Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

Gallo Rosso nomina la sua “Osteria dell’anno”


Gallo Rosso ha scelto di nominare “maso con gusto” del 2018 l’osteria contadina Nalserbachkeller di Nalles, premiando la grande quantità di prodotti provenienti dal proprio maso, l’eccellente cucina e l’eccezionale ospitalità da parte dei contadini che gestiscono questo Buschenschank.


Da più di 30 anni, infatti, questo maso appartiene alla famiglia Pallweber e dal 1987 Lucio è subentrato ai suoi genitori nella gestione generale, mentre suo fratello Friedl è il cuoco, l’artefice dei gustosi piatti che vengono offerti in questa osteria: le mezzelune ripiene di spinaci (“Schlutzer”), i ravioli ripieni di formaggio e tante ricette realizzate con gli asparagi provenienti dal loro orto. Altri prodotti propri del maso sono patate, crauti, marmellate, i distillati, miele e succhi.

 

Di seguito la ricetta di uno dei piatti forti di Friedl: gli Schlutzkrapfen

Ingredienti:

Per la pasta: Per il ripieno:
100 g di farina di frumento ½ spicchio di aglio, finemente tagliato
150 g di farina di segale 50 g di cipolla, finemente tagliata
1 uovo di allevamento all’aperto 1 cucchiaio di burro
Ca. 50 ml di acqua tiepida 150 g di spinaci bolliti
Sale e olio parmigiano
100 g di ricotta erba cipollina, noce moscata
50 g di burro (fuso) sale e pepe

Preparazione

Pasta: mescolate le due farine con un po’ di sale, poi unite l’olio, l’uovo e l’acqua tiepida ed impastate il tutto con la farina. Coprite l’impasto e fatelo riposare per circa 30 minuti.
Ripieno: fate rosolare l’aglio e la cipolla nel burro, aggiungete gli spinaci finemente tritati. Aggiungete il parmigiano, la ricotta e l’erba cipollina, insaporite con noce moscata, sale e pepe e mescolate bene il tutto. Stendete la pasta e ritagliate dei dischi di pasta del diametro di circa 7 cm e disponete il ripieno a muc¬chietti al centro di ogni dischetto. Richiudete i dischetti a mez¬zaluna. Cuocete gli “Schlutzer” in acqua salata per 3¬4 minuti, poi metteteli sui piatti e cospargeteli di parmigiano, burro fuso ed erba cipollina.
Il consiglio di Friedl: si può utilizzare anche un ripieno di ricotta ed erbette oppure un ripieno di crauti.


La collaborazione della famiglia per gestire un’osteria contadina è fondamentale e i Pallweber rappresentano un esempio in questo. Tutte le ricette della cucina tradizionale altoatesina e i trucchi per realizzarle Friedl li ha imparati da sua mamma e le sorelle di Lucio e Friedl, insieme ai nipoti, aiutano nel servizio e nell’accoglienza dei clienti.

Oltre ad offrire dell’ottimo cibo, il Nalserbachkeller ha ottenuto anche l’anno scorso per la terza volta il primo posto nella degustazione provinciale dell’Unione Giovani Agricoltori con il vino “Vernatsch”.

Per la scelta di Gallo Rosso a favore del Nalserbchkeller ha avuto importanza anche la volontà da parte dei Pallweber di creare spazi più accoglienti per i clienti attraverso la creazione di una nuova corte interna e di nuovi sanitari e l’offerta da parte dell’osteria del Törggelen originale, cioè della merenda tradizionale altoatesina nel periodo autunnale, da gustare nel corso di una bella passeggiata tra i masi, composta di salsicce con crauti, pane nero, speck, carne affumicata, formaggi, zuppa d’orzo, gli immancabili canederli seguiti da dolci tradizionali come i Krapfen ripieni e gli Schmarren. Nel Törggelen sono imprescindibili le castagne arrostite e il vino novello.

L’elenco di tutte le osterie contadine di Gallo Rosso è disponibile online sul sito www.gallorosso.it, oppure sul catalogo, che si può scaricare da questo link o ricevere gratuitamente a casa richiedendolo telefonicamente al numero 0471/999308 o scrivendo all’indirizzo info@gallorosso.it.


[M.V. Anno X - Nr 1423 del 12.10.2018] | Agriturismo

Il pane, alimento di vita


L’espressione “tenere a pane e acqua” è emblematica per riflettere sull’importanza fondamentale che il pane riveste da sempre nella vita dell’uomo. Il modo di dire infatti, anche se è associato spesso ad una punizione rivolta in passato ai carcerati, rivela come il pane sia l’alimento fondamentale per la sopravvivenza, l’essenziale, ciò che realmente serve per nutrirsi. E l’essenziale è fatto di farina e acqua.


Il pane ha origini antichissime, se ne parla nella Bibbia, ma in realtà esistono testimonianze di alcuni resti ritrovati nelle caverne in era preistorica. Di certo non si trattava del pane come lo si conosce oggi, ma piuttosto di una “pastella” composta da acqua e semi frantumati.

 

Esistono diverse leggende legate all’origine del pane, due delle quali appartengono al popolo egizio che fu il primo a sperimentare diversi impasti e consistenze. Si narra infatti che il pane nacque un giorno in cui il Nilo, durante un periodo di piena, aveva bagnato dei sacchi di farina, da cui erano nati i primi impasti; l’altra leggenda narra invece di una schiava egizia che, per far dispetto alla sua padrona, aveva aggiunto alla pasta del pane il residuo della preparazione della birra e questo aveva cominciato a fermentare.

L’importanza del pane è celebrata ogni anno con la Giornata Mondiale del Pane, che quest’anno si terrà il 16 ottobre. Per molti contadini altoatesini, la panificazione, cioè il momento in cui si dedicano alla preparazione dell’impasto e alla sua successiva cottura, è un procedimento che svolgono con assoluta semplicità, perché fa parte di una delle tante usanze che in Alto Adige vengono tramandate da generazioni.

I contadini per l’impasto dosano le quantità che hanno imparato dai genitori o dai nonni, utilizzando i semplici ingredienti a disposizione nel maso come l’acqua, la farina (di vari cereali) che spesso viene macinata nel mulino di proprietà, il lievito e diversi semi e spezie.
La cottura dell’impasto avviene quasi sempre nel forno a legna, che conferisce al pane una fragranza e una bontà uniche.

Il ritorno alle origini anche attraverso questa pratica è molto apprezzato, anche perché non vengono utilizzati agenti chimici e macchinari che semplificano il lavoro, ma sminuiscono la bontà, la genuinità e l’autenticità del pane che deve mantenere tutte le sue proprietà.

