Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

Sauro Mingarelli Il Rosso. Il meccanico che stregò la Ferrari


Lunedì 13 settembre alle ore 18.00 presso la Libreria Ambasciatori a Bologna


Presentazione del libro "Sauro Mingarelli Il Rosso. Il meccanico che stregò la Ferrari" di Francesco Amante e Lodovico Basalù


Lunedì 13 settembre alle ore 18.00 presso la Libreria Ambasciatori a Bologna sarà presentato il libro Sauro Mingarelli “Il Rosso”. Il Meccanico che stregò Ferrari (Giorgio Nada Editore, 2021). Questo libro, fortemente voluto dall’imprenditore bolognese Francesco Amante, è scritto da lui a quattro mani con il giornalista sportivo Lodovico Basalù. L’evento, realizzato in collaborazione con Librerie Coop Ambasciatori, vedrà come relatori i due autori, l’Ing. Mauro Forghieri, progettista e direttore tecnico della Scuderia Ferrari, Luciano Rizzoli, socio di Sauro Mingarelli, Francesca Mingarelli, la figlia e infine Stefano Nada, editore del libro. Modera ill giornalista Paolo Brighenti.

Il volume, il primo e unico in Italia, ripercorre la vita di Sauro Mingarelli. Un uomo nato a Grizzana Morandi, nel cuore dell’appennino bolognese, che ha pian piano dato vita ad un’officina ben nota ai possessori di varie Gran Turismo di Maranello entrate nella storia. Sauro è stato capace di entrare nelle grazie di Enzo Ferrari, fondatore dell’omonima casa automobilistica, la cui sezione sportiva, la Scuderia Ferrari, conquistò in Formula 1 (con lui ancora in vita) 9 campionati del mondo piloti e 8 campionati del mondo costruttori.

Pronto, sin da ragazzino, ad immergersi, da semplice apprendista, nel mondo che istintivamente amava e che ha sempre amato, ossia quello dei motori, fino alla sua scomparsa, avvenuta prematuramente nel 2004: una costante scalata, quella di Sauro, che lo portò ad avere, nella Bologna degli anni sessanta, l’assistenza ufficiale della Ferrari.

Il libro “Sauro Il Rosso” (dal colore dei suoi capelli e dall’amore per il Cavallino) racconta l’uomo, il meccanico, l’appassionato che ha legato a doppio filo il proprio nome a quello di Ferrari e delle sue vetture, fino a far diventare la sua officina di via Cremona (dove si trova oggi a Bologna) una delle più note al mondo.

L’officina, guidata da Sauro insieme al socio Luciano Rizzoli, per oltre mezzo secolo ha accolto imprenditori, artisti, attori, cantanti, vip e piloti che hanno fatto restaurare o semplicemente controllare le loro Ferrari da Sauro, abilissimo anche nei collaudi.

Due uomini uniti per 46 anni, Sauro e Luciano, che si compensavano l’un l’altro, come racconta proprio Rizzoli nelle pagine del libro. Sauro sempre duro, dal carattere per nulla facile, ma capace di relazionarsi con chiunque, Luciano abituato a notti insonni pur di terminare il montaggio di un motore. Insomma una lunga storia, che si articola anche con quella della Ferrari e delle sue imprese, molte delle quali firmate dall’Ing. Mauro Forghieri, progettista di autentici capolavori a quattro ruote, come la P4 del 1967 o la 312 T di F.1 del 1975.

Nel libro si racconta anche la grande amicizia di Sauro con molti piloti delle rosse, dall’indimenticato Clay Regazzoni, uno dei tanti che portava la sua Daytona o la F40 nell’officina felsinea, a Jacky Ickx. Sauro era del resto spesso sulle piste di tutto il mondo, sin da quando, a fine anni cinquanta, si mise a seguire il bolognese Bruno Deserti, una grande speranza di quel periodo, purtroppo scomparso mentre provava una Ferrari P2 a Monza, nel 1965.

E non manca, nel libro, una panoramica sulla Regione Emilia-Romagna, sui suoi tanti musei, le sue collezioni, i suoi restauri e scuole d’artigianato oltre agli autodromi. Un capitolo è poi dedicato alla storia della Ferrari, alla 24 ore di Le Mans, ai duelli con Ford e Porsche, in attesa del ritorno di una rossa sul circuito francese nel 2023.

PER PARTECIPARE: l’incontro sarà accessibile al pubblico nel rispetto di tutte le misure di sicurezza previste dalle disposizioni sanitarie anti-covid di legge. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Accesso al posto a sedere 45 minuti prima dell'inizio, con distanziamento; obbligo di greenpass e mascherina.


[M.V. Anno X - Nr 1764 del 19.07.2021] | Eventi

CON FRANCESCO TOTTI A POLTU QUATU


PER IL LEXUS PADEL VIP CUP


Francesco Totti porta in Sardegna il Lexus Padel Vip Cup, il torneo di padel più ambito dell’estate 2021, ospitato il 9 e 10 luglio al Grand Hotel Poltu Quatu, ritrovo esclusivo di una clientela internazionale, immerso nella bellezza naturale e splendente della Costa Smeralda, scelto anche per rilanciare l’indotto del territorio. Location ideale per celebrare il recente inserimento ufficiale del Padel nei Giochi Olimpici Europei di giugno 2023, disciplina in continua crescita, che in Italia registra oltre 60.000 tesserati e 500.000 praticanti in 3000 campi, fra cui molti beniamini del grande pubblico.

 

Numerosi sono infatti i volti noti travolti dalla passione padel, iscritti al LEXUS PADEL VIP CUP, oltre al Capitano, appena nominato Ambassador di Milano-Cortina 2026, saranno presenti star dello spettacolo, special guest del mondo sportivo e campioni che hanno fatto la storia del calcio italiano: Giampiero Maini, Ciro Ferrara, Stefano Fiore, PierLuigi Pardo, Vincent Candela, Christian Panucci, Antonio Cabrini, Luigi Di Biagio, Dario Marcolin, Thomas Locatelli, Jimmy Ghione il Presidente della Federazione Internazionale di Padel Luigi Carraro.

Una sfida avvincente voluta da Lexus, il brand premium del gruppo Toyota, a sostegno di WeWorld Onlus, organizzazione che da oltre 50 anni si impegna per il rispetto e il riconoscimento dei diritti fondamentali in particolare di donne e bambini. Grazie a Lexus, nei giorni del torneo verranno organizzate due aste benefiche, il cui ricavato verrà donato a sostegno del progetto di empowerment femminile “Spazio Donna”, contro ogni forma di violenza e discriminazione, e al programma nazionale contro la povertà educativa.

“E’ un evento che vuole celebrare il talento delle persone, le loro capacità – dichiara Maurizio Perinetti Direttore Lexus Division Italia - ma anche la passione per lo sport e i valori condivisi di rispetto e fairplay che animeranno il torneo nello splendido scenario di Poltu Quatu. Proprio in questa occasione, insieme a personaggi amati da tutti come Francesco Totti, Lexus vuole dare il via ad un importante progetto che trae ispirazione dai valori del Gruppo Toyota, come l’obiettivo di costruire una società migliore, più inclusiva, dove nessuno sia lasciato indietro. Un impegno che vogliamo rendere concreto anche sostenendo attivamente We World Onlus, con cui sono già in programma altre iniziative e attività. Siamo orgogliosi di poter partire in una cornice così prestigiosa con tanti amici e volti noti venuti a sposare la nostra causa.”

Ed è proprio il padel – gestito dalla Federazione Internazionale Padel che raggruppa 51 Federazioni Nazionali Affiliate – a rivelare la sua grande anima inclusiva: questo sport è infatti praticato da giocatori di ogni età - dai 10 ai 75 anni - ed il 50% è costituito da donne.
“Siamo felici di ospitare questa manifestazione nei nostri nuovi campi da padel, un evento ancor più significativo in questo periodo, non solo per lo sport e per il sociale ma anche perché di buon auspicio per la ripresa del turismo a livello internazionale”, conclude Antonio Pulcini, proprietario di questa realtà in una delle più belle coste della Sardegna.

