Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

un libro alla scoperta della città di Merano


“Collezionare Merano”: un libro alla scoperta della città Questa e tante altre iniziative della Primavera Meranese


Nell’ambito della Primavera Meranese, il Festival che, giunto alla terza edizione, si svolge a Merano per festeggiare con tanti tipi di eventi l’arrivo della primavera, il 7 aprile alle 11,30, è prevista la presentazione del libro per bambini, ma non solo, dell’artista statunitense Steven Guarnaccia “Collezionare Merano”, edito da Corraini.

 

Per l’occasione sarà creata anche un’aiuola dedicata e l’autore, sempre nella mattinata del 7 aprile, terrà presso la Biblioteca Civica un laboratorio per i bambini delle scuole elementari ispirato al suo libro. Il progetto “Collezionare Merano” trae ispirazione dal patrimonio di Ópla, l’Archivio del libro d’artista per bambini, fondo speciale della Biblioteca Civica di Merano, che da vent’anni raccoglie opere create da artisti (pittori, scultori, designer, ecc…) che, nell’ambito del proprio percorso, si sono confrontati, anche in modo occasionale, con il mondo dell’infanzia, progettando libri per bambini dalla scelta dei materiali da utilizzare, al formato, al tipo di impaginazione, alla rilegatura. Il libro è una simpatica guida alla scoperta della città attraverso due cugini, Ava e Otto, piccoli collezionisti che decidono di incontrarsi a metà strada rispetto a dove abitano: Merano. Ava infatti è di Roma, mentre Otto abita a Berlino; lei adora collezionare pelucchi, cose bianche e nere, ma soprattutto foglie interessanti; lui è appassionato di tappi di bottiglia, conchiglie, ma soprattutto di cupole e campanili, che custodisce gelosamente in camera sua sotto campane di vetro. A Merano Ava e Otto scoprono che, oltre a trovarsi in abbondanza ciò che loro già collezionano, esistono moltissime altre cose interessanti per creare nuove raccolte. Visitano il Museo Civico, corrono per tutta la città e sulla passeggiata Tappeiner fino alla Polveriera. Se Ava è entusiasta per le molteplici foglie che trova lungo i sentieri e nel giardino delle erbe, Otto cerca invano di prendere al lazo il campanile del Duomo. Lo scopo del libro è ovviamente quello di mostrare in modo giocoso Merano, vista con gli occhi curiosi e vivaci di un bambino, che rappresenta il “visitatore ideale”, da coinvolgere e stupire. A tale proposito, prendendo come spunto il libro di Guarnaccia, saranno creati degli “atelier viaggianti”, laboratori per bambini, che si spostano attraverso gli spazi pubblici della città, lungo le passeggiate d’Inverno e d’Estate, sulla Passeggiata Tappeiner, nel quartiere Steinach e presso il Mercato Meranese. Oltre alla presentazione del libro, per la Primavera Meranese sono in programma diverse altre iniziative. La Via dei Portici, ad esempio, sarà tutta decorata con degli ombrelli bianchi da cui penderanno decorazioni floreali e che si illumineranno di sera; Piazza Rena si trasformerà in una “zona relax”, con 20 sedie sdraio, uno scaffale BookCrossing e un allestimento realizzato dalle Giardinerie Comunali. Anche il Parco creato dall’apertura al pubblico del campo di polo dell’Ippodromo sarà un’ulteriore zona relax con 100 sedie sdraio, ma aperta solo di pomeriggio. Inoltre, Via Cassa di Risparmio sarà adornata con il campanile del Duomo ricreato con Leylandii in arte topiaria, con una base decorata con fiori, circondata da foglie ispirate a quelle delle immagini presenti nel libro di Guarnaccia. Queste foglie, la copertina del libro di Guarnaccia e l’ombra del campanile saranno disegnati sull’asfalto con la tecnica del green graffiti, utilizzando cioè una mescola assolutamente biocompatibile di yogurt e cellulosa, nebulizzata attraverso speciali sprayer. Per ulteriori informazioni www.meran.eu


[M.V. Anno X - Nr 1278 del 20.03.2017] | Regioni e province

Sannio Autentico


"Sannio Autentico": turismo, e-commerce ed alta formazione per promuovere la provincia piccola e bella d'Italia


Un brand di promozione turistica e valorizzazione del territorio e delle eccellenze di Benevento e della sua provincia con un testimonial d'eccezione, il jazzista Luca Aquino, che ha accettato di rappresentare il suo territorio, supportando questa intrigante iniziativa.

 