Alcuni masi Gallo Rosso offrono ai propri ospiti la possibilità di provare l’esperienza di preparare insieme il pane casereccio come il Botenhof in Val Sarentino, il Thalhofer Hof a Chiusa e il Redenhof a Selva dei Molini; mentre altri masi hanno il loro pane tra i prodotti di qualità a marchio Gallo Rosso, acquistabile nei mercati, in diversi punti vendita oltre che nella bottega stessa dei masi.

Per conoscere i punti vendita di pane casereccio contadino a marchio Gallo Rosso è possibile consultare il catalogo “Sapori del maso” online, oppure richiederne gratuitamente una copia cartacea al numero 0471/999308, all’indirizzo info@gallorosso.it, o attraverso il “Servizio di invio catalogo” sul sito www.gallorosso.it.

Per provare invece direttamente l’esperienza di soggiornare in un maso in cui si impara a preparare il pane fatto in casa, basta selezionare, alla voce “Ricerca agriturismo” del sito di Gallo Rosso, l’opzione “preparare il pane” all’interno del titolo “Altri criteri di ricerca per prestazioni”.


[M.V. Anno X - Nr 1414 del 25.09.2018] | Agriturismo

Gallo Rosso in piazza Walther a Bolzano per ringraziare la Natura


Gallo Rosso, per la diciottesima edizione della Festa del Ringraziamento, che si terrà in Piazza Walther a Bolzano sabato 13 ottobre dalle 8.30, momento in cui aprirà il mercato, alle 17.00, sarà presente con 17 coltivatori associati su 38 partecipanti totali. 


La giornata di festa, organizzata dal Südtiroler Bauernbund, l’Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Altoatesini, avrà il suo momento di inaugurazione alle 9.30 con la benedizione dei frutti della terra. Durante la Festa del Ringraziamento, i contadini accoglieranno le persone in visita nelle loro bancarelle, raccontando il fascino della vita contadina a contatto con la natura ed esponendo i prodotti della loro terra freschi, sani e genuini: distillati e vini, sciroppi di frutta, marmellate, uova, specialità di formaggi, latticini, erbe aromatiche, speck, salumi, carne, pane e tanto altro.

In questa giornata, infatti, “Si realizza così l’obiettivo di avvicinare il consumatore al produttore. Chi compra in questa circostanza ha l’occasione unica di conoscere direttamente chi ha preparato il cibo e di comprendere le fasi della lavorazione” – dichiara Leo Tiefenthaler, Presidente dell’Unione Agricoltori e Coltivatori Altoatesini. “Il consumatore – continua Tiefenthaler – vuole sapere cosa sta mangiando e da dove hanno origine i prodotti. E saranno direttamente i contadini a fornire loro le informazioni necessarie”.

La Festa del Ringraziamento è una manifestazione molto popolare che trae le sue origini fin dall’antichità, quando, organizzare la celebrazione annuale della Natura in onore dei raccolti che dona agli uomini, era considerato un momento imprescindibile e propiziatorio. Proprio questo è il senso che da diciotto anni si intende rievocare, per ribadire il forte legame dell’uomo con la natura e l’importanza che essa riveste nella vita di tutti da sempre.

Il lavoro del contadino è strettamente vincolato ai ritmi naturali: pioggia, neve, freddo, vento, sole, caldo, grandine, umidità sono tutti fattori che influiscono sull’andamento delle coltivazioni. Il buon esito del raccolto, pertanto, non sempre è garantito; per questo motivo Gallo Rosso sostiene l’operato dei contadini dei masi altoatesini associati, aiutandoli a sviluppare attività da affiancare all’agricoltura, tra cui la vendita dei prodotti di qualità attraverso vari canali, come i mercati, diversi negozi di alimentari e anche la bottega presente nel maso stesso. Per ottenere il sigillo di qualità Gallo Rosso sui loro prodotti, i contadini devono rispettare alcuni criteri fondamentali: i processi di lavorazione devono essere trasparenti e documentati e obbligatoriamente avvenire presso il maso; le materie prime lavorate devono provenire almeno per il 75% dal maso stesso; ogni prodotto deve superare una degustazione “anonima” eseguita da una commissione esterna di esperti.

Alla Festa del Ringraziamento prenderanno parte anche varie associazioni agricole che presenteranno le loro attività; inoltre, alcuni contadini offriranno cibo come Raclette, castagne o dolci, mentre è previsto un vero e proprio showcooking delle contadine, che, dalle 10.30, mostreranno ai partecipanti i segreti e le ricette della cucina tradizionale altoatesina. In Via della Mostra saranno esposti vari modelli di trattori e i più piccoli potranno dedicarsi allo “zoo di carezze”, coccolando gli animali da fattoria presenti e divertirsi giocando nel fieno.
La musica della Banda Boema di San Paolo accompagnerà il momento inaugurale della Festa del Ringraziamento, mentre dalle 11.00 in vari punti della piazza si esibirà il gruppo di danza popolare di Termeno (gli Schuhplattler, i tradizionali “battitori di scarpe”) e alle 13.00 i 6 musicisti del gruppo Tanzlmusig Notenlos.

La Festa del Ringraziamento è stata contraddistinta con il sigillo "GreenEvent". La manifestazione, infatti, è stata pianificata, organizzata e realizzata secondo i criteri della sostenibilità. Per tale motivo, i partecipanti sono invitati a privilegiare, per il viaggio, mezzi di trasporto ecosostenibili.


[M.V. Anno X - Nr 1411 del 21.09.2018] | Agriturismo

Shopping contadino in bicicletta tra i masi Gallo Rosso


Acquisto di prodotti sani con un mezzo ecologico


Andare in bicicletta è sempre un bel passatempo e il modo ideale per apprezzare i paesaggi che si attraversano.