LEXUS PADEL VIP CUP: le tappe del torneo e la finale a Poltu Quatu
Il torneo è stato suddiviso in un circuito di 4 macro-aree che decreteranno una coppia vincitrice ciascuna.
Si svolge nei circoli delle città Italiane ed è terminato il 27 giugno. Le 4 coppie amatoriali vincitrici sfideranno a Poltu Quatu i VIP, a loro volta suddivisi in 6 coppie, nella finale e finalissima del 9 e 10 luglio.

9 luglio - programma:
La prima sfida è il master finale dei circoli: la competizione mette in gara le 4 coppie amatoriali tra loro per eleggere la coppia vincitrice.
La seconda sfida mette in campo le 4 coppie amatoriali contro le 6 coppie VIP per la qualificazione alla finale Lexus Padel VIP Cup.

10 luglio – programma:
Finale Lexus Padel Vip Cup
Finalissima Vincitori Lexus Padel Vip Cup Vs coppia VIP a sorpresa
Cerimonia di premiazione, con la partecipazione speciale anche dell’attrice Giulia Elettra Gorietti, Ambassador di WeWorld.

Poltu Quatu
Poltu Quatu, dal dialetto gallurese “porto nascosto”, è un piccolo borgo marinaro che offre una vasta gamma di attività e servizi ed ha una caratteristica unica: è un vero e proprio fiordo naturale, nascosto tra le tipiche rocce scolpite dal vento sul mare cristallino della Costa Smeralda, immerso nella macchia mediterranea e affacciato proprio di fronte all’Arcipelago della Maddalena, sulla costa nord orientale della Sardegna.
Fulcro del borgo è proprio il Grand Hotel Poltu Quatu, creato nel 2002 ispirandosi ad un tipico villaggio di pescatori, oasi di pace e tranquillità con 143 camere e suite, 66 appartamenti The Reserve, ristoranti e bar punto di incontro del jet set internazionale, piscina, spiaggia privata, centro benessere e fitness, campi da tennis e nuovi campi da padel, centro congressi: un luogo affascinante dove l’armonia tra natura e architettura regna incontrastata, dove tutto è a portata di mano, dalla promenade con boutique, ristoranti e bar, al porto turistico privato Marina dell’Orso, anche quest’anno Bandiera Blu, con i suoi 305 posti barca e tutti i servizi collegati ( www.poltuquatu.com)

LEXUS
Lanciata nel 1989 a livello mondiale, e nel 1993 in Italia, Lexus, brand premium del gruppo Toyota, è attualmente presente in 90 Paesi. Pioniere e leader indiscusso nello sviluppo di motorizzazioni elettrificate, la visione del brand è racchiusa in “Lexus Electrified”, offrire il massimo in termini di performance e piacere di guida nonostante la radicale trasformazione della mobilità dettata dalla guida autonoma e dall’elettrificazione. Si è imposta all’attenzione del mondo grazie al design distintivo delle sue auto, all’innovazione garantita dalla tecnologia Premium Hybrid Electric e oggi anche Full Electric, alla sicurezza offerta di serie con il Lexus Safety System +, e alla qualità superiore assicurata dall’artigianalità dei maestri Takumi. A questi elementi si unisce l’Omotenashi: il concetto giapponese di ospitalità, che descrive anche la capacità di anticipare i bisogni dei propri clienti, ancora prima che si manifestino. In termini di vendite sul mercato globale Lexus è il quarto brand dopo le tre case automobilistiche tedesche. Attualmente detiene la leadership globale nella vendita di vetture ibride elettriche nel mercato Premium, con oltre 2 mio di unità. Il posizionamento del brand viene espresso attraverso “Experience Amazing”: creare esperienze in grado di trasformare la funzione in emozione, la performance in passione e la tecnologia in immaginazione. Lexus presenta una gamma 100% Premium Hybrid Electric, che comprende una offerta completa di SUV con il nuovo UX, NX e RX, la berlina ES, la coupè LC, fino alla prestigiosa ammiraglia LS. A tali modelli si affianca la RC F, prodotto con un’anima sportiva, la raffinata LC Convertible e il nuovo UX 300e, prima vettura full electric di Lexus.

WeWorld
WeWorld è un’organizzazione italiana indipendente impegnata da 50 anni a garantire i diritti di donne e bambini in 27 Paesi, compresa l’Italia. WeWorld lavora in 158 progetti raggiungendo oltre 7,2 milioni di beneficiari diretti e 42,4 milioni di beneficiari indiretti. È attiva in Italia, Siria, Libano, Palestina, Libia, Tunisia, Burkina Faso, Benin, Burundi, Kenya, Senegal, Tanzania, Mozambico, Mali, Niger, Bolivia, Brasile, Nicaragua, Guatemala, Repubblica Dominicana, Haiti, Cuba, Perù, India, Nepal, Tailandia, Cambogia. Bambine, bambini, donne e giovani, attori di cambiamento in ogni comunità sono i protagonisti dei progetti e delle campagne di WeWorld nei seguenti settori di intervento: diritti umani (parità di genere, prevenzione e contrasto della violenza sui bambini e le donne, migrazioni), aiuti umanitari (prevenzione, soccorso e riabilitazione), sicurezza alimentare, acqua, igiene e salute, istruzione ed educazione, sviluppo socio-economico e protezione ambientale, educazione alla cittadinanza globale e volontariato internazionale. 


[M.V. Anno X - Nr 1760 del 02.07.2021] | Eventi

Gallo Rosso in Piazza Walter a Bolzano per la Festa del Ringraziamento


Il 17 ottobre si svolgerà la 20^ edizione della celebrazione a favore della natura


La giornata dedicata alla 20^ edizione della Festa del Ringraziamento, che tradizionalmente si svolge nella splendida Piazza Walter a Bolzano sarà il 17 ottobre 2020. Dalle 8.30 fino alle 17.00 avrà luogo la Festa, cui prenderanno parte 34 espositori, di cui 16 appartenenti al Gallo Rosso: contadini dell’Alto Adige che porteranno in piazza i loro prodotti sani, freschi e genuini come uova, specialità di formaggi, latticini, erbe aromatiche speck, salumi, carne, pane, distillati e vini, sciroppi di frutta, marmellate e tanto altro.

 

L’inaugurazione ufficiale della Festa è prevista per le 9.30, con la benedizione dei frutti della terra. Per il modo contadino, infatti, individuare un momento in cui “ringraziare” la natura per il raccolto ottenuto a fine stagione e riconoscere il valore dei frutti della terra benedicendoli, appartiene ad una tradizione atavica, vissuta da chi ha un legame vincolante con la natura.

Il lavoro del contadino, infatti, è strettamente vincolato ai ritmi naturali: pioggia, neve, freddo, vento, sole, caldo, grandine, umidità sono tutti fattori che influiscono sull’andamento delle coltivazioni. Il buon esito del raccolto, pertanto, non sempre è garantito; per questo motivo Gallo Rosso sostiene l’operato dei contadini dei masi altoatesini associati, aiutandoli a sviluppare attività da affiancare all’agricoltura, come la vendita dei prodotti di qualità, attraverso vari canali: come lo shop online sul sito www.gallorosso.it, i mercati nelle principali città altoatesine, diversi negozi alimentari e la bottega presente nei masi stessi.

 

Per ottenere il sigillo di qualità “Gallo Rosso” sui loro prodotti, i contadini devono rispettare alcuni criteri fondamentali: i processi di lavorazione devono essere trasparenti e documentati e obbligatoriamente avvenire presso il maso; le materie prime lavorate devono provenire almeno per il 75% dal maso stesso; ogni prodotto deve superare una degustazione “anonima” eseguita da una commissione esterna di esperti.

