Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 1928 del 16.10.2022

Ita Airways compie un anno ma c'è poco da festeggiare.

M.V. Anno X - Nr 1928 del 16.10.2022

Nonostante gli sforzi pubblicitari contassegnati dallo slogan "le nostre ali siete voi" l'evento non ha generato interesse, anzi ...

Ita Airways Logo

ITA AIRWAYS, PRIMA CANDELINA SENZA FESTE

 

Non c’è proprio nulla da festeggiare. Il primo compleanno di Ita Airways di cui ci è stata rammentata la circostanza grazie a intere pagine di pubblicità sui giornali tramite le quali abbiamo appreso che “le nostre ali siete voi” è trascorso tra l’indifferenza generale.

 

Le ragioni di questo primo, solitario anno di attività sono molteplici.
La compagnia non era una genuina nuova stella nel firmamento delle compagnie aeree.
Non era una compagnia nata da zero.
Alitalia
, sotto diverse denominazioni, è stata sempre mantenuta viva; sappiamo bene che con pervicace ostinazione non la si è mai voluta far chiudere, si è provato di tutto, fino a ripetuti commissariamenti ma, di fatto, una vera e propria chiusura dell’attività non è stata mai portata a termine.
A mò di buco nero che attira e se e fagocita tutti coloro che le girano intorno, le è stata data in pasto la seconda compagnia aerea italiana (1) ma neanche quell’operazione è servita a un sia pur minimo risollevamento della sua sorte.
E’ importante ricordare questi particolari, perché altrove, in altri Paesi, quando una compagnia aerea è giunta al capolinea, o la si faceva fallire (davvero) oppure la si metteva in Chapter 11 (una sorta di amministrazione controllata temporanea, ndr) o soluzioni transitorie di sussistenza attraverso le quali - nel giro di tempi ben determinati e non eterni - la compagnia doveva presentare piani di recupero per poi venir riammessa nel club.

 

Noi invece, Paese che si distingue nel mondo per le "trovate furbesche" abbiamo voluto adottare la Italian way, una soluzione che consisteva nel far pagare al popolo contribuente ciò che serviva a mantenere attiva una compagnia della quale l’Italia poteva tranquillamente fare a meno.
A nulla sono serviti i continui e ripetuti appelli apparsi sui media del tipo: “guardate che fino ad oggi la compagnia (ex di bandiera) ci è costata X miliardi di euro, perché continuate su questa strada?
E d’altra parte se la gente continua ad accettare passivamente l’aumento delle tasse pur in presenza di ovvi sprechi dei fondi pubblici, per quale motivo qualche governo dovrebbe cambiar rotta?
Da questo punto di vista dobbiamo riconoscere che la frase “le nostre ali siete voi” è decisamente indovinata e veritiera.

 

Quindi un primo motivo di non festeggiamento è il particolare che ancora oggi, ad un anno dalla nascita di quella che è passata per essere una nuova start up, Ita Airways ancora non si sa che fine farà e da chi verrà acquisita.
Ma nel corso di questi primi dodici mesi di attività per l’esattezza il 13 settembre scorso - tanto per non perdere consumate italiche abitudini - abbiamo assistito al solito ribaltone ai vertici della compagnia.
Da quanto trapelato sembra che nel corso del Cda, nel quale si è parlato delle perdite accumulate, i consiglieri uscenti del Mef - azionista unico della compagnia - hanno deciso di concentrare le deleghe operative all’amministratore delegato Fabio Lazzerini, il tutto depotenziando il presidente esecutivo Alfredo Altavilla.
Giochi di palazzo resi possibili dal fatto che Ita Airways non è una compagnia privata , bensì pubblica, e tutti sappiamo che all’avvicinarsi di un turno elettorale i nostri governanti procedono ai rimpasti delle controllate.
Non a caso Carsten Spohr, ad di Lufthansa, di fronte a una tale situazione ha fatto nuovamente capire che lui è sempre interessato a sostituirsi all’offerta franco-olandese; ma se la compagnia è ancora controllata dal governo italiano non se ne parla.

Insomma passano i mesi, passano gli anni, cambia il secolo ma per l’Alitalia e per le sue tentacolari trasformazioni tutta resta invariato come in quei mausolei ove si possono trovare gli imbiancati, centenari custodi del Santo Graal.