Tutto questo è "Sannio Autentico", progetto ideato dalla Confederazione Nazionale Artigianato sezione di Benevento, presentato ufficialmente lo scorso 3 febbraio, con una conferenza stampa nel foyer del Teatro De Simone di Benevento alla presenza dei vertici della Cna (erano presenti il delegato nazionale al turismo dell'associazione di categoria, Cristiano Tomei ed al vicepresidente nazionale, Giuseppe Oliviero) e dell'assessore regionale alle Attività Produttive, Amedeo Lepore, che hanno salutato positivamente la nascita di un brand territoriale "100% made in Sannio", già pronto ad offrire un servizio "autentico e di qualità" del territorio: "Una sfida necessaria - ha sostenuto il presidente Cna Benevento, Antonio Catalano- visto che con "Sannio Autentico" intendiamo promuovere l'artigianato di qualità e l'enogastronomia locale e proporre una nuova offerta turistica del territorio. La provincia "piccola e bella d'Italia" non ha bisogno di rincorrere mercati fuori dalla sua portata, ma deve fortemente puntare su quello che realmente la contraddistingue e può farla emergere definitivamente". Ecco perchè "Sannio Autentico" punterà tutto sulla promozione delle reali bellezze del territorio: l'artigianato nel senso ampio del termine. Il Sannio possiede un'autenticità certificata: 10 borghi "Città del Vino", 4 "Città dell'Olio", 2 "Città della Ceramica", 1 "Città del Liquore", 1 "Città del Tartufo", 12 "Città della Nocciola", 1 "Città Slow", 2 borghi con "Bandiera Arancione Touring Club" e uno nel club "Borghi più belli d'Italia", senza tralasciare l'inestimabile patrimonio artistico (Benevento città Unesco) oltre ad una vera e propria "valanga" di prodotti tipici certificati: 2 "Presidio Slow Food", 2 DOP Campania, 2 IGP Campania, 1 vino DOP -DOCG, 2 vini DOP - DOC, 3 vini I.G.T e oltre 120 prodotti tradizionali riconosciuti dalla Regione Campania tra liquori, carni fresche, formaggi, paste, dolci, preparazioni della gastronomia, prodotti di origine animale e prodotti di origine vegetale. Un vero e proprio patrimonio dal valore inestimabile, dove, oltre alla qualità ed alla filiera corta, c'è dietro un incredibile ed affascinante storia del prodotto tramandata da generazione in generazione. Se a questo aggiungiamo che il Sannio è terra di "Santi e Streghe", di eventi unici e di storie millenarie, è facile immaginare le enormi potenzialità di un territorio che deve puntare sulle sue qualità per entrare nel turismo che conta. "Un'offerta reale e concreta che non vuole assolutamente contrapporsi ad altre valide iniziative territoriali - ha continuato Catalano - ma Benevento ed il Sannio avevano fortemente bisogno di un marchio territoriale. "Sannio Autentico" nasce anche per la necessità di guardare fuori i confini provinciali: i nostri interolcutori sono la Regione Campania e, ovviamente il mondo Cna nazionale che si apre sempre di più ad un turismo di eccellenza, consapevole dell'enorme potenziale del "made in Italy". In cantiere anche un "gemellaggio turistico" con la Reggia di Caserta: "Impossibile e da stupidi ignorare un patrimonio del genere, a pochi km dal Sannio. Abbiamo già pensato ad un itinerario condiviso, tra Benevento, Pietelcina, la valle Telesina, S.Agata de'Goti e Caserta". L'offerta di "Sannio Autentico" punterà molto sul turismo esperenziale ed emozionale, esaltando gli "eventi-chiave" del territorio: "Abbiamo manifestazioni importanti da offrire, come le feste enogastronomiche o quelle legate alle nostre tradizioni ed alle nostre leggende. Quest'anno, ad esempio, sono in programma a Guardia Sanframondi i "Settennali". Promuoveremo questo ed altro, sia sul territorio, invitando buyers e blogger di settore, sia esternamente con la partecipazione del marchio alle principali fiere del turismo italiane". Il progetto si avvale di un sito ufficiale (www.sannioautentico.it) dove sarà possibile trovare, nel dettaglio, qualsiasi informazione per chi intende visitare Benevento e il Sannio. Nella sezione "Territorio" è possibile farsi una prima idea di cosa c'è di "autentico" in loco e, secondo le proprie esigenze, iniziare a pianificare il viaggio. Nella sezione "Scopri e viaggia" saranno messe in vetrina le manifestazioni più suggestive e tutte le possibili attività esperenziali e i possibili itinerari che il territorio offre. Molto importante è la sezione "Formazione e Turismo", dopo l'accordo raggiunto tra Cna Benevento ed Accademia Creativa Turismo-CTS Studi che mira alla realizzazione di corsi di Alta formazione turistica sul territorio: "Non solo viaggi - ha dichiarato il numero uno della Cna sannita- si punta a creare formazione professionale per essere sempre più competitivi nel futuro. Già nelle prossime settimane lanceremo i nostri corsi e workshop professionali che si svolgeranno sul territorio. Come primo step, punteremo su corsi di accoglienza turistica, aperti non solo ai giovani che intendono avvicinarsi a questo fantastico ma complesso mondo, ma anche e sopratutto ai gestori di strutture ricettive e para-ricettive che intendono sviluppare e sfruttare al meglio le potenzialità del loro lavoro". Il brand "Sannio Autentico" potrà inoltre contare su una valida piattaforma social media: nella sezione "Contest", infatti, oltre allo sviluppo delle maggior piattaforme social (Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram, Youtube, Google +) verranno lanciate numerose iniziative per attirare nuove forme di turismo sul territorio. Lanciati anche tre hashtag specifici di promozione territoriale: oltre a #sannioautentico, che richiama l'artigianato di qualità, compariranno in tutti i post social del brand territoriale anche #ilikesannio e #mangiasannio. Il sito sarà completato nelle prossime settimane con l'aggiunta di un angolo e-commerce, "Sannio Corner": tramite il sito internet, tutti gli associati Cna, potranno mettere in vetrina i loro prodotti d'eccellenza e venderli. Un modo pratico per agevolare la vendita di prodotti "made in Sannio" ai turisti che vorranno portarsi a casa un pezzo di territorio o ai "potenziali visitatori" che potranno assaggiare il "Sannio Autentico".


[M.V. Anno X - Nr 1266 del 13.02.2017] | Regioni e province

Progetto di Cooperazione ''Brand Marche''


 #ruralmarche L’armonia di una terra tra natura, borghi e cultura La Regione punta sull’unicità dell’entroterra per intercettare nuovi flussi turistici in Europa