 

I masi Gallo Rosso che si trovano in una posizione ottimale per intraprendere escursioni su due ruote sono tantissimi; molti mettono a disposizione le biciclette per i propri ospiti e sono dotati di un garage apposito e, in alcuni casi, anche di un’officina per manutenzione e riparazioni. La bicicletta inoltre è il mezzo che consente anche di andare di maso in maso per fare lo “shopping contadino”, per acquistare cioè i prodotti sani, freschi e genuini nei masi Gallo Rosso. Gli itinerari possono essere tanti; di seguito ne proponiamo due. Itinerario da Lana a Frangarto/Appiano 1. Prendendo come punto di partenza via Andreas Hofer (Lana centro), percorrerla interamente fino alla rotonda di Piazza Tribus e da lì imboccare Via Bolzano. Al numero 62 (circa 1.5 Km dalla partenza) si trova il Kreuzwiesenhof, uno dei masi selezionati da Gallo Rosso per i “prodotti di qualità”, destinazione perfetta per comprare frutta e verdura fresca. La contadina Christine, appassionata agricoltrice, accoglierà con piacere nella bottega del proprio maso i visitatori, offrendo un’ampia rosa di prodotti appena raccolti come mele, insalate, pomodori, zucchine, asparagi e cereali. 2. Dal Kreuzwiesenhof tornare indietro in Via Bolzano per circa 500 metri e svoltare a destra in Via Feldgatter fino al numero 19/1 (circa 1 Km). Qui il maso Kammerhof vende dell’ottimo miele prodotto dalle sue api. Su richiesta è possibile anche fare una visita delle arnie per osservare le laboriose produttrici di questo nettare divino. 3. Per portare a casa un ricordo dell’Alto Adige merita una visita al maso Lahngut, che, dal Kammerhof, si raggiunge attraverso la pista ciclabile percorrendola per circa 1 km fino a via Lahn 9. Il contadino-artigiano Karl Heinz mostrerà con piacere i suoi capolavori d’artigianato in legno: vasi sferici, piatti, scodelle, frutta decorativa e gioielli. Tante idee per abbellire la propria casa o per fare un regalo. 4. Proseguire dal Lahngut sulla ciclabile in direzione sud per circa 7 km e uscire a Nalles, attraversare il centro e proseguire verso Prissiano (circa 2.5 km). Dopo l’ultimo pezzo, che metterà alla prova i muscoli perché un po’ ripido, si giunge all’osteria contadina Gallo Rosso Nalserbacherkeller: il posto ideale dove gustare ottimi piatti della tradizione altoatesina fatti in casa. Dopo una bella pedalata, rifocillarsi con zuppe, canederli, carne di manzo all’agro, Schlutzer, formaggi e altri piatti di produzione propria accompagnati da ottimi vini o succhi, è quello che ci vuole. Prenotazione consigliata e attenzione agli orari di apertura. 5. Per smaltire il pasto, rientrare nella pista ciclabile e proseguire in direzione sud per circa 10 km fino a Ponte Adige. Da lì raggiungere Frangarto dopo 1.5 km fino al maso Strickerhof in via Bolzano 62, altro maso selezionato da Gallo Rosso per i “prodotti di qualità”. Nella piccola bottega del maso è possibile acquistare eccellenti succhi di mela puri e miscelati e succo d’uva, rigorosamente biologici. 6. Riprendere la ciclabile per tornare a Lana percorrendo 18 km. Per chi preferisce non pedalare in quest’ultima parte del rientro, è possibile anche caricare la bicicletta sul treno a Ponte Adige e tornare con questo mezzo a Lana. Itinerario da San Candido a Brunico (Val Pusteria) 1. Dal centro di San Candido, prendere la strada in direzione Brunico. Lungo il percorso si incontra la località di Villabassa, dove si trova il maso Gallo Rosso Fasslerhof, in Via Hans Wasserman 20, su una lieve altura ai margini del paese. I contadini Alois e suo figlio Martin gestiscono con passione il maso, producendo ottimi sciroppi di bacche e di frutti selvatici, come il particolare olivello spinoso e l’aronia, due varietà originarie dei paesi nordici. 2. Da Villabassa proseguire fino a Valdaora, dove a 300 metri dal centro c’è il maso Unterhölzlhof, dove la famiglia Oberolang trasforma il latte delle capre bianche in raffinati formaggi caprini biologici dal gusto prelibato, anche perché lasciano naturalmente stagionare il formaggio per tutto il tempo che necessita. 3. Proseguire in seguito fino al centro di Brunico, questa volta non per fare acquisti in un maso, ma in un particolare negozio con prodotti di qualità altoatesini, tra cui anche quelli del marchio Gallo Rosso: il Pur Südtirol. 4. Recarsi alla stazione di Brunico e prendere il treno per tornare a San Candido. Per avere informazioni sugli oltre 1600 masi Gallo Rosso è possibile ricevere a casa gratuitamente il catalogo “Agriturismo – le vacanze diverse 2018”, richiedendolo al numero 0471/999308, via email a info@gallorosso.it o attraverso questo link. Tutti i masi si trovano inoltre online al sito www.gallorosso.it.


[M.V. Anno X - Nr 1382 del 27.04.2018] | Agriturismo

Gallo Rosso sempre più apprezzata la vacanza al maso


Gallo Rosso, il marchio che dal 1999 promuove e favorisce l’attività di oltre 1600 agriturismi in Alto Adige, chiude il 2017 con un bilancio più che positivo. 


L’Associazione appartiene all’Unione Agricoltori e Coltivatori diretti Sudtirolesi e ha lo scopo di avvicinare le persone allo stile di vita contadino, per apprezzarne l’autenticità, la genuinità e l’opportunità che offre di vivere, durante una vacanza, esperienze uniche ed indimenticabili, fonti di benessere e relax.

 

L’intento primario di Gallo Rosso è quello di offrire ai contadini la possibilità di continuare a gestire l’azienda agricola, affiancando, accanto al reddito che deriva dalla vendita dei prodotti agricoli, il reddito aggiuntivo ricavato dall’ospitalità. Questo è molto positivo, perché mette i contadini nelle condizioni di non essere obbligati a cercarsi un lavoro alternativo alla gestione del maso e di conseguenza di conservare, con il maso vivo, storia, cultura e tradizioni contadine dell’Alto Adige. In questo modo la gestione del maso diventa una professione appetibile ed interessante per le nuove generazioni, che trovano più stimolante l’abbinamento dell’azienda agricola con l’agriturismo e con piacere aiutano i genitori fino a prenderne il posto. Negli anni l’offerta agrituristica in Alto Adige è diventata di altissima qualità, soprattutto quella che propone il marchio Gallo Rosso. In Alto Adige esistono circa 20.000 aziende agricole e circa 2.700 offrono un alloggio; tra queste oltre 1.600 appartengono a Gallo Rosso, insieme a circa 39 osterie sulle circa 400 presenti in tutta la regione. I masi Gallo Rosso si distinguono per la qualità dei servizi e per la varietà dell’offerta; ogni tipo di esigenza, di curiosità, di capriccio viene accontentato e soddisfatto dalle varie tipologie. Esistono infatti masi per famiglie, per appassionati di cavalli, di bicicletta, di escursionismo, masi per disabili, masi wellness, masi moderni e masi storici, masi a coltivazione biologica e molti altri. Ogni struttura, essendo di piccole dimensioni, con un massimo di 5 appartamenti o di 8 camere da affittare, garantisce un livello di attenzione verso l’ospite molto alto e, nello stesso tempo, una grande tranquillità, privacy garantita e relax totale. Nel suo percorso, Gallo Rosso è diventato anche un marchio ombrello, promuovendo, oltre all’offerta agrituristica anche i prodotti di qualità, le osterie contadine e l’artigianato contadino dell’Alto Adige. In questa bellissima regione dagli splendidi paesaggi, il turismo rappresenta l’11% dell’economia e nel 2017 tutti gli agriturismi in Alto Adige hanno registrato il 6,06% degli arrivi e l’8,30% dei pernottamenti. Nello specifico, Gallo Rosso ha chiuso il 2017 con un + 7% degli arrivi (442.143) e un + 5,2% (2.690. 598) dei pernottamenti. Per promuovere la scelta di una vacanza al maso, Gallo Rosso su richiesta invia gratuitamente a domicilio i cataloghi che pubblica annualmente (Agriturismo, le vacanze diverse, Masi con gusto, I sapori del maso e Artigianato contadino). Per riceverli, è sufficiente telefonare al numero 0471/999308, oppure scrivere a info@gallorosso.it o compilare i format di richiesta invio catalogo sul sito www.gallorosso.it.


