del successo, del potere, delle posizioni di rendita. Ci può essere vera scienza se non c’è libertà da queste cose?

 

Se invece si sta seduti sul monte, cosa si vede?

 

Dalla cima della montagna si possono scrutare ben più ampi orizzonti, non ci sono più le barriere artificiali, ed i nostri occhi possono incontrarsi tutt’al più con qualche altra cima in lontananza.

Nella fattispecie si può vedere, ad esempio, che ogni essere umano, come detto prima, è una creatura meravigliosa nella sua unicità e complessità, che merita molta più attenzione e cura di quelle finora ricevute. Non siamo nati tutti uguali, nemmeno i topi.

 

Secondo quanto offerto dalla Semeiotica Biofisica Quantistica, ogni persona riceve a partire dal concepimento, una ben precisa dotazione genetica dai genitori. In particolare, a livello di DNA mitocondriale, questa trasmissione avviene attraverso l'ereditarietà materna, che generalmente presenta qualche alterazione. Queste disfunzioni genetiche mitocondriali danno origine a quella particolare citopatia funzionale da me definita nel 1980 Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica (ICAEM), base delle Costituzioni Semeiotico-Biofisiche e dei relativi Reali Rischi Congeniti delle più gravi patologie degenerative come ogni forma di cancro solido e liquido, il diabete mellito tipo 2, le patologie cardiovascolari e quelle neuro-degenerative.

Chi sta sulla pianura non vede, o non vuole vedere, questo nuovo orizzonte: l’ignoranza involontaria, ma soprattutto quella voluta (perché chi di dovere lo sa, è stato da me informato innumerevoli volte nell’arco degli ultimi decenni: vedi links delle fonti) è un’altra grande barriera al progresso umano. L’ignoranza è quella barriera che impedisce di salire il sentiero che conduce alla vetta del monte.

 

Qual è il valore aggiunto di questi nuovi orizzonti che si possono scrutare con la Semeiotica Biofisica Quantistica?

 

Se si unisse alla diagnostica tradizionale la facile, rapida, e pratica diagnosi clinica delle Costituzioni e Reali Rischi Congeniti SBQ di ogni singolo individuo, si compirebbe un balzo meraviglioso verso la cima della montagna, perché in questo modo si potrebbe finalmente iniziare la migliore prevenzione, sia primaria che pre-primaria, efficace e soprattutto razionalmente mirata, cioè arruolando soltanto soggetti a Reale Rischio Congenito di quella patologia.

 

La prevenzione mirata e non indiscriminata, non generalizzata come se tutte le persone fossero costituzionalmente uguali, è uno sguardo dal monte, su ampi orizzonti, che va oltre ogni barriera imposta da logiche di guadagno e di profitto. I sistemi sanitari nazionali ne trarrebbero sicuramente benefici facilmente intuibili sia per il notevole risparmio sulla spesa pubblica, che per il miglioramento della salute centrato sulla singola persona (ad esempio, sulla popolazione preventivamente selezionata con la diagnosi preventiva), dove andrebbero concentrate tutte le attenzioni dei sanitari. Così facendo, le risorse sarebbero impiegate mirabilmente in modo certamente più efficiente ed efficace.

 

Ci può fare qualche esempio pratico..

 

Nel New England Journal of Medicine scrivo, a proposito della relazione tra il virus ZKV e la sindrome di Guillain-Barré, che non tutti gli individui con ZKV contraggono questa sindrome. Come conseguenza, dobbiamo ammettere che il suddetto virus deve essere pensato come un fattore ambientale di rischio piuttosto che una causa della malattia, che favorisce l’evoluzione di un sotteso Reale Rischio di sindrome di Guillain-Barré. Questo accade per numerose patologie concernenti il sistema nervoso. La distinzione tra cause prime e fattori di rischio ambientali è fondamentale per comprendere la patogenesi di numerose sindromi di natura genetica. I fattori di rischio favoriscono, ma non causano la patologia, che dunque non sorge in mancanza della relativa predisposizione genetica, alias Costituzioni e Reali Rischi Congeniti. Analoghe conclusioni si possono trarre, per fare un altro esempio, riguardo alla relazione tra il virus HPV (papilloma virus) ed il cancro cervicale.

 

Nel British Journal of Medicine ho recentemente sottolineato l’importanza della Single Patient Based Medicine per la prevenzione primaria SBQ delle più gravi patologie, come quelle di natura oncologica.

Tutta la questione si riassume e dipende sempre da un paio di domande fondamentali che pongo a me stesso e a tutti gli uomini e donne di buona volontà: Quali sono i nostri orizzonti? Da dove e verso dove si leva il nostro sguardo?

 

Rabindranath Tagore così, poeticamente, rispondeva:

 

Non abbandonarti, tienti stretto,
e vincerai.
Vedo che la notte se ne va:
coraggio, non aver paura.
Guarda, sul fronte dell'oriente
di tra l'intrico della foresta
si è levata la stella del mattino.
Coraggio, non aver paura.