Ancona, 14 Dicembre 2016 – Si è svolto, presso la sede di Regione Marche, l’incontro di restituzione risultati del progetto “Brand Marche”, ideato e sostenuto dal GAL Montefeltro Sviluppo, in qualità di capofila, e da tutti i Gruppi di Azione Locale delle Marche (Montefeltro Sviluppo, Flaminia Cesano, Colli Esini, Sibilla, Piceno e Fermano) in partenariato con l’Assessorato al Turismo della Regione Marche, volto alla valorizzazione e alla promozione in Italia e all’estero dell’offerta turistica dei territori dell’entroterra e della fascia collinare e montana, dal Piceno al Montefeltro, dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini e del Gran Sasso e dei Monti della Laga al Parco Sasso Simone e Simoncello. Presenti all’incontro, aperto con il benvenuto di Marta Paraventi, Responsabile Marketing e Comunicazione Turistica Regione Marche, il Presidente di Gal del Montefeltro Bruno Capanna insieme al Direttore Tecnico Domenico Fucili e le rappresentanze dei GAL. In sinergia con gli operatori locali, coinvolti in workshop territoriali, e coerentemente con la strategia di Destination Marketing della Regione Marche, i GAL aderenti al progetto, sostenuto a livello comunicazione del claim #ruralmarche, hanno intrapreso azioni promozionali concrete volte a promuovere a molteplici target di riferimento il territorio e le sue eccellenze. Le azioni di comunicazione si sono concentrate, oltre che a livello nazionale, su alcuni paesi europei, ovvero Francia, Germania, Uk e Olanda, individuati come strategici per lo sviluppo dell’offerta turistica secondo un’analisi approfondita iniziale svolta all’interno del progetto, finalizzata all’individuazione di strategie e tattiche per posizionare il territorio dell’entroterra marchigiano come destinazione turistica, tenendo conto delle peculiarità del territorio e della sua accessibilità, dei trend turistici in atto, dei flussi dei vacanzieri in Europa, nonché del profilo e delle preferenze del turista. Il piano di comunicazione ha visto l’utilizzo di diversi strumenti di comunicazione attivati con approccio integrato. Sfruttando gli elementi di unicità e originalità propri delle Marche Rurali, e attraverso il claim #ruralmarche associato allo studio di un’immagine coordinata, sono stati prodotti contenuti video, editoriali e creativi multilingue sostenuti da una capillare pianificazione sui principali media del settore, online e offline. A scopo redazionale e pubblicitario, comunicati stampa, pubbliredazionali e brochure sono stati di volta in volta sviluppati in base ai macro temi di interesse e tradotti al fine di sviluppare un prodotto ad hoc per ogni interlocutore. Oltre alla pianificazione di fiere specializzate e affissioni all’interno dello scalo aeroportuale di Falconara, nel progetto sono state coinvolte prestigiose testate straniere generaliste e tematiche, come il Sunday Times e Bike & Travel, e i maggiori network europei di viaggi, come lastminute.it e edreams.it. Le azioni di web marketing messe in atto con focus sui mercati esteri di interesse sono state realizzate su due livelli: il primo volto ad ispirare potenziali nuovi utenti, l’altro a intercettare una domanda già esistente per tipologie di prodotti simili. Tali azioni hanno prodotto, nel primo caso, 120 milioni di visualizzazioni del messaggio promozionale diffuso e 50 mila accessi a landing page dedicate di approfondimento dei cluster, nel secondo caso oltre 17mila click e 52.000 nuovi visitatori verso il sito turismo.marche.it, sul quale sono disponibili tutte le brochure, le informazioni turistiche, il video, la photogallery e soprattutto i circa 60 pacchetti vacanza che hanno come oggetto l’offerta delle Marche Rurali. L’attività è passata infine anche per il coinvolgimento diretto della stampa internazionale dei mercati di interesse, radunata in delegazione per un press tour nella Regione e invitata ad intervenire in prima persona nel corso di workshop organizzati nei paesi target, a Berlino, Parigi, Londra e Amsterdam, volti a valorizzare e consolidare la percezione del territorio marchigiano. “Il progetto” ha sottolineato il Presidente Gal del Montefeltro Bruno Capanna “ha puntato moltissimo sulla forza del racconto: le operazioni di marketing e comunicazione sono state declinate a partire da una linea editoriale tarata sulle specificità dei mercati da raggiungere, scegliendo accuratamente contenuti, linguaggio e immagini in modo che parlassero al turista contemporaneo, che si profila sempre di più come molto esigente, informato e disinvolto nell’utilizzo della rete e delle tecnologie” e ha continuato “i disagi al territorio generati dai recenti fenomeni sismici che hanno interessato l’area, non hanno rallentato le attività, bensì rafforzato la volontà di far conoscere la straordinaria offerta del nostro territorio e di studiare nuove modalità di penetrazione nei mercati d’interesse ”.


[M.V. Anno X - Nr 1244 del 14.12.2016] | Regioni e province

Festa di Capodanno in Val Gardena


 Concerti, fiaccolate, spettacoli pirotecnici per celebrare l’inizio del nuovo anno.


La montagna è senza dubbio la meta ideale per chi vuole festeggiare al meglio il Capodanno. La Val Gardena si prepara ad accogliere il 2017 con tanti eventi per tutti coloro che trascorreranno nei suoi tre paesi gli ultimi giorni di dicembre. I festeggiamenti inizieranno mercoledì 28 dicembre in occasione dello Skishow di Capodanno con gli esperti Maestri della Scuola Snowboard&Sci 2000 di Selva, che si esibiranno in una serie di acrobazie divertenti. L’emozionante serata avrà luogo presso il Campo Frëina a Selva di Val Gardena, alle 21.30. Per questi ultimi giorni dell’anno la musica sarà protagonista di immancabili appuntamenti che cominceranno già il 28 dicembre alle ore 17.00, presso la chiesa di Ortisei, dove il coro parrocchiale di Roncadizza intratterrà il pubblico con un imperdibile concerto. Il giorno seguente, nel centro di Ortisei, dalle 17.00 alle 18.00, ci sarà un altro incontro musicale con il coro dei bambini del paese. Venerdì 30, alle ore 16.00, presso il Mountain Christmas sarà premiato il vincitore del Concorso di scultura nella neve “Nëif – Neve”. Il verdetto finale di questa competizione è il risultato del giudizio del pubblico sulle sculture realizzate interamente con la neve. Per tutti gli appassionati di musica, alla stessa ora, nella zona pedonale di Selva Gardena, il Brass Quintett Urijëi, quintetto di ottoni originario della Val Gardena, intratterrà gli ospiti con un emozionante concerto in stile natalizio. Per l’ultimo giorno dell’anno sono tanti i momenti di festa, a partire dalla fiaccolata di Capodanno a Ortisei alle ore 18.15, dove il divertimento sarà assicurato grazie ai maestri della Scuola di Sci&Snowboard di Ortisei, che si cimenteranno in salti acrobatici mozzafiato. Dopo uno spettacolo pirotecnico la festa di Capodanno inizierà alle ore 19.00 a Ortisei, inaugurata dalla musica del gruppo Urtijëi Brass. I vari bar della zona offriranno un aperitivo a base di prelibatezze, mentre a Selva i festeggiamenti partiranno dalle ore 22.00. Le piazze di tutti i paesi saranno piene di persone unite dallo stesso spirito festoso e tutto il centro di Ortisei sarà pieno di luci, colori e musica live con DJ Ondy. Per avere la possibilità di partecipare alle feste di tutti e tre i paesi (partyhopping), sarà a disposizione un nightbus fino alle 4.30 del mattino. Il primo giorno del 2017 i maestri, insieme a ex atleti della Scuola di Sci Selva, invitano tutti alle ore 21.30 a partecipare allo Skishow di Capodanno, in cui la Scuola di Sci&Snowboard di Selva Gardena si esibirà nella Fiaccolata di Capodanno, accompagnata da uno spettacolo pirotecnico. Infine, il 2 gennaio, sarà la Scuola di Sci di Santa Cristina a inaugurare il nuovo anno con un Laser Show e una Fiaccolata, insieme a musica e vin brulé.


[M.V. Anno X - Nr 1240 del 02.12.2016] | Regioni e province

SCI SOLIDALE CON TELETHON


La Thuile quest’anno ha rafforzato la sua partnership con Telethon, la Fondazione impegnata nella ricerca sulla distrofia muscolare e le malattie genetiche rare.


