Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 2017 del 24.05.2023

8 giugno, Giornata Mondiale degli Oceani, salvaguardarli significa mantenere in buona salute il Pianeta e garantire la sicurezza alimentare.

M.V. Anno X - Nr 2017 del 24.05.2023

Quanto accaduto una settimana fa in Romagna deve rappresentare un monito sull'importanza di capire per prevenire ma soprattutto di approcciarsi alla natura con rispetto.

Oceani giornata 8 giugno 2023

Chiunque di fronte all'immensità del mare prova un senso di pace: l'enorme distesa di acqua se placida rasserena se tempestosa trasmette energia, a patto di osservarla a distanza di sicurezza.
Navigare poi, sia a vela che a motore, regala emozioni non da poco: nel primo caso l'assenza di rumori, salvo quello della chiglia che solca l'acqua, nel secondo caso spostamenti più veloci con il vento tra i capelli.

 

L'acqua, in tutte le sue forme, dal ruscello al fiume, dal lago alle lagune, dal mare all'oceano, va protetta, difesa, salvaguardata,
dagli assalti dell'inquinamento e dallo sfruttamento indiscriminato delle risorse ittiche.
Il recente passato (3 decenni) rapportato agli accadimenti del presente, ci sta insegnando molto, soprattutto ci ammonisce sul fatto che il Pianeta l'umanità lo deve vivere ma non stressare.

 

"La vita sul nostro Pianeta inizia dagli oceani, e per questo vanno rispettati e protetti attraverso le scelte di ogni giorno: è questo il messaggio di Marine Stewardship Council, organizzazione non profit che promuove la salute degli oceani attraverso il suo programma per la pesca sostenibile, per la Giornata Mondiale degli Oceani 2023".
In occasione dell’8 giugno, Giornata Mondiale degli Oceani viene ricordata l’importanza di oceani in salute per la vita sul nostro Pianeta e per la sicurezza alimentare globale.

 

Vogliamo richiamare l’attenzione di tutti sugli oceani, perché la vita del Pianeta è intrinsecamente legata ad essi e perché essi non solo svolgono un ruolo fondamentale a livello ambientale, ma possono svolgere anche un ruolo cruciale nella sfida per garantire la sicurezza alimentare globale.” spiega Francesca Oppia, Direttrice del Programma MSC in Italia. “Le Nazioni Unite stimano che i sistemi alimentari debbano aumentare la propria produttività del 70% per soddisfare una crescita di popolazione che supererà i 9 miliardi di persone nel 2050.
In questo scenario, la gestione sostenibile della pesca può fornire proteine e nutrienti ai milioni di persone che oggi soffrono di carenze nutritive o di insicurezza alimentare.
Per questo motivo è necessario che tutti, dai pescatori alle aziende che operano nel comparto alimentare, dai consumatori ai governi nazionali e locali, mettano la protezione degli oceani in cima alla propria lista delle priorità
”.

 

Secondo le Nazioni Unite, gli alimenti provenienti dai sistemi acquatici, detti Blue Foods (animali, piante e alghe pescati o coltivati in ambienti marini o acqua dolce) sono degli alleati fondamentali per affrontare la sfida della sicurezza alimentare globale.

 

10 ragioni per proteggere i prodotti del mare

 

I prodotti del mare sono ricchissimi di nutrienti.
Pesce e frutti di mare sono ricchi di nutrienti come zinco, ferro, vitamine A e B12 e acidi grassi omega-3, essenziali per la salute umana.

 

I prodotti del mare hanno un minor impatto ambientale.
Rispetto all’allevamento a terra, la pesca consuma pochissima terra o acqua, né richiede fertilizzanti o mangimi.
Il consumo di prodotti ittici pescati comporta meno di un decimo della quantità di anidride carbonica associata alla carne rossa.

 

Il consumo di pesce in Italia è più alto della media europea.
Gli italiani consumano 30kg di pesce fresco pro capita per anno, mentre la media europea si attesta intorno ai 23kg. Le specie più consumate nel 2020 in Italia sono state il tonno pinna gialla, il calamaro, il salmone, la cozza, il tonnetto striato e il merluzzo nordico (dati EUMOFA).

