Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 2094 del 15.12.2023

IATA (International Air Transport Association) annuncia che le compagnie aeree stimano per il 2024 profitti netti per 25.7 miliardi di dollari.

M.V. Anno X - Nr 2094 del 15.12.2023

Gli italiani attendono che venga comunicato un qualche risultato sull’andamento di ITA Airways, non per mera curiosità ma per rassicurarsi sull'eventualità di essere (ancora?) chiamati a rimpinguare le casse della compagnia... Il particolare che nulla si sappia dei risultati 2023 è poco rassicurante.

trasporto aereo commerciale

La IATA annuncia profitti ma che si sa di Ita Airways? 


In un momento in cui le aerolinee vengono accusate di gonfiare troppo le tariffe, il fatto di annunciare con grande enfasi che le compagnie aeree stimano per il 2024 profitti netti per 25.7 miliardi di dollari  (fonte: IATA Airlines Magazine del 6 dicembre scorso) potrebbe innescare non poche polemiche.

 

Considerando le gravi perdite degli ultimi anni, l'utile netto di 25,7 miliardi di dollari previsto per il 2024 è un tributo alla capacità di recupero dell'aviazione. Le persone amano viaggiare e questo ha aiutato le compagnie aeree a ritornare ai livelli di connettività precedenti alla pandemia. La velocità della ripresa è stata straordinaria, ma sembra anche che la pandemia sia costata all'aviazione circa quattro anni di crescita. A partire dal 2024, le prospettive indicano che possiamo aspettarci modelli di crescita più normali sia per i passeggeri che per le merci".
Così Willie Walsh, Direttore Generale della IATA ha accompagnato le cifre con le quali le compagnie aeree mondiali stimano di chiudere il 2024.

 

Si prevede che i ricavi totali nel 2024 cresceranno del 7,6% rispetto all'anno precedente, raggiungendo la cifra record di 964 miliardi di dollari.
La crescita delle spese dovrebbe essere leggermente inferiore, pari al 6,9%, per un totale di 914 miliardi di dollari.
Si prevede che nel 2024 viaggeranno circa 4,7 miliardi di persone, un massimo storico che supera il livello pre-pandemia di 4,5 miliardi registrato nel 2019.
I volumi del cargo dovrebbero essere di 58 e 61 milioni di tonnellate rispettivamente nel 2023 e nel 2024.

 

I miliardi di cui parla Walsh si riferiscono al 2024, ma a questo punto le persone si chiederanno come è andato l’anno che si sta chiudendo?

 

Ebbene, sempre secondo la Iata, il 2023 si dovrebbe chiudere con un profitto netto aggirantesi sui 23.3 miliardi di dollari che significa un margine di profitto netto del 2.6%.
Tuttavia sia nel 2023 come nel 2024 il rendimento del capitale investito sarà inferiore al costo del capitale dal momento che i tassi di interesse in tutto il mondo sono aumentati quale conseguenza del forte impulso inflazionistico.
Insomma tutto sembra indicare che il periodo nero causato dal blocco Covid sia definitivamente archiviato e la voglia di viaggiare sia ripresa alla grande.

 

Ma alla IATA tirano il freno a mano. "I profitti del settore devono essere messi nella giusta prospettiva. Sebbene la ripresa sia impressionante, un margine di profitto netto del 2,6% è di gran lunga inferiore a quello che gli investitori di quasi tutti gli altri settori accetterebbero. Naturalmente, molte compagnie aeree stanno facendo meglio di questa media, e molte sono in difficoltà. Ma c'è qualcosa da imparare dal fatto che, in media, le compagnie aeree tratterranno solo 5,45 dollari per ogni passeggero trasportato.
Decisamente cifre troppo esili per costruire un futuro resistente agli shock di una industria cruciale a livello globale da cui dipende il 3,5% del PIL e dalla quale oltre tre milioni di persone traggono direttamente il proprio sostentamento.
Le compagnie aeree saranno sempre in feroce competizione per accaparrarsi i clienti, ma restano troppo gravate da una regolamentazione onerosa, dalla frammentazione, da alti costi infrastrutturali e da una catena di approvvigionamento popolata da oligopoli", ha aggiunto Walsh.

