Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 1267 del 17.02.2017

I CERVI DELL’AEROPORTO DI CHARLOTTE.

M.V. Anno X - Nr 1267 del 17.02.2017

Chi ritenesse che i volatili siano l’unico pericolo “animale” per la sicurezza del volo, evidentemente non è al corrente di cosa accade con insolita frequenza sul Douglas International Airport di Charlotte nella Carolina del Nord.

L’ultimo dei casi è occorso il 15 febbraio scorso.
Alle ore 11.42 locali, il volo dell’American Airlines 5320 svolto da un bireattore Canadair CL-600 (N709PS) con 48 occupanti a bordo (44+4), era in decollo dalla pista 36C dell' aeroporto diretto a Gulfport quando l’equipaggio avverte un “loud bang”. (1)

 

L’aereo si era ormai staccato dalla pista ma l’equipaggio in via precauzionale, non essendo certo dell’origine del rumore, decideva di far ritorno all’aeroporto.
Alla comunicazione bordo-terra di voler rientrare il controllore alla torre rispondeva “OK, we think you hit – somebody that was passing said it was a deer,
A questa affermazione l’equipaggio rispondeva: “Say that again? I’ve got a bunch, a bunch of adrenaline here.(2)

 

Prima di effettuare l’atterraggio vengono compiuti alcuni 360 sull’aeroporto durante i quali dalla torre veniva comunicato che “some kind of vapour or something off the right wing”.
Poi alle 12.10 l’aereo toccava nuovamente la pista 36R del Douglas International.
Durante il circuito e in particolare durante l’avvicinamento si poteva chiaramente notare una distinta scia di quello che sembrava vapore originante dall’ala destra del velivolo.

Una volta atterrato appariva evidente il danno riportato al leading edge dell’ala destra.
Dal momento che la scia era una perdita di carburante i vigili del fuoco provvedevano a dirigere sull’aereo schiuma ritardante.
L’aeroporto in questione, secondo il database della FAA, ha avuto nei primi quattro mesi del 2016 ben 47 casi di “scontri” con volatili per la maggior parte pipistrelli o uccelli, e nell’anno precedente, il 2015, vi erano stati incidenti anche con coyote e procioni.

L’evento del 15 febbraio è il sesto caso di incidente provocato dai cervi su questo aeroporto dal 1994.

Anche se in taluni casi il danno per il velivolo è stato sostanziale non si sono mai registrate vittime.
● 1/11/1994 USAir DC9 in decollo cervo colpito; ritorno all’aeroporto;
● 20/10/1996 USAir B737 (N504AU) questa volta l’aereo si scontra con più cervi dopo essere atterrato;
● 13/12/2002 Piedmont Airlines DHC8 (N991HA), dopo l’atterraggio uno scontro con un cervo causa la rottura del carrello;
● 4/2/2009 Republic Airlines Embraer 170 (N134HQ), colpisce un cervo sulla pista di atterraggio;
● 15/10/2010 USAir B737 (N445US), colpisce un cervo dopo l’atterraggio. Complessivamente in tutto il mondo dal 1990 al 2015 quelli che vengono denominati wildlife strikes hanno provocato la distruzione di 250 velivoli, il dato è ancora di fonte FAA.

Per poter evitare gli incidenti con cervi gli esperti raccomandano reti di recinzione alte almeno 3 metri (10 foot). Nello Stato del Nord Carolina (NC) secondo la NC Wildlife Resources Commission i cervi presenti vengono stimati essere 1.25 milioni di esemplari e l’habitat che circonda l’aeroporto internazionale di Charlotte favorisce la loro presenza e proliferazione.

Questo tipo di incidenti vengono classificati come Wildlife strikes, va però notato che sotto questo termine la FAA nel proprio database include anche quelli ben più noti e ricorrenti come i bird strikes.

 

Antonio Bordoni

Foto WSOC-TV (Rete televisiva di Charlotte)

(1) Il velivolo in questione era in realtà della compagnia PSA Airlines ed operava il volo per conto delle American Eagle.
(2) Comunicazioni tratte da http://www.charlotteobserver.com/news/local/article132868979.
html#storylink=cpy

 

Fonte: AAR – Safety Newsletter 8/2017 del 16 Febbraio 2017 
www.air-accidents.com


Leggi le altre notizie

ANTIQUA, a Genova (Porto Antico) Dal 26 Gennaio AL 3 Febbraio.

[M.V. Anno X - Nr 1450 del 22.01.2019 | Borse e Fiere]

Singapore Airlines: Sud-Est Asiatico e Australia a partire da €477 e €925.

[M.V. Anno X - Nr 1449 del 16.01.2019 | Da visitare, vacanze e tour]

Non rinnovato per il 2019 il contributo Baby Sitter e Nido.

[M.V. Anno X - Nr 1448 del 15.01.2019 | News Italia]

Alitalia, continua la crescita ricavi-passeggeri, più 7% nel 2018.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Aziende]

Capitali romantiche per San Valentino con Estland.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Da visitare, vacanze e tour]

car2go viaggia con il vento in poppa.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Aziende]

PRIMA EDIZIONE DELLA ''MIZUNO SNOW VOLLEY MARATHON''.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Sport]

SINGAPORE AIRLINES VOLERÀ DA MILANO A SINGAPORE OGNI GIORNO.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Aziende]

COSMOBIKE SHOW 2019: UN AMORE DI SPETTACOLO PER LE DUE RUOTE.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Sport]

''Tintoretto, un ribelle a Venezia''; nuova produzione firmata Sky Arte.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Gossip e personaggi]

Qatar Airways espande il servizio verso l’Iran.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Da visitare, vacanze e tour]

Turismo termale nella provincia di Viterbo, è il momento del rilancio.

[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019 | Scienza e Salute]

Apre a Pechino il primo Mandarin Oriental.

[M.V. Anno X - Nr 1446 del 11.01.2019 | Hotel e catene alberghiere]
Pubblicit