 

Ci sono migliaia di specie diverse da provare.
Sono 2.200 le specie di pesce pescato e 600 di pesce allevato, eppure la maggior parte di noi consuma le stesse poche specie.
Variare le specie consumate allevierebbe la pressione su quelle più comuni, aiutando a preservare la biodiversità.

 

Il pesce è un’importante fonte di sussistenza
600 milioni di persone dipendono almeno in parte dal settore della pesca e dell’acquacultura e più della metà è rappresentata da donne; la maggior parte di queste persone si trova nei Paesi in via di sviluppo.
A essere coinvolte nel settore primario della pesca sono invece 58,8 milioni di persone secondo la FAO.

 

La domanda di pesce raddoppierà entro il 2050
Per soddisfare questa domanda in continua crescita è necessario sostenere pratiche di pesca sostenibile e un allevamento responsabile di prodotti ittici.

 

Pescando meglio si pesca di più
Pescare sostenibilmente e porre fine alla pesca eccessiva potrebbe far aumentare la produzione annuale globale di pesce di 16 milioni di tonnellate, sufficienti a soddisfare il fabbisogno proteico di 72 milioni di persone in più all'anno.

 

Le persone mangiano pesce da quasi 2 milioni di anni
Le prime prove del consumo di pesce da parte di un essere umano risalgono a 1.95 milioni di anni fa e sono state ritrovate in Kenya.
È in questo periodo che gli esseri umani con un cervello più grande hanno iniziato a evolversi.

 

Il pesce è una parte importante della tradizione culturale e religiosa
Tradizionalmente, il pesce viene consumato il Venerdì Santo dai cristiani, mentre nell'ebraismo il pesce è un simbolo di fertilità e fortuna che si mangia durante il Capodanno ebraico.

 

Tutti noi possiamo proteggere gli oceani
Scegliendo di consumare prodotti ittici da pesca sostenibile, riconoscibili dal marchio blu MSC, si supportano i pescatori che implementano pratiche di pesca sostenibili su base scientifica, permettendo agli oceani di prosperare per il bene delle generazioni future.

 

La Giornata mondiale degli oceani, cade l’8 giugno ed è nata durante l’Earth Summit del 1992 a Rio de Janeiro.
È stata riconosciuta ufficialmente dalle Nazioni Unite nel 2008 per celebrare gli oceani e il nostro personale legame con il mare, oltre a sensibilizzare l'opinione pubblica sul ruolo essenziale che essi svolgono
.


Leggi le altre notizie

Paaseggiare a Budapest godendo l'arte dipinta sui muri delle case.

[M.V. Anno X - Nr 2176 del 24.06.2024 | Enti del turismo]

Mantova, 28ª edizione di ììFestivaletteratura'', dal 4 all'8 settembre .

[M.V. Anno X - Nr 2176 del 24.06.2024 | Regioni e Province]

Roccaverano (Asti) grande festa per ii 45 anni di DOP.

[M.V. Anno X - Nr 2176 del 24.06.2024 | Regioni e Province]

Il Dixieland in prima linea sabato 29 giugno al Museo del Saxofono di Fiumicino - Roma.

[M.V. Anno X - Nr 2176 del 24.06.2024 | Regioni e Province]

Sanvitoweb.com svela il nuovo volto di San Vito Lo capo, Trapani.

[M.V. Anno X - Nr 2175 del 23.06.2024 | Regioni e Province]

Agenzie di viaggio: oggi che futuro possono ipotizzare?

[M.V. Anno X - Nr 2175 del 23.06.2024 | Tour operator]

Con Glamour Tour Operator è già ora di programmare le vacanze di fine anno.

[M.V. Anno X - Nr 2175 del 23.06.2024 | Tour operator]

RwandAir Cargo espande la sua rete a Dubai e Gibuti

[M.V. Anno X - Nr 2174 del 21.06.2024 | News Mondo]

UNHCR, ''la forza dell’inclusione'': Giornata Mondiale del Rifugiato 2024

[M.V. Anno X - Nr 2174 del 21.06.2024 | News Mondo]

FANTASTICHE VISIONI 2024, Ariccia (RM) dal 5 luglio al 2 agosto.

[M.V. Anno X - Nr 2174 del 21.06.2024 | Regioni e Province]