Oltre all’ormai consolidato appuntamento con l’evento SCI SOLIDALE CON TELETHON, previsto il 17 e 18 dicembre 2016, si aggiunge anche la possibilità, per coloro che acquisteranno uno skipass presso le Funivie Piccolo San Bernardo di La Thuile, durante tutta la stagione invernale 2016/2017, di donare almeno 1,00 euro a Telethon. A fronte di questo piccolo ma prezioso gesto l’utente riceverà una certificazione e un gadget ricordo. Sci, sport e solidarietà scendono in pista a La Thuile il 17 e il 18 dicembre 2016 con la nona edizione, SCI SOLIDALE CON TELETHON. In uno scenario naturale di immensa bellezza, su chilometri di tracciati a perdita d’occhio, distribuiti fra Italia e Francia, lo sci sposa una nobile causa, trasformando lo sport, per due giorni, in uno strumento per sostenere la Fondazione Telethon, impegnata da anni nella ricerca sulla distrofia muscolare e le malattie genetiche rare. Due giornate nelle quali sarà possibile sciare a prezzi scontati nel comprensorio internazionale Espace San Bernardo e a favore di Telethon. Le Funivie Piccolo San Bernardo, infatti, per favorire la partecipazione di un numero sempre più alto di persone e poter donare una significativa cifra a Telethon, propongono un sensibile sconto sull’acquisto del giornaliero. Sabato 17 dicembre il giornaliero avrà un costo di 25,00 euro anziché 40,00 euro e, inoltre, coloro che soggiorneranno in uno degli hotel di La Thuile la notte di sabato 17 dicembre, potranno sciare il 17 e il 18 dicembre a soli 50,00 euro (l’albergo rilascerà un voucher compilato che il cliente dovrà presentare alle casse di Funivie Piccolo San Bernardo sabato 17 dicembre 2016 per aver diritto allo skipass bi-giornaliero a tariffa speciale). Non saranno emessi giornalieri scontati nella giornata di domenica 18 dicembre 2016). Per informazioni www.lathuile.it – Funivie Piccolo San Bernardo Tel. +39 0165 884150


[M.V. Anno X - Nr 1230 del 14.11.2016] | Regioni e province

Val Gardena Active “Ladies Special”


 Un programma di attività estivo e intrigante, dedicato alle donne


Val Gardena Active, dopo l’offerta dedicata ai bambini “Kids Active”, propone un programma settimanale per l’estate 2016 ideato apposta per le donne che vogliono trascorre una vacanza in questa incantevole valle delle Dolomiti interessandosi a una serie di aspetti di carattere culturale, culinario e sportivo.

 

Le attività di “Ladies Special” sono varie, con un comune denominatore però: il relax. Le giornate saranno quindi piacevolmente impegnate tra escursioni a piedi, sport mattutino e corsi di cucina e ancor più divertenti se condivise con un’amica, con la propria mamma o sorella. Il programma “Ladies Special” prevede: - il lunedì l’Escursione naturalistica nel Parco Naturale, Patrimonio dell’Umanità’ Unesco, sotto le Odle; - il martedì “Vieni e cucina con la contadina Anna”: corso di cucina con una contadina con la passione per le antiche ricette tradizionali ladine. I piatti (mezzelune di spinaci “Crafuncins” e Strudel) saranno preparati nella cucina tirolese di Anna e gustati insieme nella tipica “Stube”; - il mercoledì “Un viaggio nel mondo delle erbe medicinali in uno dei masi più antichi della Val Gardena”: in un salotto del 13° secolo, un esperto illustrerà le virtù e le applicazioni delle erbe medicinali della zona con degustazione di prodotti; - il giovedì “eMTB Tour con colazione ePowered by Bosch”: tour di mezza giornata con mountain bike elettriche, che parte da Selva di Val Gardena e conduce, attraversando Santa Cristina e Ortisei, alla Baita Costamula, dove si gusterà una ricca prima colazione, sana ed equilibrata; - il venerdì “Escursione multisensoriale Col de Flam”: vivere la natura con tutti i sensi, ascoltare, toccare, annusare, guardare, gustare ciò che la natura mette a disposizione; - il sabato “Stretching all’aria aperta”. Attraverso questo ricco programma è possibile scoprire quanto la Val Gardena è in grado di offrire dal punto di vista naturalistico, ma non solo. Alla fine di un’intensa giornata, ad esempio, i centri delle cittadine di Ortisei, Santa Cristina e Selva di Val Gardena sono un’ottima meta per dedicarsi a bere un aperitivo in compagnia o allo shopping. E’ consigliata anche una visita al Museum Gherdëina per conoscere la storia e la cultura gardenese. Il museo, nelle varie parti, ha diverse sezioni dedicate alle sculture antiche e alla produzione di giocattoli, che testimoniano l’arte dell’intaglio del legno dal VII secolo a oggi. Ogni attività proposta dal programma “Ladies Special” ha un costo diverso, con importanti riduzioni per i partner Val Gardena Active. Per informazioni: http://www.valgardena-active.com


[M.V. Anno X - Nr 1143 del 20.05.2016] | Regioni e province

La Via Francigena, cammino dell’Anima


Cori: “La Via Francigena, cammino dell’Anima” Sabato 9 Aprile la Conferenza della Confraternita Santa Maria del Gonfalone. Interverranno Marco Aguiari e Luca Bruschi