Son figli della notte, che del buio battono le strade
la disperazione, la pigrizia, il dubbio:
sono fuori d'ogni certezza, non son figli
dell'aurora.
Corri, vieni fuori;
guarda, leva lo sguardo in alto,
il cielo s'è fatto chiaro.
Coraggio, non aver più paura.”

 

Fonti

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2015/11/10/il-non-detto-da-dire-sulle-vaccinazioni-il-punto-di-vista-della-semeiotica-biofisica-quantistica/



https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/07/27/il-non-detto-da-dire-sulle-vaccinazioni-mail-alle-autorita-competenti/



https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/09/28/il-non-detto-da-dire-sulla-relazione-vacciniautismo-chi-ha-paura-dei-reali-rischi-congeniti/

 

Stagnaro Sergio. Fundamental Bias About Relation HPV and Cervical Cancer. BMJ, J Epidemiol Community Health, (3 March 2009). http://jech.highwire.org/content/62/7/570/reply

 

http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1605564#t=comments
Stagnaro
Comment Title: Guillain–Barré syndrome Inherited Real Risk?
Comment:
The Authors emphasise the relation between ZIKV and Guillain–Barré syndrome. However, not all individuals involved by ZIKV are affected also by Guillain–Barré syndrome. As a consequnce, we have to admit that ZIK virus, as a risk environmental factor, rather than cause, acts above an Inherited Real Risk of Guillain–Barré syndrome, in a similar way to what happens in a flurry of degenerative diseases of the nervous system (1-3).

 

1) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7 [Medline]
2) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. "Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio's Sign". Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf
3) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. 5th Annual World Congress Neotalk, Nijang, China, http://www.bitlifesciences.com/neurotalk2014/prog

 

http://www.bmj.com/content/355/bmj.i5643/rapid-responses
Re: The BMJ Awards: celebrating excellence



To be efficient and inexpensive to the NHS, Health Care, corresponding to Single Patient Based Medicine, must be managed by doctors who are able to recognize at the bedside all Constitution-Dependent, Inherited Real Risks involving the examined subject. As a result, the clinical diagnostic process is facilitated, unnecessary and costly investigations (for example, research of cancer bio-markers in individuals negative for Oncological Terrain) are avoided and expenditure on drugs is lowered (and whose efficiency is better monitored).
21 October 2016
21 October 2016
Sergio Stagnaro
Director
Caramel Simone, and Marchionni Marco
Quantum Biophysical Semeiotic Research Laboratory
Via Easmo Piaggio 23/8, 16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy
Sergio Stagnaro (@Rivalevante)

 

nella foto: Simone Caramel e Sergio Stagnaro.

 


Leggi le altre notizie

Buona Pasqua

[M.V. Anno X - Nr 1483 del 18.04.2019 | Editoriali]

Villa Liz di Varese ottiene il ''Guest Review Award 2018'' e passa al punteggio di 9,7.

[M.V. Anno X - Nr 1482 del 10.04.2019 | Gossip e personaggi]

Morena Bronzetti, nominata da Air Italy Vice President Sales and Distribution.

[M.V. Anno X - Nr 1482 del 10.04.2019 | Carriere]

''Il Giovane Picasso'', nelle sale cinematografiche il 6, 7 e 8 Maggio.

[M.V. Anno X - Nr 1482 del 10.04.2019 | Cinema]

Ultime notizie da Airbus

[M.V. Anno X - Nr 1481 del 09.04.2019 | Aziende]

GRUPPO TECNOCASA: SUPERATE LE 3.200 AGENZIE.

[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019 | Carriere]

Gaga Sinphony Orchestra, a Milano, Teatro Dal Verme, 14 maggio 2019.

[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019 | News Italia]

A Pasqua in Est Europa con Estland.

[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019 | Tour operator]

72 aziende vinicole sarde al Vinitaly di Verona dal 7 al 10 Aprile

[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019 | News Italia]

DISCOVER OMAN (MINITOUR E DESERTO) 2019

[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019 | Tour operator]

Turismo fluviale, numeri in crescita per questa originale formula di vacanza.

[M.V. Anno X - Nr 1478 del 28.03.2019 | Tour operator]

Discesa Internazionale del Tevere, dal 25 Aprile al 1 Maggio dall’Umbria a Roma.

[M.V. Anno X - Nr 1478 del 28.03.2019 | Associazioni]

Trevi, nel cuore dell'Umbria, invita tutti per un Pic&Nic il 27 e 28 Aprile.

[M.V. Anno X - Nr 1478 del 28.03.2019 | Enti del turismo]

Sono gli aerei nuovi più sicuri di quelli vecchi?

[M.V. Anno X - Nr 1477 del 23.03.2019 | News Mondo]
Pubblicit