 

               Il numero di voli        Total Revenue        Total expenses
2019       38.9 milioni                 838 mld di $              795 mld di $
2023       36.8 milioni                 896 mld di $              855 mld di $
2024       40.1 milioni                 964 mld di $              914 mld di $
 

"Naturalmente, molte compagnie aeree stanno facendo meglio di questa media, e molte sono in difficoltà…” ha avvertito Walsh; la "nostra" ITA AIRWAYS in quale di queste due categorie si trova?

 

In Europa le cose sono andate piuttosto bene.
Easyjet ha chiuso il suo annuale bilancio al 30 settembre 2023 con 455 milioni di sterline di profitto ante-tasse (=equiv. Euro 528 milioni).
IAG (British Airways & Iberia) nel terzo trimestre 2023 ha registrato una forte crescita dell’utile operativo prima degli elementi straordinari a 1.745 milioni di euro (3° trimestre 2022: 1.216 milioni di euro) e un margine operativo del 20,2% (3° trimestre 2022: 16,6%).
Il Gruppo Lufthansa nel terzo trimestre ha generato un risultato operativo (EBIT rettificato) di 1,5 miliardi di euro. AF/KL da parte loro hanno chiuso il terzo trimestre dell'anno con un utile netto di 900 milioni di euro, in aumento rispetto ai 500 milioni dell'anno precedente.
Wizz Air ha chiuso il primo semestre del 2023 con un utile pari a 400,7 milioni di euro.
Ryanair al 30 settembre 2023 (primo semestre di operazioni) (1) ha registrato un forte utile semestrale di 2,18 miliardi di euro, rispetto a un utile di 1,37 miliardi di euro nel primo semestre dell'anno precedente, grazie ad una forte traffico di Pasqua e più in generale a un traffico estivo record.
Sempre al 30 settembre aveva già trasportato oltre 100 milioni di passeggeri. (2)
Aegean Airlines ha chiuso i primi nove mesi del 2023 con un profitto netto di 170,7 milioni di euro.

 

Le aerolinee europee registrano un 2023 positivo, in linea quindi con gli outlook della Iata.
Gli italiani attendono con ansia che venga comunicato un qualche risultato che faccia luce sull’andamento della neo-compagnia ITA Airways.
Non è pura curiosità, preoccupa il particolare che i contribuenti italiani possano venir chiamati nuovamente a rimpinguare le casse della compagnia. Il particolare che nulla si sappia dei risultati del 2023 è poco promettente….


(1) Ryanair chiude i suoi bilanci al 31 marzo, quindi il primo semestre chiude al 30 settembre.
(2) Per l’esattezza 105,4 milioni contro i 95,1 del primo semestre 2022.

 

Antonio Bordoni

 

fonte: www.Aviation-Industry-News.com


Leggi le altre notizie

Tutto pronto per un weekend di benessere alle Terme di Chianciano il 27 e 28 Aprile.

[M.V. Anno X - Nr 2136 del 14.04.2024 | Turismo Termale]

Aleph Rome Hotel invita ad un viaggio culinario che attraversa l'Italia dal nord al sud.

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | Regioni e Province]

Giorgio Vasari celebrato nella sua città, Arezzo, da maggio 2024 a febbraio 2025.

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | Regioni e Province]

Rinnovato il consiglio direttivo di GAMeC, la nuova Presidente è Simona Bonaldi,

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | Regioni e Province]

L'Università per Stranieri di Perugia compie 100 anni e nasce ''UNISTRA Perugia''.

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | Regioni e Province]

Fatturato e utili record per TAP nel 2023.

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | News Mondo]

FESTIVAL TOSCANO DI MUSICA ANTICA ''RISONANZE''

[M.V. Anno X - Nr 2135 del 13.04.2024 | Regioni e Province]

Leolandia, parco a tema della Lombardia, ricerca tra 50 e 100 operatrici e operatori.

[M.V. Anno X - Nr 2134 del 08.04.2024 | Regioni e Province]