La Confraternita Santa Maria del Gonfalone di Cori ha organizzato per sabato 9 Aprile, alle ore 17:30, presso la Chiesa di San Tommaso da Cori, la conferenza dal titolo “La Via Francigena, cammino dell’Anima”. Interverranno: Marco Aguiari, del Comitato Via Francigena del Sud, e Luca Bruschi, dell’Associazione Europea Vie Francigene (AEVF), che parleranno, rispettivamente, delle origini e della storia della Via Francigena, e della Via Francigena come Itinerario Culturale del Consiglio Europeo. L’uomo ha sempre avuto necessità di trascendere dalla realtà materiale per cercare quella spirituale. In ogni civiltà questa tensione si è manifestata in varie forme tra cui il fenomeno dei pellegrinaggi. Nel mondo cristiano il più noto fu quello della Regina Elena, madre di Costantino, in cerca delle reliquie della Croce e alla riscoperta della Gerusalemme descritta nelle sacre scritture e obliterata dall’imperatore Adriano che vi aveva costruito sopra la colonia romana di Aelia Capitolina. Lungo i tracciati della via Appia giunsero ai porti pugliesi, per imbarcarsi alla volta di Gerusalemme, folle di cristiani animati dalla ricerca di un contatto con la realtà concreta dei Vangeli; tra loro personaggi di spicco nella storia della Chiesa, come San Girolamo e Sant’Ambrogio. Questo flusso di pellegrini caratterizzò la vita delle grandi arterie di comunicazione, mescolandosi e confondendosi con i grandi flussi che dal Nord giunsero nel Meridione. Tra questi due in particolar modo influenzarono questi percorsi: le Crociate e l’invasione Normanna. In entrambi i casi la maggior parte di queste genti venivano dal Nord Europa e venivano genericamente individuati dalla popolazione locale come Franchi, da qui il nome di Vie Francigene. Le vie Francigene del Sud assumono un particolare rilievo perché uniscono l’Europa con il mondo Orientale (greco-bizantino e poi anche islamico), facendo da ponte tra diverse spiritualità e culture, tra Roma e Gerusalemme. In sostanza il pellegrinaggio cristiano nasce su quelle che diventeranno le Vie Francigene del Sud, solo successivamente e molto tempo dopo si svilupperanno i pellegrinaggi dal Nord Europa a Roma e poi a Santiago de Compostela. Oggi la Via Francigena è Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa e dal 1994 è al centro di riflettori internazionali, facendo dialogare i territori, le istituzioni, le associazioni, le università, gli operatori culturali e turistici, riscoprendo questa preziosa risorsa che apre una pagina importante di storia spirituale e sociale del nostro passato. Le Vie Francigene del Sud costituiscono la proposta di estensione che AEVF ha presentato recentemente al Consiglio d’Europa. Con questa iniziativa la Confraternita Santa Maria del Gonfalone di Cori vuole contribuire a far conoscere questa realtà, presente anche nella zona di Cori, comune interessato da una delle direttrici della via Francigena a Sud di Roma. Dal 2001 la rinata Confraternita, ha tra le sue prerogative la ricerca e la divulgazione di ciò che nel tempo le Confraternite, gli Ordini Religiosi e movimenti vari hanno operato nel nostro territorio. Ogni anno tiene un convegno su temi prettamente religiosi o socio-religiosi, che riguardano personaggi autorevoli e fatti avvenuti a Cori e dintorni.


[M.V. Anno X - Nr 1106 del 09.04.2016] | Regioni e province

LA BASILICATA SULL’ANNUARIO 2015-2016 DIDATOUR


SETTE GLI ITINERARI PER UN TURISMO SCOLASTICO DI QUALITA’. TRA LE DESTINAZIONI, MATERA, CAPITALE DELLA CULTURA 2019


Dalla parte dei giovani studenti che crescono. Viaggiatori che osservano i territori con occhi curiosi, con un approccio semplice ma non ingenuo, con fantasia ma al contempo concretezza. Capaci di apprezzare i tratti di unicità di luoghi lontani dall’omologazione delle destinazioni di massa. L’Apt dedica a loro sette itinerari, organizzati da tour operator e agenzie viaggi lucane, che raccontano la Basilicata e sono presentati su “Didatour Annuario 2015-2016. Turismo scolastico e didattica”, pubblicazione rivolta ai docenti e supporto nell’organizzazione ai viaggi di istruzione e alle gite scolastiche. Visite guidate, attività outdoor e laboratori didattici passando da storia, geografia, letteratura ed arte studiate sui testi scolastici a quelle vissute da piccoli protagonisti. E’ quanto offrono i pacchetti turistici, illustrati sull’annuario, che ben coniugano momenti educativi e momenti ricreativi e invitano gli studenti e i loro accompagnatori alla scoperta del patrimonio materiale e immateriale lucano. Percorsi culturali e artistici, collegati ad un’ampia scelta di itinerari naturalistici e ambientali e servizi di qualità, in un’ottica multidisciplinare, regalano emozioni autentiche da assaporare e condividere. La Basilicata, meta ideale per il turismo scolastico, affascina con i suoi paesaggi culturali: da Matera, Capitale Europea della cultura per il 2019 e città dei Sassi, patrimonio dell’Unesco dal 1993, con un firmamento di caverne e cripte, testimoni silenti della spiritualità ascetica di monaci eremiti e di una civiltà rupestre, che ha evidenti legami con la Cappadocia, alla piana del Metapontino, che conserva i segni di antichi fasti come le Tavole Palatine e reperti risalenti alle colonie greche di Siris ed Herakleia. Conquista il palato con le specialità eno-gastronomiche e affascina con il racconto di storie di briganti e di poeti nei parchi tematici e letterari (parco della Grancia, parco di Aliano dedicato a Carlo Levi, di Tursi in omaggio ad Albino Pierro e di Valsinni in onore di Isabella Morra),con il perpetuarsi di riti arborei, matrimoni di natura e cultura, di usi tipici della cultura arberesche, di grandi feste religiose e rievocazioni storiche. Colpisce con grandi attrattori come il Volo dell’Angelo e il Volo dell’Aquila che regalano adrenalina esaudendo il primordiale sogno dell’uomo di volare a contatto diretto con la natura, con luoghi ludico-didattici di nuova concezione come la città dell’Utopia, il Museo scenografico Orsoleo, il Percorso delle Sette Pietre. Architetture civili e religiose fanno da quinta a stradine di impianto medievale lasciando intuire il susseguirsi degli stili, delle culture di antiche genti: greci, sanniti, romani, barbari, bizantini, normanni, saraceni ed albanesi. Un crocevia di civiltà ricordate attraverso antiche vestigia, nelle aree archeologiche e nei musei nazionali e un caleidoscopio di colori dove sfilano tappeti di rigogliosi boschi come quelli del Vulture, tanto cari all’imperatore Federico II, che accolgono gli specchi d’acqua di Monticchio; castelli su rupi scoscese nascoste in una natura fiabesca; le Dolomiti Lucane, roccaforti naturali dai profili aspri e suggestivi; colline incise dai calanchi dall’aspetto lunare che creano autentiche sculture tra pinnacoli, dune bianche e profondi canyon come nella Riserva naturale regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico, il geosito più grande della Basilicata; borghi tra i più belli d’Italia; le oasi di verde incontaminato con una variegata flora e fauna dei parchi naturali come quello del Pollino, il più esteso d’Italia, del Parco nazionale dell’Appenino Lucano Val d’Agri lagonegrese, del Parco regionale di Gallipoli Cognato e delle piccole Dolomiti Lucane. I pacchetti turistici proposti connettono molteplici siti con un’offerta articolata conciliando esigenze di contenuti, di sicurezza, di soddisfazione dei destinatari dei viaggi e non ultimo di costi con una spesa minima prevista di 110 euro e una massima di 140 euro.