Alla Festa del Ringraziamento parteciperanno anche varie associazioni agricole che presenteranno le loro attività e servizi; inoltre, alcuni contadini offriranno cibo come Raclette,
salsicce, castagne o dolci. I partecipanti potranno così assaggiare direttamente i vari prodotti ed acquistarli eventualmente, e anche ricevere informazioni sulle loro proprietà e sulla loro provenienza. La Festa del Ringraziamento, infatti, ha come obiettivo anche quello di avvicinare il consumatore al produttore, perché, come dichiara Leo Tiefenthaler, Presidente dell’Unione Agricoltori e Coltivatori Altoatesini: “Il consumatore vuole sapere cosa sta mangiando e da dove hanno origine i prodotti. E saranno direttamente i contadini a fornire loro le informazioni necessarie”.

 

Gli highlights della Festa del Ringraziamento saranno uno showcooking delle contadine, che mostreranno ai partecipanti i segreti e le ricette della cucina tradizionale altoatesina; l’esposizione di vari modelli di trattori In Via della Mostra; uno “zoo di carezze” dedicato ai più piccoli e l’esibizione del gruppo di danza popolare di Laion con gli Schuhplattler, i tradizionali “battitori di scarpe”.
L’evento viene accompagnato dalla Banda Boema di Nalles e alle 14.00 dal gruppo David Frank & Marc Perin.

La festa è stata contraddistinta con il sigillo "GreenEvent", poiché l’evento è stato organizzato seguendo i criteri della sostenibilità. Per tale motivo, i partecipanti sono invitati a privilegiare, per il viaggio, mezzi di trasporto ecosostenibili.

Altre informazioni sulla Festa del Ringraziamento si trovano sul sito di Gallo Rosso:
https://www.gallorosso.it/it/manifestazioni-altoadige/festa-del-ringraziamento/

 

La Festa del Ringraziamento si svolgerà nel rispetto delle specifiche misure di sicurezza anti-Covid in vigore.


[M.V. Anno X - Nr 1647 del 15.09.2020] | Eventi

Evento di solidarietà NaturalBOOM


in programma dal 31 luglio al 2 agosto a La Thuile in Valle d'Aosta


Saranno La Thuile e la straordinaria accoglienza di TH La Thuile - Planibel Hotel & Residence a fare da cornice all’evento di solidarietà NaturalBOOM in programma dal 31 luglio al 2 agosto. Una tre giorni che vedrà nella Mototerapia un approccio diverso per portare gioia e allegria a bambini e ragazzi disabili e malati, i quali potranno provare l’emozione di salire in sella a una moto, vivere l’adrenalina dello sport, imparare, sperimentare e godere di felici momenti di evasione.

 

Insieme al team di NaturalBOOM saranno presenti il campione di Motocross Freestyle Vanni Oddera ideatore del progetto di Mototerapia, Nico Valsesia, ciclista e fondista di corsa in montagna, autore di molte imprese “quasi” impossibili, e tanti ospiti ed amici che regaleranno ai partecipanti momenti indimenticabili.
Durante le tre giornate sarà anche possibile incontrare e conoscere i piloti della Mototerapia.

 

In linea con la filosofia di NaturalBOOM, il primo Mental Drink, che trova nella natura la forza dell’idea da cui nasce e si sviluppa, tutto si svolgerà all’aperto nel bellissimo contesto montano di La Thuile, in Valle d’Aosta, e in totale sicurezza.

Corpo, mente e spirito sono dipendenti l'uno dall'altra e si fondono con l'ambiente circostante per una grande esperienza di passione e solidarietà.

L’evento è realizzato con il supporto del Comune La Thuile e del Consorzio Operatori Turistici La Thuile.

 

About La Thuile
Ciò che sempre più spesso si cerca in una vacanza è riconnettersi con se stessi, disintossicarsi dal quotidiano, immergendosi completamente nell’habitat del luogo. A La Thuile basta lasciarsi guidare dai profumi, dai colori e dalla magia della natura per sentirsi bene, ritrovare i propri tempi, ridurre le tensioni e recuperare le energie per una totale rigenerazione di corpo e mente.
Regina dello sci in inverno con i suoi 152 km di piste, La Thuile, in estate è un paradiso per chi desidera unire allo sport anche il piacere del relax.
È bello camminare nel silenzio dei boschi del Promise o distendersi negli immensi prati che circondano il paese perdendosi nei panorami offerti dalle verticalità delle vette della catena del Monte Bianco o guardando dalla parte opposta l’abbacinante bellezza del Ghiacciaio del Rutor.
È altrettanto emozionante salire a piedi verso le imponenti cascate del Rutor o immergersi nella storia al Colle del Piccolo San Bernardo dove si trovano testimonianze antiche del passaggio di Celti, Salassi e Romani e dove l’abbate Chanoux ha progettato Chanousia il giardino botanico più alto d’Europa con più di 1.000 specie di piante alpine.
Ma la bellezza del luogo si può scoprire anche con delle piacevoli escursioni a cavallo o sulla sella di una mountain bike percorrendo i 220 km di itinerari offerti dal bike park al quale si accede con le seggiovie. Ognuno a La Thuile può scegliere il proprio modo per entrare in sintonia con la natura e portarsi a casa una personale esperienza di benessere.

 

La Thuile è facilmente raggiungibile dalle grandi città italiane grazie alla comoda rete autostradale ed è anche ben collegata a Francia e Svizzera attraverso il vicino traforo del Monte Bianco. Dal Colle del Piccolo San Bernardo, invece, si arriva velocemente nel dipartimento francese dell’Alta Savoia.
www.lathuile.it – T +39 0165 883049


[M.V. Anno X - Nr 1638 del 01.08.2020] | Eventi

FESTA DELLA DONNA AL GRAND HOTEL PLAZA DI ROMA


Domenica 8 marzo il Grand Hotel Plaza celebra la festa della donna ospitando "Woman in the world", un progetto speciale dedicato a tutte le donne del mondo.


Alle 13.00 e alle 18.00, andrà in scena un'esposizione e una sfilata di preziosi abiti dipinti a mano. Ogni capo rappresenta un paese diverso: Italia, Giappone, Russia, Sudafrica, India, Emirati Arabi, Australia e tanti altri. Gli abiti diventano così ambasciatori di pace, valorizzando, attraverso la moda e l’arte, l’immagine delle donne, le loro tradizioni e identità.

 

L'evento che rende omaggio a tutte le donne del mondo nasce da un'idea di Antonella Ferrari, ideatrice del corso di laurea in Scienze della Moda e del Costume all'università di Roma La Sapienza e del FreeTime Magazine, ambasciatrice e operatrice di pace nel mondo. Il progetto "Arte e moda" è un viaggio immaginario lungo le vie della moda e del costume, in cui gli abiti prendono forma da tradizioni di tutto il mondo e la donna diventa simbolo di pace, solidarietà e dialogo tra culture diverse.

 

"Woman in the world" andrà in scena sia al mattino, durante il consueto brunch domenicale, che al pomeriggio, al termine del "Plaza Afternoon Tea".

Prosegue infatti con successo il brunch della domenica aperto agli ospiti e al pubblico dalle 13.00 alle 16.00, nel maestoso Salone Mascagni.

Tutte le domeniche è possibile gustare a buffet deliziose proposte culinarie: dall'angolo dei formaggi italiani freschi e stagionati con i suoi contrasti e confetture di zenzero, alla selezione di salumi con ricercatezze regionali e mostarde di verdura, fino alle torte salate di formaggi e verdure, salmone affumicato con insalata di rucola e uova strapazzate, omelette con verdure ripassate, insalata di gamberetti, bietola spadellata e sedano rapa, farro saltato con funghi, broccoli e zucca, treccia di bufala e pomodori, avocado e rafano fresco, ceviche di legumi e tartare di spigola.