[M.V. Anno X - Nr 1371 del 28.03.2018] | Agriturismo

Gallo Rosso: il risveglio della primavera


riapertura delle osterie contadine Una vacanza piena di colori, profumi e sapori


La primavera è una stagione di passaggio, il "ponte" tra il freddo inverno e la calda estate e per questo in essa contemporaneamente convivono segnali di ciò che si abbandona e di ciò che si intraprende.

 

In primavera, le cime delle montagne risplendono ancora di bianca neve e si stagliano sotto un sole deciso incastonato in un cielo blu intenso, che contrasta con il verde brillante dei prati più a valle. I fiori si schiudono al calore del sole, tempestando di vari colori alberi ed erba e diffondendo nell'aria fresca profumi delicati e inebrianti. Gli animali fanno capolino dai ricoveri invernali, accompagnati dai loro goffi ed incerti cuccioli che gironzolano esplorando nuovi territori. Chi trascorre in primavera una vacanza in un maso Gallo Rosso tutto ciò lo vive, lo vede, lo respira e lo tocca direttamente fuori dalla porta di casa, dal momento che questi agriturismi sono immersi nella natura ed è sufficiente uscire dal maso per cominciare un'escursione, assecondando con il primo tepore la voglia di trascorrere le giornate all'aria aperta. Dopo una bella camminata che stuzzica l'appetito, l'ideale è rifocillarsi nelle osterie contadine di Gallo Rosso che, in occasione della primavera, alla loro riapertura, accolgono con piacere e cordialità il risveglio dei palati dei buongustai. Come i masi, anche le osterie contadine Gallo Rosso (Buschenschank se offrono vino e Hofschank se offrono carne) per appartenere all'associazione devono rispondere ai rigidi criteri di qualità che si allegano. Nelle osterie contadine Gallo Rosso la qualità del cibo che si mangia è garantita e la stagionalità dei prodotti è sempre rispettata. La primavera quindi viene riproposta anche nei piatti, con tanti prodotti buoni, sani, freschi e genuini che gli orti contadini regalano in questa stagione: asparagi, erbe selvatiche, tarassaco, cavolo cappuccio, spinaci sono gli ingredienti protagonisti nelle cucine in primavera. Insalata di asparagi con uova, minestra di erbe selvatiche, canederli alle ortiche, Spatzln di spinaci, agnello arrosto sono solo alcune delle ricette tipiche nei menu delle osterie. Inoltre, tra marzo e aprile il vino, sette mesi dopo la vendemmia, è pronto per essere servito e bevuto, in accompagnamento ad un buon pasto in osteria. Non c'è niente di meglio per godersi un momento unico che viziarsi pranzando sulla terrazza di un'osteria Gallo Rosso, gustando piatti genuini e prelibati e bevendo un bicchiere di buon vino o una birra rinfrescante al cospetto di un meraviglioso panorama fatto di imponenti montagne e di colori vividi. Masi e osterie contadine Gallo Rosso sono descritti rispettivamente nei cataloghi "Agriturismo - le vacanze diverse" e "Masi con gusto", che è possibile ricevere gratuitamente a casa facendone richiesta telefonando al numero 0471/999308, oppure scrivendo a info@gallorosso.it o compilando il format sul sito www.gallorosso.it.


[M.V. Anno X - Nr 1363 del 01.03.2018] | Agriturismo

Un romantico San Valentino in Alto Adige


Celebrare il proprio amore sotto la calda ala di Gallo Rosso


Trascorrere la festa degli innamorati in un maso Gallo Rosso è quanto di meglio possa scegliere una coppia che cerca romanticismo, intimità e relax in un posto caldo, accogliente, silenzioso, rigenerante e immerso nella natura. A San Valentino, godere del proprio appartamento confortevole, arredato completamente in legno, apprezzando la quiete e la vista incantevole del paesaggio innevato, scegliendo liberamente come disporre del proprio tempo, è il sogno che si avvera per due innamorati. La famiglia di contadini inoltre vizia le coppie ospiti facendo trovare all’ingresso del loro appartamento ogni mattina un ricco cestino della colazione con dentro i prodotti freschi e genuini del maso: latte, uova, pane fresco, salumi, confetture, sciroppi, yogurt, miele, formaggi. Non c’è niente di meglio di un’abbondante colazione al mattino da gustarsi ancora in déshabillé, con tranquillità, senza orari o appuntamenti da rispettare. San Valentino in un maso Gallo Rosso, se lo si desidera, significa anche provare delle esperienze e delle attività insieme alla persona amata: romantiche passeggiate, sci di fondo, gite sulla slitta trainata dai cavalli e mangiare presso le osterie contadine Gallo Rosso, concedendosi anche il piacere del gusto, assaporando i piatti tipici sudtirolesi accompagnati da un buon bicchiere di vino. Inoltre alcuni masi, oltre ad essere dotati di piccole Spa all’interno, dispongono di alcuni servizi o accessori che rendono una vacanza per una coppia ancora più da sogno. Il maso Obergluniger a Cermes, ad esempio, ha uno dei suoi 5 appartamenti, la suite “Amore d’autunno” (concepita proprio per le ore particolari nella vita di coppia) con una vasca da bagno speciale vicino al letto matrimoniale. Entrambi si trovano nel sottotetto perché gli innamorati siano “più vicini al cielo”. Anche il maso Ahner a Rodengo ha una vasca da bagno nella suite “Rosa” dove abbandonarsi a sensazioni di benessere che coinvolgono tutti i sensi. Nella struttura del maso poi si fondono tradizione e modernità, semplicità e ricercatezza, cordiale ospitalità e cucina gourmet: tutto ciò che serve per un soggiorno d’amore. Ansitz Schneeburg ad Appiano sulla Strada del Vino, antica riserva di caccia attualmente sotto tutela delle Belle Arti, nell’appartamento Prener dispone di una vasca libera sotto una volta a croce e di una romantica camera da letto con volta, pavimenti in legno di rovere e mobili in legno fatti a mano. Quelli citati sono solo alcuni dei masi con vasca da bagno in camera; per trovarne altri è possibile selezionare la voce “vasca da bagno” attivando il filtro “Altri criteri di ricerca per equipaggiamento” nella pagina “Ricerca agriturismo” sul sito www.gallorosso.it. Diversi masi Gallo Rosso hanno anche un altro accessorio che rende scenograficamente tutto più romantico: il letto a baldacchino. L’appartamento Romantik del maso Felderhof a Brunico, infatti, ha un moderno letto a baldacchino, così come il maso Perseiderhof e l’appartamento Wiesenruh del maso Grossplonerhof, entrambi a Luson. Un contesto più storico lo fornisce il maso Oberniederhof a Senales, che, nel suo appartamento “Anno 1290”, situato nella casa antica e disposto su tre livelli, in una delle due stanze da letto rivestite in legno ha un romanticissimo letto a baldacchino. I masi Gallo Rosso però sono strutture piccole che, proprio per questo motivo, garantiscono relax e intimità alle coppie che desiderano trascorrere momenti esclusivi. Pertanto si consiglia di prenotare con anticipo per garantirsi un San Valentino indimenticabile. Gli oltre 1600 masi Gallo Rosso sono tutti presenti sul sito www.gallorosso.it, dove è possibile effettuare una ricerca utilizzando i filtri a disposizione, che aiutano ad individuare facilmente gli agriturismi che rispondono alle proprie esigenze.