[M.V. Anno X - Nr 993 del 29.09.2015] | Regioni e province

L’Autunno meranese Tra settembre e novembre


immergersi nella cultura meranese tra vino, castagne, uva e tanti eventi culturali e tradizionali altoatesini


L’autunno a Merano e nei suoi dintorni è la stagione dei colori, uno dei momenti migliori in cui visitare la città o andare a spasso per i boschi, in mezzo alla natura e godersi lo spettacolo del foliage, davvero unico.

 

Questi mesi si caratterizzano anche per i molti eventi, alcuni tradizionali altri enogastronomici, che valorizzano in particolare i frutti che la terra offre in questa stagione. Abbiamo evidenziato quelli di maggior interesse, tra settembre e novembre 2015. Eventi che iniziano a Settembre VinoCulti: 11.09 - 11.11 Il festival della degustazione “VinoCulti – vivere il vino“ si svolge a Tirolo e comprende non solo degustazioni di vino e visite alle cantine ma anche gite culturali e passeggiate nei mercati dei sapori. Gli amanti del buon vino, gli intenditori e i semplici appassionati, hanno la possibilità di scoprire interessanti dettagli sui vini e sulla coltivazione dei loro vitigni. www.vinoculti.com Le giornate del radicchio in Alta Val di Non tutti i fine settimana tra il 18.09 e il 04.10 Ogni anno, tra agosto e ottobre, si svolge la raccolta del radicchio e così arrivano puntuali le giornate a esso dedicate, in Alta Val di Non. Il radicchio è una verdura particolarmente sana e ricca di vitamina C che cresce rigogliosa nella bella Alta Val di Non. Ristoranti e alberghi della zona dedicano al radicchio un’attenzione speciale creando piatti unici, come i dolci al radicchio. www.ultental-deutschnonsberg.info Settimane dell’agnello in Val d’Ultimo: 19.09 - 14.10 Durante le Settimane dell’agnello i ristoranti della Val d’Ultimo propongono specialità culinarie a base di pecora e di agnello. Un appuntamento particolare dal forte richiamo tradizionale, che possono essere gustati tutti i weekend dal 18 settembre al 4 ottobre. www.ultental-deutschnonsberg.info Eventi che iniziano a Ottobre Keschtnriggl a Lana, Foiana, Tesimo e Prissiano: 15.10 - 01.11 A Lana, Tesimo, Foiana e Prissiano il mese di ottobre è dedicato alla castagna. Appuntamenti culinari e antiche tradizioni sono gli assoluti protagonisti di questa manifestazione. Un’opportunità per riscoprire le ricette tipiche locali e un’esperienza per entrare in contatto con gli usi e i costumi locali. www.keschtnriggl.it/it 17° Raduno bandistico altoatesino e festa dell'uva a Merano: 16.10 - 18.10 Per le vie della città numerosi stand enogastronomici e d’artigianato, molte le esibizioni musicali delle bande cittadine che faranno da colonna sonora a una ricca serie di appuntamenti. La manifestazione, che celebra la fine della vendemmia, terminerà il 18 con il tradizionale corteo di fanfare, bande, danzatori, carrozze e carri allegorici. www.meran.eu/it Giornate del Riesling: 10.10 - 15.11 11a edizione delle Giornate del Riesling Alto Adige si svolgerà come di consueto a Naturno. I coltivatori locali di riesling e le aziende agricole del territorio apriranno le loro cantine per far gustare i pregiati vini. In occasione di questo evento si terrà anche il Concorso Nazionale del Riesling e sarà premiato il vino migliore della scorsa annata. www.naturns.it/rieslingtage Autunno contadino a Scena: 04.10 – 08.11 Un’escursione dedicata al Törggelen tra le sfumature delle foglie autunnali, per trascorrere un piacevole pomeriggio all’insegna di musica, visite guidate alla scoperta delle mele e delle squisite torte del mercato contadino. www.schenna.com L'autunno dorato di Lagundo: 19.10 – 11.11 Dedicata agli appassionati di vini e di pietanze di qualità: degustazioni enologiche, feste d'autunno, Törggelen e mercati contadini. www.lagundo.com "Schenner Bauernkuchl": 22 ottobre 2015 In occasione della “Bauernkuchl” Scena si trasforma in una grande cucina all’aperto. Le contadine propongono le loro specialità in piazza Raiffeisen. Una grande festa d’autunno, dove non mancherà la buona musica. www.schenna.com Eventi che iniziano a Novembre 2015 Merano WineFestival – 06.11 / 09.11 Merano International WineFestival è uno degli eventi enogastronomici più esclusivi ed eleganti d’Europa. Ogni anno riunisce oltre 300 tra le migliori tenute vitivinicole italiane e più di 150 viticoltori provenienti da tutto il mondo. Nelle affascinanti sale del Kurhaus, edificio in stile Liberty e simbolo della città di Merano, sarà possibile degustare vini selezionati di altissima qualità, provenienti dalle zone vitivinicole più importanti del mondo, e prelibatezze gastronomiche. www.meranowinefestival.com/it


[M.V. Anno X - Nr 974 del 03.08.2015] | Regioni e province

Sciacca, perla della Sicilia


Sciacca è una delle città di nota importanza tra le più rilevanti della Sicilia. La sua fama la deve ai suoi incantevoli monumenti, alle sue affascinanti storie, al buon popolo, alla sua antichità,il suo clima magnifico e la sua buona posizione presso il Mar Mediterraneo.


Per chi non lo sapesse, Sciacca è ufficialmente definita come città a vocazione turistica.

 

La splendida cittadina si affaccia sul mare, e si estende ai piedi del Monte San Calogero, occupa una posizione di primissimo piano nel turismo siciliano per le sue antiche origini storiche, le bellezze architettoniche,e paesaggistiche, le acque termali con proprietà terapeutiche ritenute tra le più efficaci al mondo,il più antico carnevale di Sicilia, le bontà culinarie che potrete gustare nelle trattorie tipiche dei vicoli della città e sulle terrazze dei numerosi ristoranti che si affacciano sul mare. Caratteristiche che la rendono la seconda Taormina di Sicilia. Venite, e vivete Sciacca per sette giorni! un viaggio all'insegna del benessere, relax, arte e cultura! Un'estate indimenticabile. Vi offriamo una vacanza in un appartamento per sette giorni, con un pranzo/cena in un ristorante e escursioni nei paragi. Per informazioni non esitate a contattarci!