 

Lo chef Umberto Vezzoli propone inoltre “radici del mondo”, un’esperienza originale che promuove uno stile di vita sano e divertente attraverso i sapori, i colori e i profumi delle radici ricche di proprietà benefiche, provenienti da varie parti del mondo. Ecco le proposte più originali: gea radici del mondo (manioca, patata dolce, rapa rossa, carota viola, pastinaca) saltate con bocconcini di pollo al cumino, insalata di Scorzonera con cavolo viola all’aceto di mele, melanzane farcite di carote viola e daikon saltate allo zenzero, wok di pastinaca, carote, patate e formaggio feta al coriandolo fresco, hummus di rapa rossa e burrata al sesamo nero.

Non manca l’angolo del pasticcere con torta alle carote, mousse al cioccolato e lamponi, creme caramel, tagliata di frutta fresca, torta di pere al cioccolato, muffin alle carote e rapa viola, cheese cake cotto, mousse all’arancia, tarte tatin al caramello. In accompagnamento, centrifughe detox, a base di frutta e spezie, acqua aromatizzata, succhi d'arancia, pompelmo, ananas e una la selezione di vini della cantina. (€66,00 a persona, bevande incluse).

Inoltre, è possibile ordinare un primo e un secondo piatto dalla cucina scegliendo tra: penne integrali al ragù di verdure, pappa al pomodoro con riso venere agli aromi, raviolo di carne al cacio e pepe (€24,00), timballo di porri con scorzonera e vellutata di carote al ginepro, arrosto di vitello con cavolo viola e castagne, bocconcini di pescatrice con daikon, rapa bianca al gomasio e curcuma (€30,00).

 

E prosegue con altrettanto successo nel Salone delle Feste il "Plaza Afternoon Tea", aperto tutti i giorni dalle 15.00 alle 18.00 agli ospiti e al pubblico, con una selezione dei migliori e tra i più rari tè e una vasta scelta di prelibatezze. (€24,00 a persona).

Tra gli alberghi storici della capitale, il Grand Hotel Plaza, ospitato da quasi un secolo e mezzo nell'antico Palazzo Lozzano di Via del Corso a Roma, progettato dall'arch. Antonio Sarti è divenuto negli anni luogo di incontro e di scambio culturale. Negli ultimi 15 anni, il Grand Hotel Plaza ha avviato un importante processo di restauro conservativo che ha coinvolto l’intero palazzo: dal fastoso salone principale, con i suoi stucchi, vetrate liberty, cornicioni dorati e i suoi giganteschi lampadari in cristallo fino alle camere e suite e alle terrazze panoramiche.

 

 

 

Per informazioni e/o prenotazioni: GRAND HOTEL PLAZA www.grandhotelplaza.com

tel. 06.67495 mail: Fbmanager@grandhotelplaza.com Via del Corso 126, 00186 Roma


[M.V. Anno X - Nr 1569 del 24.02.2020] | Eventi

Elisir di Lunga vita, a Limone sul Garda


Il prossimo 1 marzo sarà presentata la nuova equipe che seguirà gli sviluppi medici, genealogici e scientifici della popolazione di Limone sul Garda, per approfondire una delle più sensazionali scoperte scientifiche: l’apo AI-Milano, gene Limone.


Il 1° marzo 2019, alle ore 20.00 - presso il Centro Congressi “Daniele Comboni” - sarà presentata la nuova equipe di medici che si occuperà di seguire i Limonesi e i non Limonesi, portatori del primo mutante delle apolipoproteine umane (apo AI-Milano, gene Limone). Ad oggi sono portatori certificati circa 40 abitanti di Limone sul Garda, oltre a 7-8 ex-Limonesi residenti in Italia o all’estero.

 

Parteciperanno all’incontro il Prof. Cesare Sirtori, decano delle ricerche sull’apo AI-Milano e i membri della nuova equipe: i Professori Marcello Rattazzi e Nicola Ferri dell’Università di Padova, la Prof.ssa Laura Calabresi, il Dott. Massimiliano Ruscica e la Dott.ssa Chiara Pavanello, dell’Università di Milano.

La nuova equipe ha obiettivi molto ambiziosi di indagine. Di recente l’apo AI-Milano si è dimostrata uno strumento di grande efficacia nel trattamento dello scompenso cardiaco, nei test su animali da laboratorio. Il Prof. De Gest, dell’Università di Lovanio, ha dimostrato che animali con scompenso cardiaco traggono grande beneficio da ripetute iniezioni del prodotto mutante. Si attendono dati clinici a supporto di questa possibile terapia, per la malattia del cuore a più alta crescita nel mondo.

E’ stata scoperta anche la possibilità di somministrare l’apo AI-Milano in un latte geneticamente modificato, come dimostrato dal Prof. Giovannoni dell’Università di Pisa. Anche in questo caso in piccoli animali si è vista una forte riduzione delle placche di arteriosclerosi. Questo tipo di trattamento potrebbe ridurre il costo della terapia HDL, per ora ancora eccessivamente elevato.

La nuova equipe si propone di studiare, a distanza di tempo, quali siano state le effettive modificazioni cardiovascolari strutturali e funzionali verificatesi nella popolazione studiata in precedenza. I portatori saranno sottoposti a un nuovo studio cardiovascolare completo, comprendente l’analisi della funzione endoteliale, la determinazione del danno vascolare periferico (carotidi e arti inferiori) oltre allo studio della funzione cardiaca e degli apparati valvolari.


Che cos’è l’Apolipoproteina A-1 Milano?
Storia di una delle più sensazionali scoperte scientifiche dello scorso secolo

La storia dell’apolipoproteina A-1 Milano ha inizio nel 1979 a Milano, col ricovero in ospedale di un impiegato delle ferrovie, originario di Limone sul Garda.
I risultati degli esami sbalordiscono i medici: il paziente ha sia il colesterolo sia i trigliceridi con valori molto alti ma non mostra danni rilevanti alle arterie e al cuore.

I medici decidono di indagare più a fondo e scoprono qualcosa di sorprendente nel sangue del paziente, di sua figlia e di suo padre: una proteina anomala, che i ricercatori battezzano A-1 Milano dandole, come di consuetudine, il nome della città in cui è stata scoperta.
L'Apo A-1 è la principale componente delle lipoproteine ad alta densità (o HDL), cioè il cosiddetto colesterolo “buono”.

L'apolipoproteina A-1 Milano è una mutazione naturale della proteina A-1, che si comporta in maniera anomala, ma benefica, risultando un’arma estremamente efficace contro arteriosclerosi e infarto. Per effetto di questa proteina i grassi sono “spazzati” a gran velocità dalle arterie e convogliati al fegato dove vengono eliminati.

Gli studi proseguono sempre più intensamente: tutti gli abitanti del paese vengono sottoposti a prelievi del sangue e ad approfondite indagini ematiche. Viene così scoperto che un notevole numero di residenti è portatore del gene.
Gli studi successivi mirano quindi a capire il motivo per cui questa mutazione sia avvenuta proprio a Limone, e a sviluppare eventuali usi in ambito medico.
Ricercando negli archivi comunali e in quelli storici tenuti fino alla seconda metà dell’Ottocento dalla chiesa parrocchiale di San Benedetto, si riesce a individuare un comune denominatore tra tutti i portatori: la coppia Cristoforo Pomaroli e Rosa Giovanelli, sposatisi nella seconda metà del 1700, mentre la comparsa dell’apolipoproteina potrebbe risalire al 1644 o forse anche in epoca antecedente.

Tra le principali cause della mutazione e della sua trasmissione, spiccano i numerosi matrimoni tra consanguinei, principalmente dovuti all’assenza di una strada che permettesse agevolmente di interfacciarsi con il resto del mondo. La costruzione della strada Gargnano – Riva, un vero capolavoro dell’ingegneria dell’epoca con le sue lunghe gallerie scavate nella roccia a pochi metri dal lago, avvenne, infatti, soltanto tra il 1929 e il 1931, aprendo il paese al mondo e al turismo.
Negli anni successivi alla scoperta, gli studi di alcuni dei maggiori laboratori del nord d’Europa e degli Stati Uniti si concentrano su Limone. Tutto ciò solo grazie alla preziosa collaborazione degli abitanti, che si sono resi disponibili, sottoponendosi di buon grado a numerosi esami clinici, onorati di poter essere utili alla scienza. È stato così possibile sintetizzare l’A-1 Milano, trasferendo in alcuni batteri la capacità di riprodurre la proteina. Agli inizi degli anni Novanta vengono condotti i primi importanti esperimenti sugli animali e i risultati sono estremamente positivi: iniettando la proteina clonata si osserva una notevole riduzione delle placche lungo le pareti delle arterie.