[M.V. Anno X - Nr 1347 del 09.01.2018] | Agriturismo

Catalogo “Artigianato contadino” di Gallo Rosso


Tradizione e modernità si fondono in oggetti unici


Nel mondo contadino l’artigianato ha sempre rappresentato un importante diversivo nelle lunghe giornate invernali, quando la fatica quotidiana del lavoro nei campi lascia il posto al tempo libero da impiegare in attività di svago. I contadini si dedicano quindi all’intaglio del legno, all’intreccio, alla trasformazione della lana o ad altre attività creative che vengono svolte tutte con una grande maestria, generalmente acquisita non solo attraverso l’esperienza, ma anche attraverso gli insegnamenti dei padri e dei nonni. Per i contadini l’artigianato è un’ulteriore passione, oltre al lavoro agricolo, a cui si dedicano con molto trasporto e impegno creando oggetti che poco si discostano da opere d’arte. Ogni esemplare è sicuramente unico, realizzato completamente a mano e costituito da materie prime provenienti dal maso stesso o comunque dal territorio dell’Alto Adige. La nuova edizione – la 5^ – del catalogo sull’Artigianato contadino di Gallo Rosso descrive in 60 pagine attraverso immagini e descrizioni particolareggiate le opere e la passione dei 10 contadini artigiani, che raccontano di come è nata la voglia di esprimersi creativamente e la loro formazione in tal senso. Il Catalogo sull’Artigianato 2018 è un’ottima guida per prendere visione del vasto assortimento della produzione artigianale dei contadini di Gallo Rosso e anche per prendere contatto con il contadino stesso eventualmente per commissionare manufatti, per acquistarne di già pronti o semplicemente per chiedere informazioni sui vari prodotti o per concordare una visita presso il laboratorio per osservare il contadino all’opera. Rispetto all’edizione precedente, si aggiunge alla lista dei contadini artigiani Walter Schnitzer del maso Pardellhof a Naturno. Il maso, di proprietà della famiglia Schnitzer da più di due secoli, ha sei ettari di bosco, oltre a tre ettari di alberi da frutta e un vigneto di mezzo ettaro ed è proprio lì che Walter va alla ricerca del pezzo particolare di legno, solitamente di castagno o di rovere, che ispiri la sua vena artistica. Attraverso fresatrici a mano e spazzole Walter leviga, pulisce e dà forma e vita al legno, creando straordinari pezzi unici. Il nuovo catalogo sull’Artigianato contadino Gallo Rosso è già disponibile. E’ sufficiente richiederlo telefonicamente al numero 0471/999308, via email a info@gallorosso.it o attraverso questo link e il catalogo sarà recapitato gratuitamente a casa.


[M.V. Anno X - Nr 1346 del 20.12.2017] | Agriturismo

Una settimana bianca con Gallo Rosso


Il Concorso per vincere una vacanza invernale in un maso dell’Alto Adige


Gallo Rosso è il marchio che raggruppa oltre 1600 agriturismi in Alto Adige, favorendone l’attività e promuovendo la cultura contadina e la tradizione, con l’intento di avvicinare gli ospiti allo stile di vita degli agricoltori altoatesini.

 

Gli ospiti dei masi Gallo Rosso in inverno hanno l’opportunità di vivere intensamente gli appartamenti caldi ed accoglienti, arredati in legno e secondo lo stile altoatesino, con ogni genere di confort e situati in locations da favola, dove la natura incontaminata esprime il meglio di sé. La “settimana bianca” che Gallo Rosso mette in palio è all’insegna del relax e dello slow winter, con l’obiettivo per i vincitori di riappropriarsi del proprio tempo, attraverso attività indoor e outdoor diverse e particolari da farsi con ritmi rilassati e godendo dei momenti che si hanno a disposizione, senza frenesia e confusione. In questa stagione i contadini propongono ai loro ospiti tante attività, come corsi di cucina, di intaglio del legno, lavori di bricolage, oppure passeggiate alla ricerca delle orme degli animali selvatici, ciaspolate, discese in slittino, escursioni a cavallo, gite in slitte trainate da cavalli e tanto altro. Per provare le emozioni che regala una vacanza al maso in inverno, Gallo Rosso propone di partecipare al Concorso “Vinci una vacanza al maso”, rispondendo a 4 semplici domande. Non è possibile sbagliare le risposte e quindi essere uno dei vincitori è davvero facile! Il termine per partecipare al concorso è il 10.12.2017 e l’estrazione avverrà il 15.12.2017. I vincitori saranno contattati per iscritto.


[M.V. Anno X - Nr 1343 del 11.12.2017] | Agriturismo

Vacanza al maso in inverno


L’inverno è alle porte e, dopo un’estate così calda, la voglia di rivedere la neve e l’idea di soggiornare in un caldo appartamento, mentre all’esterno le temperature sono molto basse, stuzzicano la maggior parte di noi.