 

Altro punto che ci permettiamo evidenziare è la pressochè completa assenza di dati e fondamentali dell’industria prodotti dalla compagnia.
Quante ore di volo sono state effettuate?
Quale è l’utilizzazione oraria dei velivoli?,
Il load factor a quali livelli si è attestato?
Quali segmenti vanno bene e quali invece male?

Per il momento veniamo informati che nel primo anno di attività i passeggeri sono ammontati a 9 milioni e che l’indice di puntualità è stato del 99,9 per cento (2). Un po' pochino per farsi una idea di come vanno realmente le cose all’interno della nostra start up alla quale siamo noi a fornire le ali.
Il tutto mentre Ryanair continua a diffondere con abbondanza di particolari quanto importante per lei sia diventato il nostro mercato: «L’Italia è diventato il nostro secondo mercato dopo la Spagna e quest’anno trasporteremo 56 milioni di passeggeri in 30 aeroporti, molti di più dei 39 milioni pre-Covid.
L’Italia vola più dell’Inghilterra e diventa il secondo mercato per Ryanair
”. (3)
Se si va sul sito di ITA Airways e si entra alla sezione “Bilanci” (così come pure “Performance”) ecco la schermata che compare: "Work In Progress"  (4)

 

Antonio Bordoni


(1) Ci riferiamo ovviamente all’acquisizione di AirOne da parte di Alitalia avvenuta in data 11 dicembre 2008. La compagnia ha poi terminato tutte le operazioni il 30 settembre 2014 e chiuso il certificato di operatore aereo in data 4 dicembre 2014.
(2) Così si può leggere su “La Verità” del 15 ottobre 2022 nel servizio dal titolo “Messaggio a Rivera, Lufthansa preme per la partita su Ita”
(3) https://www.ilsole24ore.com/art/ryanair-italia-secondo-mercato-investimenti-9-miliardi-AEyAcq1B. “Il Sole 24 Ore” del 21 settembre 2022.
(4) Consultato alla data del 16 ottobre 2022.


Fonte: www.Aviation-Industry-News.com 


Leggi le altre notizie

Il precedente di Lufthansa in Italia ... correva l’anno di grazia 2008.

[M.V. Anno X - Nr 1968 del 02.02.2023 | News Italia]

Carnevale a Carmagnola (TO) dal 15 al 21 Febbraio.

[M.V. Anno X - Nr 1967 del 01.02.2023 | News Italia]

Corsica Sardinia Ferries: avanti tutta con la transizione ecologica.

[M.V. Anno X - Nr 1967 del 01.02.2023 | Traghetti]

Il nuovo presidente di Embratur è Marcelo Freixo.

[M.V. Anno X - Nr 1966 del 31.01.2023 | Enti del turismo]

HOTEL MIDAS DI ROMA ACQUISITO DA ZEITGEIST ASSET MANAGEMENT.

[M.V. Anno X - Nr 1966 del 31.01.2023 | News Italia]

Roma, Antica Fornace del Canova, ''CRISALIDE'' di Fiorenzo Zaffina.

[M.V. Anno X - Nr 1966 del 31.01.2023 | News Italia]

easyJet: 8 nuove rotte internazionali per volare da e per l’Italia.

[M.V. Anno X - Nr 1966 del 31.01.2023 | News Italia]

Qualche idea per la ricorrenza di San Valentino.

[M.V. Anno X - Nr 1965 del 26.01.2023 | News Italia]

''BOAT DAYS'' Marina di Santa Marinella, dal 24 Marzo al 2 Aprile 2023.

[M.V. Anno X - Nr 1963 del 24.01.2023 | Sport]

Cittaslow, ovvero la lentezza orientata all’economia circolare.

[M.V. Anno X - Nr 1961 del 20.01.2023 | News Italia]

Boston celebra l'amore di Martin Luther King Jr. e Coretta Scott King.

[M.V. Anno X - Nr 1960 del 19.01.2023 | Musica, Teatro e Cultura]

''Agri e Slow Travel Expo'', Bergamo, dal 30 marzo al 2 aprile 2023.

[M.V. Anno X - Nr 1959 del 18.01.2023 | Regioni e Province]