Alla fine degli anni ‘90 le ricerche continuano, anche se con minor clamore, ma nel novembre 2003 un gruppo di ricercatori della Cleveland Clinic Foundation, guidati da Steven Nissen, riesce a produrre un farmaco sperimentale che viene somministrato a quarantasette soggetti affetti da gravi forme di arteriosclerosi: in sole sei settimane si ottiene una riduzione media del 4,2% della placca.
I riflettori di tutto il mondo sono puntati su Limone: potrebbe trattarsi della scoperta più importante del decennio. La notizia che la sintesi in laboratorio della proteina potrebbe concretamente portare alla produzione di un farmaco in grado di curare le più gravi patologie cardiovascolari, riporta decine di giornalisti e troupe televisive per le stradine e gli stretti vicoli del paese.

L’attenzione cresce ancora nel maggio 2004 quando Limone ospita, in un importante convegno scientifico internazionale, i maggiori esperti americani ed europei responsabili degli sviluppi nella cura delle malattie cardiovascolari attraverso l’apolipoproteina. La riunione è un’occasione per confrontarsi su questioni mediche, ma anche per discutere della particolare longevità degli abitanti del paese che, grazie alla sana alimentazione mediterranea (ricca di pesce di lago, olio e agrumi locali) e alle favorevoli e uniche condizioni climatiche (Limone, infatti, è il luogo più settentrionale dove vengono coltivati gli agrumi), hanno un’aspettativa di vita molto elevata.

Questi doni, che sono stati per lungo tempo ben custoditi dai limonesi, vengono ora condivisi con i numerosi e spesso ignari turisti, che trascorrono sereni le loro vacanze in questa tranquilla destinazione turistica del lago di Garda “facendosi anche del bene”.

Le belle notizie intanto continuano: l’equipe medica del professor Sirtori, farmacologo milanese, ritornata nel paese per effettuare delle analisi sui nuovi nati, figli dei portatori del gene, riesce a individuare nel sangue di ben otto bambini la preziosa proteina. Il gruppo di fortunati portatori si allarga, protraendo così, per oltre 300 anni, l’affascinante storia dell’Elisir di lunga vita, mutazione che di generazione in generazione è riuscita a sopravvivere fino ai giorni nostri, dando speranza a tante persone affette da malattie cardiovascolari.
Il paese di Limone, orgoglioso dell’attenzione riservatagli, decide di documentare questa straordinaria scoperta, lasciando un’indelebile testimonianza nel nuovo Centro di documentazione del turismo, inaugurato nell’ex palazzo municipale.

In seguito, il 26 maggio 2007, l’università Bocconi di Milano sceglie Limone come sede per la nona conferenza annuale della fondazione Rodolfo Debenedetti sul tema “Health, Longevity and Productivity”, si discute di qualità della vita, salute, scienza e società.
La sperimentazione nel frattempo continua e la proteina torna ad essere al centro dell’interesse del mondo della medicina cardiovascolare nell’ottobre 2012 quando la Fondazione Carlo Sirtori di Milano organizza, proprio a Limone sul Garda, il congresso scientifico internazionale “Present status of HDL Therapy” al quale prendono parte i massimi esperti nel settore per discutere dello stato attuale della terapia con HDL.

Durante il convegno viene annunciato che in pochi anni dovrebbe essere immesso sul mercato un nuovo farmaco per la cura delle malattie cardiovascolari, sintetizzato dall’apolipoproteina A1 – Milano, ricavata dalla proteina limonese.

Siamo in attesa che tutto questo si trasformi presto in un nuovo traguardo della ricerca e tutte le persone affette da malattie cardiovascolari possano trarre beneficio e vivere a lungo in salute e, perché no, trascorrere le loro vacanze nell’oasi limonese, luogo d’origine dell’elisir di lunga vita.


[M.V. Anno X - Nr 1461 del 25.02.2019] | Eventi

I Giardini di Castel Trauttmansdorff


''l’8 novembre ospitano “Naturae et Purae''


I Giardini di Castel Trauttmansdorff per la seconda volta ospiteranno l’8 novembre, nella storica sala Deuster di Castel Trauttmansdorff, il Convegno dedicato alla naturalità e purezza del vino, “Naturae et Purae”.
Interverranno specialisti ed esperti nell’ambito del vino, dei cibi fermentati e dell’alimentazione come Andrea Paternoster, Carlo Nesler, Mario Pjer, Gae Saccoccio e il dottor Lucio Lucchin, confrontandosi sul quesito: “Vino veleno o alimento? Alle radici del bere”.

 

Naturae et Purae, inoltre, sarà l’appuntamento inaugurale della 27^ edizione del Merano WineFestival e si svolgerà in un contesto d’eccezione come i Giardini di Castel Trauttmansdorff, il cui coinvolgimento in questa nota manifestazione meranese, che ha come protagonista il vino, nasce naturalmente dallo stretto legame tra i Giardini e il territorio. Una parte di essi infatti è dedicata al Vigneto dell’Alto Adige con le undici antichissime varietà autoctone, dove è situato anche il Tabernacolo, una sorta di scrigno dei tesori che risalgono ad un passato molto remoto: una copia in oro di un vinacciolo vecchio di 8000 anni proveniente dalla Georgia e vinaccioli locali di 2400 anni fa. I Giardini di Castel Trauttmansdorff, inoltre, vantano la paternità della vite Versoaln, la più grande ed antica al mondo, con i suoi oltre 350 anni d’età, situata a 600 metri d’altitudine, sul pendio settentrionale di Castel Katzenzungen a Prissiano.

 

Al termine del Convegno, i Giardini di Castel Trauttmansdorff inviteranno i partecipanti a gustare un menu à la carte a base di piatti autunnali preparato da Markus Ebner, chef del ristorante dei Giardini “Schlossgarten”, accompagnandolo con il vino scelto nel corso della degustazione precedentemente proposta. Inoltre, è prevista una visita guidata ai Giardini, soffermandosi sulla parte dedicata al Vigneto dell’Alto Adige e completando così, attraverso un’esperienza teorica e pratica allo stesso tempo, il quadro delle informazioni sulle ultime tendenze e sui nuovi punti di vista dell’articolato mondo del vino.


[M.V. Anno X - Nr 1429 del 31.10.2018] | Eventi

''SKECHERS BEACH FITNESS''


14-15-16 SETTEMBRE 2018 TORNA A BIBIONE (VENEZIA) “SKECHERS BEACH FITNESS” CON UN’EDIZIONE ESPLOSIVA. MIGLIAIA DI APPASSIONATI PER LA PIÙ GRANDE CONVENTION ITALIANA DEL FITNESS CON 10.000 MQ DI PEDANE, 14 PALCHI VISTA MARE E LE LEZIONI DEI MIGLIORI PRESENTERS INTERNAZIONALI.


Immaginate migliaia di mani che si muovono all’unisono. Immaginate una musica travolgente a far ballare migliaia di piedi con lo stesso ritmo. Immaginate il mare come sfondo e il sole addosso.