I masi altoatesini Gallo Rosso sono strutture che offrono tutto ciò: appartamenti caldi ed accoglienti, arredati in legno e con ogni genere di confort in locations da favola, essendo immersi nella natura incontaminata e trovandosi a quote in cui l’inverno esprime il meglio di sé.

 

I paesaggi innevati dell’Alto Adige hanno un fascino incomparabile e l’aria fresca che si trova in montagna quasi assale con la sua purezza chi non è abituato a respirarla. Gli appassionati di sport invernali trovano il loro posto ideale con i numerosissimi comprensori sciistici e i chilometri di piste da percorrere. Gallo Rosso però, rispetto alla classica “settimana bianca”, ha una proposta alternativa: lo slow winter. Lontano dalle piste da sci, infatti, c’è tanto da fare, come riappropriarsi del proprio tempo, attraverso attività indoor e outdoor diverse e particolari da farsi con ritmi rilassati e godere dei momenti che si hanno a disposizione, senza frenesia e confusione. Questo è possibile fare in una vacanza al maso in inverno. In questa stagione i contadini propongono ai loro ospiti tante attività, come corsi di cucina, di intaglio del legno, lavori di bricolage, oppure passeggiate alla ricerca delle orme degli animali selvatici, ciaspolate, discese in slittino, escursioni a cavallo, gite in slitte trainate da cavalli e tanto altro. Molto affascinanti sono, partendo direttamente dal maso, le escursioni con le racchette da neve, che spesso i contadini hanno in dotazione per i propri ospiti, come il maso Gallo Rosso Proderhof nella splendida Val di Funes. I masi Gallo Rosso Perseiderhof e Zyprian-Hof, oltre a noleggiare le racchette, organizzano anche escursioni guidate nei magnifici territori in cui si trovano: la Val di Luson e la Val d’Ega. Ammirare la bellezza del paesaggio coperto di neve e sorprendersi per l’immensità del silenzio, rotto solo dallo scricchiolare ad ogni passo delle racchette da neve, è un’esperienza che rigenera profondamente e ristabilisce il contatto con la parte più intima di noi. Dopo una bella colazione preparata con amore dalla contadina, con i prodotti freschi e genuini del maso, la giornata inizia con il pieno di energia per una bella ciaspolata, alla scoperta delle meraviglie nella neve. Il pomeriggio, quando al rientro si apprezza il proprio appartamento che profuma di legno ed emana calore e ci si rilassa vicino alla stufa, sorseggiando una bevanda calda o chiacchierando con i contadini o con gli amici, mentre fuori magari inizia a nevicare, è un bel momento di relax. Avere la possibilità di interrompere per qualche giorno il legame con i doveri o con tutto ciò che dà pensiero, lasciando la mente libera di distrarsi è un’opportunità che non bisogna lasciarsi sfuggire. I masi del Gallo Rosso sono oltre 1600 e sono tutti presenti sul sito www.gallorosso.it dove è possibile effettuare una ricerca usando i filtri a disposizione, che aiutano a individuare con facilità gli agriturismi in cui trascorrere un inverno slow.


[M.V. Anno X - Nr 1325 del 17.10.2017] | Agriturismo

dal Ristorante Les Granges di La Thuile


Fontina, Fromadzo, Lardo d’Arnad e Jambon de Bosses sono le eccellenze del territorio valdostano raccontate e degustate nella MATTINATA D.O.P., iniziativa promossa, per il secondo anno, dal Ristorante Les Granges di La Thuile. Un itinerario che prevede nove appuntamenti, durante l’estate, a partire dal 27 giugno, nel quale i palati gourmet, accompagnati da un enogastronomo, potranno scoprire le tipicità locali.


Il programma della MATTINATA D.O.P. comincia alle 9.30 con la visita alla Grotta delle Fontine, dove la guida racconterà le caratteristiche di lavorazione di questo famoso formaggio. La grotta, in zona Buic, è un luogo dove sono stivate per la stagionatura più di 6.000 forme di Fontina. A seguire (intorno alle ore 11.00) presso il Ristorante Les Granges aperitivo e degustazione guidata degli altri prodotti D.O.P. della Valle d’Aosta quali Fromadzo - formaggio magro o semigrasso, a pasta semidura, prodotto da latte di vacca, eventualmente addizionato con una piccola percentuale di latte di capra, dalla maturazione minima di 60 giorni fino a una stagionatura di 10 mesi - Lardo D'Arnad - un salume di origini remote, realizzato con antichi metodi, dal gusto delicato e al tempo stesso molto profumato - e Jambon de Bosses - prosciutto di alta qualità, principe della salumeria valdostana che, nelle fasi della lavorazione prevede la concia con erbe aromatiche del territorio, la salatura manuale, la stagionatura su letto di fieno, e la disossatura con legatura anch’essa eseguita manualmente. Per tutti, la possibilità di vedere dal vivo un giardino di Artemisia Glacialis, pianta che abita le montagne di La Thuile, con la quale si realizza il famoso Genepy, liquore dalle note intense e dall’aromatico profumo, ottenuto dalla macerazione a freddo delle sommità fiorite della pianta. MATTINATA D.O.P.: GIORNI • ORARI • COSTI Giorni: MARTEDI’ 27 giugno – 4 luglio – 11 luglio – 18 luglio - 25 luglio - 8 agosto - 22 agosto – 29 agosto – 5 settembre. Orari: appuntamento alle ore 9.30, presso il Ristorante Les Granges di La Thuile (AO) – Frazione Les Granges, rientro previsto per le ore 11.00. Costo: 13,00 euro Ristorante Les Granges +39 0165 88488


[M.V. Anno X - Nr 1299 del 17.05.2017] | Agriturismo

Stube contadine nei masi Gallo Rosso Il calore tipico dell’Alto Adige



Il mondo contadino altoatesino è una realtà davvero molto affascinante, perché ancora oggi conserva usanze e tradizioni che appartengono all’antico passato. Una di queste è rappresentata dalla “Stube”, ossia la stanza comune con la stufa (vocabolo da cui deriva il nome) in cui, ancora oggi, i contadini si riuniscono nelle fredde e lunghe giornate invernali.