[M.V. Anno X - Nr 958 del 12.06.2015] | Regioni e province

SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE


SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE e VALLE DEI TEMPLI ad AGRIGENTO CALTAGIRONE (CITTA’ DELLA CERAMICA) Sabato 21 febbraio visiteremo Caltagirone, la città della Ceramica, il Parco Archeologico della Valle dei Templi di Akragas-Agrigento, patrimonio UNESCO. 


Dopo la sistemazione e la cena allo Scala dei Turchi Resort **** www.scaladeiturchiresort.com/it/ assisteremo allo spettacolo del Festival Internazionale del Folklore al Teatro Pirandello di Agrigento. Rientreremo al Resort per il pernottamento.

 

Domenica 22 febbraio, dopo la prima colazione al ricco buffet del Resort effettueremo la visita del centro storico di Agrigento dove assisteremo alla sfilata dei Gruppi Internazionali e dei Carretti Siciliani. Dopo il pranzo al Resort, effettueremo il viaggio di ritorno attraverso il cuore vinicolo della Sicilia, Caltanissetta, Enna, Catania, la Costa dei Ciclopi e dei Limoni, con suggestiva sosta serale nella splendida Piazza del Duomo di Messina, dove si potrà liberamente fare acquisti di pasticceria siciliana.

 

Viaggio in bus GTL, pensione completa (comprese bibite) in hotel 4 stelle, accompagnatore d'agenzia. Per altri dettagli chiamaci allo 0982.428260 o 348.1225120 QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE €160 - Viaggio da tutte le località della Calabria fino in Sicilia, in pullman G.T.L. -Trattamento di pensione completa con bibite comprese ai pasti allo "Scala dei Turchi Resort" 4 stelle - Spettacolo del Festival internazionale del folclore all'interno del Teatro Pirandello di Agrigento (ingresso compreso) -Visita di Caltagirone e della Valle dei Templi di Agrigento -Sfilata dei gruppi folcloristici e dei Carrettini Siciliani nel centro storico di Agrigento -Piazza del Duomo di Messina per acquisto di pasticceria siciliana


[M.V. Anno X - Nr 894 del 02.02.2015] | Regioni e province

Azienda di Soggiorno di Merano


Merano è online anche per il turismo congressuale Conoscere e approfondire in Rete l’offerta di Merano per chi organizza eventi e congressi


L’Azienda di Soggiorno di Merano nell’ambito del progetto di promozione del turismo congressuale in questa bella città dell’Alto Adige, presenta la nuova sezione del sito www.meran.eu, completamente dedicata alle informazioni per enti, aziende, associazioni o professionisti che intendono organizzare un evento, un congresso o un convegno, a Merano. www.meran.eu/it/congressi in maniera rapida e funzionale mostra una breve storia di Merano, come meta da sempre molto ambita per questo genere di turismo, e cosa concretamente questa città sia in grado di offrire in più rispetto ad altre: l’aria salubre, gli spazi ampi e verdi, i giardini, le passeggiate, i castelli, la natura, la cultura, lo sport, la gastronomia e i servizi di altissima qualità.

 

In questa sezione dedicata ai congressi sono illustrate le locations d’eccellenza di cui Merano dispone per l’organizzazione di eventi di ogni tipo, prima fra tutte il Kurhaus, l’elegante edificio in stile liberty, simbolo della città, che al suo interno, oltre al grande salone Kursaal, ha numerose altre sale adatte ad ospitare gruppi di persone più o meno numerosi. Come indicato nel sito, l’Azienda di Soggiorno di Merano mette a disposizione degli organizzatori dei congressi la propria esperienza nel settore e il comprovato know-how, attraverso attività di consulenza, assistenza e anche un eventuale sostegno finanziario per eventi di speciale richiamo e importanza. La parte intitolata “Le opportunità e le attrazioni di Merano” offre ai visitatori del sito un accenno delle tantissime opportunità che la città altoatesina offre sia d’inverno sia d’estate: le Terme, i Giardini di Castel Trauttmansdorff, l’ippodromo, le famose passeggiate, i musei, lo shopping nell’elegante centro storico, i bar e le pasticcerie, la gastronomia tipica e i ristoranti.

 

In www.meran.eu/it/congressi inoltre, sono indicati in maniera molto semplice i link che forniscono informazioni su “dove dormire”, “cosa fare” e “come muoversi”: in questo modo Merano diventa a portata di click per chiunque.


[M.V. Anno X - Nr 894 del 02.02.2015] | Regioni e province

Jesolo fra mare e cultura e rinnovamento



La città di Jesolo significa tante cose per il turista, fra cui Jesolo è l'emblema della movida, della vita notturna, del divertimento.

 

Ma Jesolo non è solo questo: la nostra città sta cambiando fra costruzioni moderne, grattacieli, ruota panoramica, mostre organizzate quali Bodies Revealed ed ora Real Bodies, riserve naturali a pochi km , come ad esempio Lio Piccolo, la nostra laguna di Venezia attraverso la quale in poco più di mezz'ora si può arrivare a Venezia Jesolo e gran parte dei suoi alberghi, fra cui anche noi dell'Hotel Torino, sentiamo quest'esigenza di rinnovarci, di stare al passo con i tempi e non si può più parlare del turismo jesolano come un turismo fatto di pensioncine a conduzione famigliare.

 

Ora gli albergatori, fra cui noi dell'Hotel Torino, pur mantenendo la costante dell'atmosfera famigliare, oramai siamo diventati dei veri albergatori a 360 gradi, pronti a captare il web, le tendenze ed i bisogni del cliente.

 

Pur con tutta la strada che manca da compiere, rendeteci atto che di strada ne abbiamo fatta e che siamo in cammino proiettati verso il futuro con servizi di qualità sempre più alta ed un'attenzione rivolta al cliente decisamente importante, perchè LA NOSTRA MISSION E' FAR SENTIRE IL CLIENTE A CASA, perchè desideriamo che il Cliente ritorni e parli bene di noi.

 


[M.V. Anno X - Nr 894 del 02.02.2015] | Regioni e province

AUTUNNO IN FESTA A BOLZANO


DAL 14 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE

Visite guidate tra le cantine di Bolzano, piatti dedicati all’autunno e il tradizionale Törggelen.