 

Questo è Skechers Beach Fitness, l’evento di fine estate divenuto ormai una tradizione, che raduna in una solo fine settimana oltre 3.200 appassionati del fitness e cultori della forma fisica, ma anche i tantissimi turisti desiderosi di chiudere nel modo più spettacolare, dinamico e coinvolgente l’estate 2018. Il 14-15-16 settembre infatti, Bibione darà il via alla 13esima edizione di questo evento dando appuntamento, come ogni anno accade in questa splendida e famosa località balneare del litorale veneziano, ai professionisti e agli appassionati del settore. Skechers Beach Fitness però si rivolge anche ai neofiti e a tutti coloro che vorranno cimentarsi per la prima volta nelle discipline più apprezzate e mettersi alla prova con le novità del momento per scoprire, chissà, una nuova passione. Tutto rigorosamente vista mare. Una vera e propria palestra sconfinata questo grandiosa convention, con 10.000 mq di pedane suddivise in 14 palchi tematici allestiti a pochi metri dal mare e centinaia di ore di lezione tenute dai migliori presenters italiani e internazionali provenienti da Cuba, Brasile, Argentina, Russia, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Grecia, Tunisia, Svizzera. Dal fitness musicale alla Zumba, dalle attività in piscina alle danze caraibiche: i contenuti non mancano. Per chi ama lo step e la dance, l’International Fitness Stage offrirà una rosa di Presenters dal grande talento. A calcare i palchi dedicati alla Zumba saranno alcuni tra i beniamini più cool di questa grande Community colorata. Il lavoro funzionale vedrà protagonisti i migliori Trainers italiani creatori di format di grande successo Chi ama ballare potrà divertirsi a ritmo del Raggaetone, del Country, del Funk , della Samba e della Salsa. Ci sarà la possibilità di boxare seguiti dai Master Trainers di rinomate Accademie. Un’area Body&Mind racchiuderà lezioni di Pilates, Yoga, Posturale con Maestri dalla M maiuscola. Si potrà sperimentare il lavoro in sospensione dell’Antigravity, sentirsi delle rockstar con il Pound Workout, ritrovare alcuni tra i più famosi format di LesMills, cimentarsi nel lavoro in acqua, sui tappeti meccanici del Walkexercise, sulle bike del Group Cycling e testare l’allenamento on the beach in versione silent con lo Street Workout. Il mondo latino americano torna protagonista a Skechers Beach Fitness in una formula arricchita di contenuti unici e artisti internazionali con Bibione Latin Beach: due intere pedane saranno infatti dedicate agli stage di ballo caraibico con grandi personaggi del calibro di Maykel Fonts - maestro stabile di tante edizioni di Ballando con le Stelle di Milly Carlucci - con la sua ballerina Sylvia Chapelli e Chiquito – sempre da Ballando con le Stelle - assieme al suo gruppo Domenican Power. Assieme a loro, altri famosi maestri quali Wilmer y Maria, Barbara Jimenez, Teresa Castaneda, Luis Camino, Jonatha Casarin e tanti altri. Se di giorno li vedremo guidare gli appassionati e i curiosi in lezioni di Salsa cubana e in linea, Bachata Sensual e Fusion, Reggaeton, Rumba, Afro e altro ancora, il venerdì sera Maykel Fonts con Sylvia Chapelli e Chiquito con i Domenican Power si renderanno protagonisti dalle 20.30 di un grande pre-serata in Piazza Treviso, nel centro di Bibione. Benessere fisico e mentale, svago e spensieratezza è il mix vincente di questo week-end le cui giornate culmineranno con gli immancabili party on the beach del venerdì e del sabato sera, prolungando il divertimento fin dopo il tramonto. Proprio il sabato, Skechers Beach Fitness ospiterà come special guest Dj Shorty, all’anagrafe Francesco Sortino, direttamente dal programma “Albertino Everyday” di Radio Deejay, media partner dell’evento già dalla scorsa edizione. Un Pacchetto INTERO WEEKEND permetterà agli iscritti di accedere senza alcuna limitazione a tutti i palchi ma sarà anche possibile dedicarsi ali soli balli latino americani con un Pacchetto LATIN&FUN, visitare la kermesse solo l’ultimo giorno con un Pacchetto DOMENICA o acquistare SINGOLE LEZIONI per dedicare il resto del tempo al mare, al relax e alla tintarella. Skechers Beach Fitness è inoltre a misura di bambino e pensa ai piccoli partecipanti e ai loro genitori: per i ragazzi dai 12 ai 17 anni sarà previsto l’accesso gratuito alle lezioni mentre per i bambini dai 6 ai 12 anni sarà a disposizione un servizio gratuito di miniclub con attività creative, ludiche e motorie. Per il secondo anno consecutivo, il Title Sponsor della manifestazione sarà Skechers, leader mondiale nella produzione di calzature con oltre 3.000 modelli per uomo, donna e bambino. Protagoniste dell’edizione 2018 saranno le collezioni Sport e Performance del brand americano, perfette per affrontare al meglio le tante discipline e attività presenti nel lido veneto. “Il Beach Fitness di Bibione rappresenta un’occasione ideale per incontrare il nostro pubblico, fatto di professionisti e appassionati del fitness,” commenta Sergio Esposito, General Manager di Skechers USA Italia. “Ecco perché anche quest’anno abbiamo scelto di essere accanto a loro in questo appuntamento irrinunciabile di fine estate”. Le iscrizioni chiuderanno giovedì 23 agosto 2018 (con scaglioni di sconto per iscrizioni fino al 30 giugno 2018 e fino al 30 luglio 2018). Info: www.beachfitness.it SKECHERS Con sede a Manhattan Beach, in California, SKECHERS USA, Inc., progetta, sviluppa e commercializza oltre 3.000 modelli di scarpe lifestyle per donne, uomini e bambini e una gamma di calzature performance per donne e uomini. I modelli SKECHERS sono presenti negli Stati Uniti e in oltre 170 Paesi di tutto il mondo e sono in vendita presso negozi specializzati, grandi magazzini e in oltre 2.651 negozi di proprietà e di terzi, oltre che sul sito e-commerce skechers.com. L’azienda vanta inoltre una rete internazionale di filiali in Canada, Giappone, Europa e America Latina, joint venture in Asia e Medio Oriente e distributori in tutto il mondo. Per maggiori informazioni visitate il sito www.it.skechers.com e seguite la pagina Facebook Skechers Italia www.facebook.com/SKECHERSItalia SPORTFELIX Raduni Sportivi è un Tour Operator italiano che da oltre vent’anni opera nel panorama del Turismo Sportivo focalizzando la propria attività nell’ideazione, promozione e organizzazione di eventi a forte valenza partecipativa, viaggi di istruzione, camp e ritiri sportivi. Una realtà aziendale consolidata che si rivolge a quanti desiderano scegliere per sé e per i propri familiari una vacanza basata sul “riposo attivo”, qualunque sia la preparazione atletica, l’età e la forma fisica. Oltre a vantare partnership con alcune tra le più importanti aziende internazionali, Raduni Sportivi collabora da sempre con la Federazione Italiana Pallavolo (Fipav) nell’organizzazione e nella promozione di progetti mirati allo sviluppo dell’attività sportiva giovanile. CONTATTI STAMPA BEACH FITNESS Alessandra Sottovia, Michela Zipponi ufficiostampa@radunisportivi.it Tel. +39 041 5950612 Cel. +39 342 0469244 SKECHERS ITALIA Micol Invernizzi, Marketing Manager Tel. +39 039 9633700 micolinv@eu.skechers.com BPRESS Alexandra Cian, Serena Roman Tel. +39 02 72585.1


[M.V. Anno X - Nr 1402 del 09.07.2018] | Eventi

Al Gerundium Fest si beve Birra FORST


Con il Gerundium Fest, dall’ 8 agosto all’ 8 settembre, 31 serate offerte dalla provincia di Bergamo per chi ha voglia di rilassarsi ascoltando musica live, bevendo ottima birra e degustando tipici piatti. 


Come ogni anno, dal 1999, la manifestazione bergamasca è uno degli appuntamenti estivi più attesi da migliaia di persone.