 

Molti masi moderni e ristrutturati conservano questo ambiente con la stufa, proprio perché è una caratteristica molto forte, per storia e tradizione, di un maso in Alto Adige. Anticamente la stube era l’unica stanza riscaldata di tutta la casa e, per mantenere il calore diffuso dalla stufa, era, ed è tuttora, ricoperta di cirmolo, un tipo di legno tenero e di colore rossiccio che ha anche la caratteristica di sprigionare un odore molto piacevole dagli effetti rilassanti. Nella stube la famiglia contadina si riunisce per i pasti, nelle serate dopo cena, per le veglie sui defunti o per il tempo libero da impiegare in lavori come il ricamo, la tessitura o l’intaglio del legno. La stube in genere è la stanza della casa posta più a sud, per consentire al sole di illuminarla e scaldarla per la maggior parte della giornata; in essa si trova appunto la stufa, l’elemento principale di questo ambiente. I tipi di stufe sono essenzialmente due: il Kachelofen e il Bauernofen. Il Kachelofen è una stufa piuttosto alta, generalmente ricoperta di ceramica spesso con decorazioni, presente soprattutto nelle stube dei contadini più abbienti; il Bauernofen invece, ha una struttura in muratura con volta a botte, che occupa una parte notevole dell’ambiente. Il Bauernofen ha un’apertura nella parete dalla quale si sviluppa, in modo da essere facilmente alimentata dall’esterno della stube per evitare dispersioni di calore. Spesso, sopra di essa si trova l’Ofenbank, una struttura in legno simile ad un banco, che permette di sdraiarsi beneficiando direttamente del calore della stufa. Generalmente, l’Ofenbank era il posto che si riservava agli anziani o agli ammalati. Altrettanto tipico è l’Eckbank, una panca di legno con imbottitura costruita ad angolo lungo due pareti della stube, che funge da seduta per il tavolo in cui consuma i pasti la famiglia contadina. Trascorrendo una vacanza in un maso Gallo Rosso , queste usanze e questi ambienti si possono vivere direttamente, chiacchierando nelle serate con il contadino, sentendo il gradevole profumo del cirmolo nella stube, dopo una giornata trascorsa all’aperto e ricca di avventure, o al mattino, mentre si gusta un’ottima colazione contadina con tanti prodotti genuini provenienti dal maso, come formaggio, latte fresco, marmellate fatte con le bacche del giardino, succhi deliziosi e tanto altro. Il maso avito Greiterhof a Lana, per esempio, ha mantenuto in uno dei due appartamenti destinati agli ospiti, quello con il nome Historika, una stube tradizionale con Bauernofen e Ofenbank, dove cenare insieme dopo una rilassante sauna finlandese o una Bio sauna. Il Drockerhof in Val Gardena e il Gönnerhof a Perca preparano per i propri ospiti una ricca colazione contadina a buffet nelle loro bellissime Bauernstube, l’ideale per affrontare una giornata di sci o di camminate nei meravigliosi paesaggi altoatesini. Anche le osterie contadine di Gallo Rosso hanno delle tradizionali e accoglienti stube dove servono piatti tipici altoatesini. Nella grande stube dell’’Hofschank Kinigerhof a Sesto, ad esempio, si gustano specialità della carne affumicata (speck, speck cotto, salamini, salame…) chiacchierando amabilmente e guardando le numerose e antiche fotografie della famiglia Stabinger appese alle pareti.   Per scegliere il maso che si preferisce, è possibile ricevere a casa gratuitamente il catalogo “Agriturismo – le vacanze diverse 2017”, richiedendolo al numero 0471/999308, via email a info@gallorosso.it o attraverso questo link. Inoltre, i masi Gallo Rosso sono oltre 1600 e sono tutti presenti sul sito www.gallorosso.it, dove è possibile effettuare una ricerca utilizzando i filtri a disposizione, che aiutano ad individuare facilmente gli agriturismi che rispondono alle proprie esigenze.


[M.V. Anno X - Nr 1263 del 31.01.2017] | Agriturismo

Gallo Rosso


Gallo Rosso: venire come ospite, partire come amico Disponibile il nuovo catalogo degli agriturismi in Alto Adige


Il nuovo catalogo degli agriturismi Gallo Rosso in Alto Adige è stato pubblicato ed è disponibile gratuitamente per chiunque, previa richiesta. La preziosa guida è un utile strumento per trovare la struttura e il territorio che si preferiscono, per trascorrere le proprie vacanze e immergersi nell’affascinante mondo contadino, a contatto diretto con la natura e con la genuinità dei prodotti e delle persone. Infatti, quando si soggiorna in un agriturismo Gallo Rosso, si arriva come ospiti e si riparte come amici. Una vacanza in agriturismo offre la possibilità di svegliarsi al mattino e di gustare una abbondante e ricca colazione contadina fatta con i prodotti freschi del maso, di ammirare in ogni stagione i meravigliosi paesaggi altoatesini, di sentire il profumo dell’aria fresca e pura. In primavera poi i fiori dei meli colorano il paesaggio di bianco e di rosa e il sole ricomincia a far sentire la propria forza diffondendo un piacevole tepore; in estate non si soffre mai il caldo in alta montagna e si possono assaporare i dolci frutti che gli alberi producono nei verdi prati; in autunno i colori della natura sono indescrivibili, tanta è la loro bellezza e brillantezza, mentre gli ospiti degli agriturismi possono aiutare i contadini a raccogliere l’uva o provare il tradizionale Toerggelen, la merenda a base di carne salmistrata, castagne e vino novello; in inverno il ritmo della natura rallenta, lasciando spazio a calma e quiete da godersi nei caldi appartamenti. Ogni stagione è allettante per una vacanza in un agriturismo Gallo Rosso. Nel nuovo catalogo 2017 “Agriturismo – le vacanze diverse” in 144 pagine sono descritti 400 masi in tutto l’Alto Adige, con il numero di fiori (da un minimo di 1 a un massimo di 5) assegnati in base ai servizi offerti, la tipologia dei servizi e le dotazioni delle strutture, la posizione e i prezzi minimi e massimi per un soggiorno. E’ possibile ricevere a casa gratuitamente “Agriturismo – le vacanze diverse 2017”, richiedendolo al numero 0471/999308, via email a info@gallorosso.it o attraverso questo link. I masi Gallo Rosso però sono oltre 1600 e sono tutti presenti sul sito www.gallorosso.it, dove è possibile effettuare una ricerca utilizzando i filtri a disposizione, che aiutano ad individuare facilmente gli agriturismi che rispondono alle proprie esigenze.