Per assaporare l’autunno in tutte le sue declinazioni Bolzano - 30 giorni per festeggiare l’autunno con i suoi sapori e i colori inconfondibili. Le sfumature del marrone colorano piatti e paesaggi: funghi, castagne, boschi che sembrano cartoline. Rigorosamente autunnali. In poche parole, ecco l’autunno di Bolzano.

 

E insieme alle parole ecco qualche numero che completa l’idea dell’Autunno in festa di Bolzano. Il comune della città possiede ancora oltre 500 ettari di superficie vitata e quasi 30 cantine, guadagnando a tutti gli effetti il titolo di città del vino. Dal 14 ottobre al 15 novembre sono 8 i ristoranti che propongono piatti autunnali, accompagnati naturalmente dal buon vino di Bolzano.

 

La città di Bolzano parla di vino da est a ovest: la collina del Santa Maddalena che conferisce il nome ad uno dei rossi più apprezzati, scende dolcemente verso il centro intrecciando i suoi filari con l’architettura urbana. Il terreno della pianura è invece luogo ideale per far crescere il Lagrein, vitigno autoctono dal ricco bouquet e dal colore intenso. Nei sabati di ottobre, l’Azienda propone “Bacchus Urbanus”, escursioni guidate nelle zone di produzione del Santa Maddalena e del Lagrein con visita e degustazione a una cantina vinicola.

 

Ecco gli appuntamenti: Sabato 4 ottobre - Maso Kandlerhof Sabato 11 ottobre - Tenuta Eberlehof Sabato 18 ottobre - Tenuta Schmid Oberrautner Sabato 25 ottobre - Tenuta Rottensteiner Intanto, per tutto l’autunno, nei masi situati tra vigneti e i castagneti, si possono assaporare i piatti tradizionali del Törggelen, assieme al vino novello. Un’antica tradizione che consiste in una sorta di cammino a tappe di maso in maso, tra vigneti e castagneti, dove le contadine preparano pietanze semplici e gustose della tradizione familiare.

 

Una tradizione autunnale legata alla degustazione del vino novello, che inizia a ottobre e si protrae fino alla fine di novembre. Sapore d’autunno anche in centro città: 8 ristoranti propongono menu a base di funghi, castagne e altre prodotti autunnali. Ecco la ista dei ristoranti che dal 14 ottobre al 15 novembre propongono pietanze autunnali in occasione di

AUTUNNO IN FESTA

Hotel Città Stadthotel, Piazza Walther 21 – T 0471 975221 Forsterbräu Central, via Goethe 6 – T 0471 977243 Franziskanerstuben, via dei Francescani 7 – T 0471 976183 Löwengrube, piazza Dogana 3 - T 0471 970032 Lunas, Via Piave 16 – T 0471 975642 Paulanerstuben, Via Argentieri 16 – T 0471 980407 Vögele, Via Goethe 3 – T 0471 973938 Fink, via della Mostra 9 – T 0471 975047 E accanto alle leccornie autunnali, Bolzano offre tante occasioni culturali e artistiche, come i castelli aperti al pubblico (Castel Firmian che ospita uno dei celebri musei di Reinhold Messner, il Messner Mountain Museum Firman; Castel Roncolo, raggiungibile a piedi dal centro di Bolzano lungo una splendida passeggiata che costeggia il fiume Talvera;) oppure i numerosi musei, tra cui l’imperdibile Museo Archeologico che ospita Ötzi (la mummia chiamata anche Ice Man) e il Museion, mecca dell’arte contemporanea. Informazioni per il pubblico e programma completo:

 

AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO BOLZANO

Piazza Walther Platz 8 - 39100 Bolzano Bozen

tel + 39 0471 30 70 00 -

 

www.bolzano-bozen.it


[M.V. Anno X - Nr 824 del 22.09.2014] | Regioni e province

GIRALEMARCHE: UN VIDEO PER RACCONTARE LE MARCHE.


AL VIA UN BANDO PER GIOVANI FILMAKER


Sei un videomaker e hai voglia di raccontare le Marche a modo tuo?


È finalmente arrivato il momento di concretizzare la tua idea.

 

L’opportunità è offerta da #GiraLeMarche, un concorso promosso dalla Regione e indetto attraverso la Fondazione Marche Cinema Multimedia–Social Media Team Marche. Attraverso un bando saranno valutate le idee per la realizzazione di un video virale per la promozione turistica della regione. Il bando è rivolto a giovani filmaker di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che individualmente o in gruppo possono presentare un’idea creativa per un video di massimo 3 minuti finalizzato alla diffusione sul web, attraverso i media della Regione Marche e soprattutto tramite social network, considerati ormai un veicolo essenziale per la valorizzazione del turismo.

 

Il concorso è rivolto a tutti gli appassionati di video, professionisti e non, che hanno a cuore le Marche, i luoghi più caratteristici, la storia e la bellezza dei paesaggi riletti in chiave creativa e originale per promuovere la regione da un punto di vista nuovo. “Abbiamo voluto promuovere questo concorso – dice il presidente della Regione e assessore al Turismo, Gian Mario Spacca – perché sappiamo quanta creatività i giovani sanno esprimere.

 

Siamo certi che arriveranno moltissime proposte in grado di valorizzare le bellezze, l’unicità e il fascino delle Marche. La Regione vuole offrire a tutti la possibilità di esprimersi, attraverso un approccio che coniuga fantasia, spirito social, sensibilità creativa e amore per le Marche che si prestano a infinite interpretazioni. Nel caso di questo concorso abbiamo fatto appello alla creatività dei più giovani per promuovere la nostra regione, utilizzando un mezzo di comunicazione che arriva ad un pubblico ampio e trasversale per età e interessi”. Un video virale ha delle caratteristiche ben precise.

 

L’aspetto principale è la capacità di poter avere un elevato numero di utenti che lo visualizzano in pochissimo tempo, condividendolo sul web e sui vari social network. Gli altri aspetti fondamentali sono la brevità del filmato (fino ad un massimo di 3-4 minuti), l’unicità, intesa come capacità di raccontare in poco tempo e con originalità una determinata situazione o un argomento specifico, in ultimo la qualità di produzione che non necessariamente deve essere perfetta ed elevata, dando così la possibilità a molti di potersi esprimere.

 

La migliore idea creativa riceverà 5.000 euro per la realizzazione del video. Il bando scade il 30 giugno alle ore 12. È possibile consultarlo bando completo a questo link: http://fondazionemcm.it/BandiPDF.htm.


[M.V. Anno X - Nr 802 del 05.06.2014] | Regioni e province
Pubblicità