 

Il Gerundium Fest offre serate a ingresso gratuito per tutta la famiglia, dove anche i più giovani possono divertirsi cantando sotto le stelle. La proposta musicale è molto varia: tutti i partecipanti possono assistere a performance di musica italiana con tributi ad alcuni dei più grandi cantautori italiani come Max Pezzali, Jovanotti e Lucio Battisti. Al Gerundium Fest non mancano dei punti di ristoro, dove si può gustare l’ottima birra FORST. Sarà l’immancabile FORST Festbier, appositamente prodotta per feste ed occasioni speciali, a rinfrescare artisti e visitatori nelle calde giornate di luglio: corposa e beverina, si caratterizza per la sua perfetta armonia tra luppolo e malto. In alcuni punti bar dedicati alle specialità sarà, inoltre, possibile degustare la Weihenstephan Hefe Weissbier dal gusto fruttato e floreale e la FORST Sixtus dal gusto vellutato con marcato sentore di malto e note calde di caramello tostato e speziato. *** Dal 1857, Birra FORST è un’azienda nella quale tradizione e modernità sono in perfetta sintonia. Da cinque generazioni è gestita dalla stessa famiglia proprietaria che, nel corso degli anni, ha sempre difeso i principi di qualità nel rispetto della natura, investendo continuamente in nuove tecnologie, per garantire un’alta qualità delle proprie specialità birrarie. Oggi Birra FORST è un’azienda d’importanza e mercato nazionale, con una produzione annua di oltre 800.000 hl ed è anche l’ultimo grande brand, a gestione famigliare, rimasto indipendente in Italia, tenendo alti i principi della qualità, delle tradizioni regionali e della tutela dell’ambiente.


[M.V. Anno X - Nr 1402 del 09.07.2018] | Eventi

A luglio sulla Terrazza Montemartini è tempo di party sotto le stelle


A Roma luglio è all'insegna della buona musica e di aperitivi all'aperto in totale relax. 


Ad organizzarli è la Terrazza Montemartini, all'ultimo piano di Palazzo Montemartini, nel cuore della città eterna. A partire da giovedì 5 luglio, l'appuntamento è con un party da trascorrere sotto le stelle, a pochissimi passi dalle Terme di Diocleziano. Per rinfrescare le serate organizzate dall’albergo di lusso di Ragosta Hotels Collection (www.ragostahotels.com), tanti drink gustosi e originali, come il Martini Riserva Speciale Ambrato e tonic e il Martini Negroni cocktail Riserva Speciale Rubino. Oltre alla musica del dj set Impy, ad accompagnare le feste organizzate sulla Terrazza Montemartini ci sono gli antipasti realizzati appositamente dallo Chef Simone Strano, tra cui il gambero in tempura con salsa agrodolce leggermente piccante, l'hamburger vegetariano con cotoletta di melanzana, pomodoro, ricotta salata e basilico e la mousse di formaggio fresco aromatizzato su bisquit allo scalogno. Gli appuntamenti sulla Terrazza Montemartini, aperta al pubblico tutte le sere, proseguono a luglio con altri eventi speciali. Palazzo Montemartini (www.palazzomontemartini.com) è una struttura di charme nel centro di Roma, accanto alle Terme di Diocleziano e alla Chiesa di Santa Maria degli Angeli, progettata da Michelangelo. Meta ideale per vacanza o lavoro, anche per chi vive in città, l’albergo è stato progettato e sviluppato per accogliere ogni tipologia di ospite con raffinati elementi di high-tech e design, marmi e stucchi originali che si fondono in una cornice unica, moderna e ricercata, completata dal servizio d’eccellenza. Ragosta Hotels Collection (www.ragostahotels.com) ha sede a Roma e include 4 strutture alberghiere di lusso: l’Hotel Raito, 77 camere e suite, e il Relais Paradiso, 22 camere, in Costiera Amalfitana, con vista mozzafiato su Vietri sul Mare, La Plage Resort a Taormina, 59 camere e suite, di fronte all’Isola Bella e collegato con la funivia al centro storico, e Palazzo Montemartini, 82 camere e suite, a Roma accanto alle Terme di Diocleziano. “Define your Lifestyle” è la filosofia di Ragosta Hotels Collection per regalare agli ospiti un’esperienza che rifletta il loro stile di vita: il design delle camere e degli ambienti eleganti, la ricercatezza gastronomica e il benessere sono stati creati per la nuova generazione di viaggiatori che ama abbinare al proprio stile di vita l’unicità della destinazione per un’esperienza indimenticabile. Per fotografie in alta risoluzione: http://www.imaginecommunication.eu/web/index.php?option=com_phocadownload&view=category&id=25:foto&Itemid=1249&lang=it Per informazioni: Palazzo Montemartini, www.palazzomontemartini.com Largo Giovanni Montemartini 20, 00185 Roma Tel.06.45661, info@palazzomontemartini.com Facebook https://www.facebook.com/PalazzoMontemartiniRome/ Instagram https://www.instagram.com/palazzomontemartini_roma/ Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, Via della Giuliana 58, 00195 Roma. Tel. 06.39750290 www.imaginecommunication.eu Lucilla De Luca lucilla@imaginecommunication.eu Cell. 335.5839843 Valeria Benincasa ufficiostampa@imaginecommunication.eu Cell. 339.8994154


[M.V. Anno X - Nr 1399 del 03.07.2018] | Eventi

Birra FORST, la bevanda ufficiale di Suoni di Marca, dal 19 luglio a Treviso


Anche quest’anno Birra FORST sarà lo sponsor ufficiale di Suoni di Marca Festival che, giunto alla sua 28esima edizione, dal 19 luglio al 5 agosto animerà la centenaria città di Treviso.


 “Suoni di Marca” proporrà delle serate all’insegna della musica spaziando tra diversi generi musicali; si passerà così dal blues al reggae, dalla musica classica al rock, dal trip-hop al soul e dal folk al jazz. Il Festival vedrà salire sul palco band, musicisti, cantanti e cantautori italiani e internazionali, come Nina Zilli, Marina Rei, Sergio Caputo o gli Almamegretta. Quattro i palchi: San Marco, SS. Quaranta, Caccianiga, Fra’ Giocondo, per un cartellone totalmente gratuito. La musica non sarà l’unica protagonista dell’estate trevigiana, ma anche i locali della Marca avranno la possibilità di prendere parte al festival con prodotti tipici del territorio. La rinomata birra altoatesina sarà la componente fondamentale per dissetare cantanti e visitatori nelle calde serate. Corposa e beverina, la FORST Festbier, appositamente prodotta per feste ed occasioni speciali, è ideale da assaporare in compagnia cantando sotto le stelle, mentre la FORST Sixtus, la birra doppio malto dal gusto vellutato con marcato sentore di malto e note calde di caramello tostato e speziato, è pensata per chi è alla ricerca di qualcosa di diverso e originale. Birra FORST ha pensato anche agli amanti delle birre con gusti fruttati e floreali proponendo la Weihenstephan Hefe Weissbier, che con il suo gusto delicato darà un tocco magico a queste serate. Dal 1857, Birra FORST è un’azienda nella quale tradizione e modernità sono in perfetta sintonia. Da cinque generazioni è gestita dalla stessa famiglia proprietaria che, nel corso degli anni, ha sempre difeso i principi di qualità nel rispetto della natura, investendo continuamente in nuove tecnologie, per garantire un’alta qualità delle proprie specialità birrarie. Oggi Birra FORST è un’azienda d’importanza e mercato nazionale, con una produzione annua di oltre 800.000 hl ed è anche l’ultimo grande brand, a gestione famigliare, rimasto indipendente in Italia, tenendo alti i principi della qualità, delle tradizioni regionali e della tutela dell’ambiente.


[M.V. Anno X - Nr 1396 del 17.06.2018] | Eventi

Una cena in cabinovia, evento speciale a Moso in Passiria


La funivia Grünbodenbahn di Moso in Passiria invita i buongustai amanti della natura ad un evento molto speciale. 