[M.V. Anno X - Nr 1253 del 17.01.2017] | Agriturismo

Con Gallo Rosso l’inverno è speciale


Attività uniche di tradizione ed esperienza contadine


Gli ambienti caldi e accoglienti, una ricca colazione con prodotti genuini del maso preparata dalla contadina con amore, la cordialità dell’ospitalità altoatesina, la meraviglia dei paesaggi incontaminati, il silenzio rotto solo dai suoni della natura rendono una vacanza in inverno in un maso Gallo Rosso un’esperienza assolutamente efficace per rigenerarsi e ritrovare il proprio ritmo. Mentre la natura si riposa sotto la coperta di neve, anche i contadini ai masi possono dedicarsi ad altre attività, che nei momenti di maggiore lavoro accantonano. Alcuni contadini, ad esempio, offrono ai propri ospiti di prendere parte ad esperienze molto particolari. La famiglia del contadino Alois del maso Aussermahr in Val di Casies, propone ai propri ospiti suggestive passeggiate notturne con torce infuocate, discese in slitta al chiaro di luna o di godersi il calore di un falò davanti al maso, sorseggiando del buon vin brulé o altre bevande calde. Un’altra esperienza interessante è farsi accompagnare dal contadino per una passeggiata nei boschi al mattino presto, per vivere la magia della natura che si sveglia, immersi nella quiete ovattata del paesaggio innevato; al ritorno, la contadina accoglie gli ospiti affamati con un’abbondante e ricca colazione di cose fatte con le sue mani. Per informazioni: Gallo Rosso – Maso Aussermahr A Malles c’è il maso Morigglhof, dove il contadino, esperto di selvaggina, su richiesta porta gli ospiti sulle tracce di quegli animali schivi e riservati che raramente si vedono dal vivo. Per informazioni: Gallo Rosso – Maso Morigglhof La contadina Gertraud, in una sala dedicata del maso Hofbauer a St. Georgen Brunico, insegna ai propri ospiti efficaci tecniche di rilassamento attraverso la percezione profonda del proprio corpo, che portano ad un rinnovato benessere e ad una riscoperta della propria fisicità. Per informazioni: Gallo Rosso – Maso Hofbauer Diverse attività molto particolari sono proposte su richiesta nel maso Moarhof a Senales, come un corso di due giorni per imparare a costruire un arco, entrando in contatto diretto con la materia che prende vita attraverso le proprie mani. E’ possibile anche frequentare un corso intensivo di tiro con l’arco, per poi mettere in pratica quanto si è appreso nel percorso di quattro chilometri con 20 piazzole, creato dal contadino con sagome in 3D, adatto a grandi e piccini; nelle pause, si possono ammirare i bellissimi boschi innevati di larice in cui è immerso il percorso, che, con la guida del contadino, è praticabile anche in inverno, regalando la magica sensazione di trovarsi in un mondo incantato. Al maso Moarhof inoltre è presente una fucina, dove anche per gli ospiti è possibile provare l’esperienza di modellare il ferro con il calore del fuoco e i colpi del martello. Per informazioni: Gallo Rosso – Maso Moarhof   Per scoprire le numerose opportunità che offrono i masi Gallo Rosso in Alto Adige è sufficiente andare sul sito www.gallorosso.it/it/agriturismo-in-alto-adige/appartamenti-e-camere-in-alto-adige/; oppure richiedere la spedizione gratuita del catalogo Gallo Rosso allo 0471/999308 o tramite email all’indirizzo info@gallorosso.it.


[M.V. Anno X - Nr 1240 del 02.12.2016] | Agriturismo

Casevacanza.it acquisisce Agriturismo.it


si allarga il polo digital del turismo extra-alberghiero nel Mediterraneo. Si incrociano due storie di successo tutte italiane, con l'obiettivo di aumentare il traffico proveniente dall'estero.


Feries srl, proprietaria di Casevacanza.it (http://www.casevacanza.it), prima azienda italiana per gli affitti turistici e partner di Immobiliare.it, annuncia oggi l’acquisizione di Agriturismo.it e compie un altro importante passo verso la leadership nell’ambito del turismo extra-alberghiero nell’Europa Mediterranea.

 

Nato nel 2001, Agriturismo.it (http://www.agriturismo.it) è da anni il portale leader per la vacanza in agriturismo in Italia: la società Premiaweb, proprietaria del marchio, cede a Feries il 100% del ramo d’azienda. La fondatrice Veronica Mariani diventa socia di Feries ed entra nel suo Consiglio di Amministrazione, continuerà a dedicarsi al brand “Agriturismo.it” e lavorerà per lo sviluppo del progetto Feries con deleghe specifiche. Francesco Lorenzani mantiene la sua carica di Amministratore Delegato della società, mentre i due team saranno riuniti in un’unica sede, in un’ottica di potenziamento e condivisione delle rispettive competenze. L’unione delle due web company, entrambe nate e sviluppatesi in Italia, punta a canalizzare in un unico network domanda ed offerta di tutte le strutture ricettive non alberghiere, un’alternativa sempre più amata dai turisti di tutto il mondo: alla rete di case vacanza, residence e campeggi del portale CaseVacanza.it si aggiungono gli agriturismi di Agriturismo.it, che rappresentano circa il 40% di questo tipo di strutture che hanno scelto di darsi una visibilità online. Con l’acquisizione si incrociano due storie di successo nel turismo digitale: Agriturismo.it e CaseVacanza.it, insieme, possono vantare oltre 15 milioni di utenti unici l’anno e più di 100mila annunci. L’acquisizione punta ad aumentare il traffico complessivo proveniente da viaggiatori stranieri, che già rappresenta circa il 30% di quello registrato su Agriturismo.it. In quest’ottica di potenziamento internazionale Feries ha, negli scorsi mesi, lanciato il portale in cinque lingue Feries.com, dotato di un sistema di prenotazione istantanea vantaggioso tanto per i proprietari quanto per i turisti provenienti dall’estero, la cui domanda risulta in forte aumento rispetto agli anni passati. «L’acquisizione di Agriturismo.it – ha dichiarato Francesco Lorenzani, Amministratore Delegato di Feries, società controllata da Immobiliare.it SpA – rappresenta un momento di svolta nel nostro ambizioso progetto di creazione di un polo internazionale del turismo focalizzato sul Mediterraneo, con un presidio forte e unico sull’Italia. Diventando l’azienda italiana più grande per il turismo extra-alberghiero viviamo un momento di importante crescita per organico, obiettivi e fatturato: per questo abbiamo intenzione di impiegare al meglio il nostro know how e la nostra competenza tecnologica al fine di dare nuovi impulsi al turismo, vero driver di crescita per l’Italia.» «Siamo molto orgogliosi di questo accordo, che ci inserisce all’interno di un progetto affascinante e strategico come quello di Feries – ha dichiarato Veronica Mariani, fondatrice di Agriturismo.it. –Partendo dalla consapevolezza di come il turista sia diventato, negli ultimi anni, sempre più digitale, siamo certi che il nuovo network possa offrire ai proprietari la possibilità di colmare il divario esistente tra domanda e offerta online di strutture extra alberghiere.»


[M.V. Anno X - Nr 1217 del 17.10.2016] | Agriturismo
Pubblicit