Il 22 giugno è infatti in programma un'originalissima cena in cabinovia: sapori da gustare e atmosfere uniche per un'appuntamento gastronomico immersi tra le montagne, una cena speciale nelle gondole della cabinovia con delizie gastronomiche e con un panorama affascinante.

 

Dopo un aperitivo insieme, si prende posto nelle cabine della funivia, dove saranno allestiti degli eleganti miniristoranti, in cui si potrà gustare un delizioso menu di 5 portate a base di prodotti regionali. I migliori cuochi della Val Passiria collaboreranno infatti con i produttori locali (itticoltura, caseificio, macelleria e contadini) per preparare piatti straordinari, che sapranno regalare un'esperienza emozionante. Moso in Passiria fa parte delle località aderenti al circuito Alpine Pearls, un network impegnato a promuovere vacanze ecocompatibili e soluzioni di mobilità innovative a tutela dell’ambiente. Moso è un paradiso del trekking nel Parco Naturale Gruppo di Tessa: un invito al trekking per tutti i gusti, dalle tranquille passeggiate e brevi escursioni agli impegnativi tour alpini o itinerari escursionistici a lunga percorrenza. Il villaggio alpino di Plan, località car-free, con la sua quiete e le tante proposte di sport è una meta ideale per chi ama il contatto diretto con la natura. (Ufficio Stampa Alpine Pearls Italia: OfficineKairos.it) Info: info@passeiertal.it - https://www.merano-suedtirol.it/it


[M.V. Anno X - Nr 1395 del 12.06.2018] | Eventi

PER FESTIVAL DEL MONTEROSSO: VINO E PAESAGGIO LA PACE DEI SENSI


Torna il festival del vino arquatese: ricco di storia e alla ricerca della fama dimenticata.


Siamo giunti all'ottava edizione del Monterosso Festival, il 28 e il 29 Aprile si ripeterà la manifestazione che dal 2011 manda in festa la via della Barricaia (Castell'Arquato - Piacenza) per promuovere il territorio.

 

Per elogiare il protagonista, vino versatile e confidenziale, si mobilitano tutti, ognuno con i suoi mezzi: con mostre d'arte, esibizioni musicali o chiamando a sostegno le prelibatezze autoctone, primo amico e accompagnatore. Sono passati secoli da quando papa Paolo III Farnese ne disquisiva con i suoi cardinali, consigliato dal suo bottigliere Lancerio che lo definiva “perfetto et buono” e si rammaricava che le intere colline intorno non fossero interamente coltivato a vite. Colline che danno nome al vino, quelle alle spalle del borgo medioevale e che a distanza di tempo, perchè si sa il tempo corre veloce e i governi della nostra provincia si susseguono ancor più rapidi, anche i Visconti decisero di apprezzare. Il loro frutto aveva fatto centro un'altra volta, con la sua aria da vecchio amico e noi ci si crede, ancora oggi mantiene il suo fascino. In tempi in cui l'aperitivo regna sovrano cosa è meglio di un Monterosso frizzante, anche per scalzare “l'erede al trono” Prosecco nella preparazione dello spritz. Ma esiste in ogni versione, e si adatta a tutto, l'amabile per fine pasto, con un buon pezzo di sbrisolona croccante, il secco per pesce delicato, strizzando l'occhio al vicino Arda, fiume su cui il paese è costruito e poggia le sue fondamenta. Dal 1984 è riconosciuto dalla DOC ombrello “Colli piacentini” e solo i 5 paesi (Vernasca, Alseno, Lugagnano, Gropparello, Carpaneto) intorno più il “capoluogo” Castell'Arquato possono produrlo: la produzione rimarrà quindi sempre di nicchia, motivo più per cogliere l'occasione del festival e venire a provarlo.

 

Non mancheranno gli stand delle singole cantine e tra gli eventi va segnalata sicuramente la degustazione di eccellenze passite piacentine a vendemmia 2007, che si svolgerà presso la galleria Transvisionismo di via Sforza Caolzio il 28 Aprile alle ore 16.


[M.V. Anno X - Nr 1382 del 27.04.2018] | Eventi

8° EDIZIONE YOGA MEETING MERANO dal 13 al 15 aprile 2018


Yoga Meeting Merano, giunto alla sua ottava edizione - dal 13 al 15 aprile 2018 - si propone come momento di ritrovo interamente dedicato alla pratica yoga, alla meditazione e alle vie olistiche di cura e di ricerca.


Lo Yoga e le discipline olistiche mirano a mantenere e ristabilire l'equilibrio e le funzionalità dell'organismo, garantendo all'individuo un buono stato di salute, prevenendo disturbi e patologie. Il meeting si propone come un ponte interculturale per offrire la possibilità ai praticanti yoga di conoscere insegnanti italiani e stranieri in un week end di primavera a Merano, beneficiando di giardini, verde, natura, della vista sulle montagne e delle famose terme. Il tema di questa edizione sarà "Yoga Good News", una occasione per sottolineare le recenti ricerche scientifiche che testimoniano la validità dello yoga per combattere lo stress, la depressione e perfino il declino cognitivo degli anziani. Durante i due giorni, alle lezioni yoga seminariali si affiancano numerose open-class, conferenze, green workshop e dimostrazioni da parte di operatori olistici. Per maggiori informazioni sul programma: www.yogameeting.org Nello splendido edificio liberty del Kurhaus, le sue ampie e luminose sale accoglieranno i praticanti yoga esperti ma anche chi sia intenzionato a fare una prima esperienza, proponendo classi adatte ai vari livelli. Al desk di accoglienza operatori esperti aiuteranno a scegliere le esperienze più adatte alle esigenze di ciasuno. Tutti gli insegnamenti saranno impartiti in italiano e in tedesco. Stand informativi delle scuole yoga e dei centri olistici saranno a disposizione dei visitatori. Un catering vegano, specialmente studiato per favorire l'energia e la leggerezza, sarà a disposizione di tutti: tra le sue specialità il "cioccolato crudo". Per ulteriori informazioni: www.merano.eu Associazione Artè: www.yogameeting.org


[M.V. Anno X - Nr 1363 del 01.03.2018] | Eventi

Birra FORST accompagna le pazze corse di Crazy Bob


La famosa birra altoatesina partner del più spettacolare, simpatico, divertente evento sulla neve: Crazy Bob - Corse pazze sulla neve - a Forni di Sopra (Ud) dal 2 al 4 marzo 2018


A Forni di Sopra (Udine), dal 2 al 4 marzo, va in scena la divertente follia di Crazy Bob, evento biennale capace di attirare migliaia di persone per giocare e lasciar spazio alla fantasia. Crazy Bob, giunto alla decima edizione, è la corsa più pazza di slitte e si svolge sulle piste innevate in località Davost. Le abbondanti nevicate di questa formidabile stagione hanno conferito al paese un aspetto decisamente invernale e le piste sono pronte ad accogliere i concorrenti di questa incredibile manifestazione, grazie anche all'impegno profuso dal Comune di Forni di Sopra e PromoTurismo FVG. Si tratta di un evento molto atteso al quale partecipano tutti coloro che, con notevole inventiva, capacità manuale e una piccola dose di pazzia, vogliono giocare e divertirsi sulla neve. Parteciperanno all'evento una quarantina di equipaggi, composti generalmente da 5 concorrenti, provenienti principalmente da tutto il Friuli Venezia Giulia e dal vicino Veneto. Birra FORST sarà presente con dei punti vendita in prossimità dell'area di gara con la sua specialità birraria FORST 1857. Durante il weekend di gara in prossimità del tracciato e nei locali di Forni di Sopra saranno organizzati diversi party, tutti con l'immancabile birra FORST 1857: questa specialità di Birra FORST si beve direttamente dalla bottiglia, è morbida all'assaggio, con richiami sfumati di malto, miele ed acacia e un aroma estremamente puro, con leggeri sentori di luppolo.


[M.V. Anno X - Nr 1363 del 01.03.2018] | Eventi
Pubblicit