Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

I risultati del 14o Concorso Nazionale del Riesling


Si sono appena concluse le Giornate del Riesling, a Naturno, in Alto Adige, con la Premiazione del 14° Concorso nazionale del Riesling e la vittoria della Fondazione Edmund Mach – Trentino.


A Naturno, in Alto Adige, si è appena conclusa la 15a edizione delle Giornate del Riesling, con la Premiazione del miglior produttore italiano.

 

Una giuria di qualificati degustatori ha scelto il miglior Riesling a livello nazionale, e vincitore di questa edizione è stato proclamato il riesling della Fondazione Edmund Mach - Trentino DOC Riesling 2018, seguito da quello della Cantina St. Michael Eppan - Südtirol Riesling DOC Montiggl 2018.
Sul podio, al terzo posto, il riesling della cantina Weingut Himmelreich-Hof - Südtirol Vinschgau DOC Riesling Geieregg 2018.

 

Dal 4° al 10° posto si sono, invece, classificati:

4o - Az. Agr. G.D.Vajra - Langhe DOC Riesling Pètracine 2018
5o - Weingut Strasserhof - Südtirol Eisacktaler DOC Riesling 2018
6o - Soc. Agr. Jermann - Venezia Giulia IGT Riesling Afix 2018
7o - Kellerei Nals-Margreid/Entiklar - Südtirol DOC Riesling Pitzon 2018
7o - Az. Agr. Calatroni - Oltrepó Pavese DOC Riesling Campo Dottore 2018
9o - Kellerei Schreckbichl - Südtirol DOC Riesling Harrer 2018
10o - Castel Juval Unterortl - Südtirol Vinschgau DOP Riesling 2018

Le Giornate del Riesling sono ormai un appuntamento fisso con cinque settimane di eventi, degustazioni e cene per apprezzare uno dei vitigni più prestigiosi ed eleganti al mondo. Il Riesling ha la capacità di esprimere al meglio il carattere del terroir in cui cresce, una prerogativa valorizzata al massimo proprio in Alto Adige, regione che offre condizioni favorevoli alla coltivazione di questa varietà.

Al termine della premiazione è stato possibile assaggiare tutti i vini del concorso: un’occasione unica per apprezzarne le differenti sfumature e peculiarità.


Per maggiori informazioni: www.rieslingtage.com


[M.V. Anno X - Nr 1535 del 14.11.2019] | Appuntamenti

Incontro aperto al pubblico con l’artista Andrea Pinchi


Domenica 10 novembre alle ore 16:00 presso la Sala Cinema del Macro Asilo si svolgerà l’incontro aperto al pubblico con l’artista Andrea Pinchi e la storica dell’arte Lauretta Colonnelli.


La conversazione sarà basata sul tema delle città invisibili di Italo Calvino. Nato da un’idea di Marta Francocci, l’appuntamento culturale vede la lettura di alcuni brani del libro Le città invisibili di Italo Calvino interpretati dalla regista e attrice Karen di Porto.


Partecipa all’incontro Giuditta Nidiaci, curatrice della mostra tenutasi la settimana scorsa al Macro Asilo di Roma, in occasione della RAW- Rome Art Week 2019, sempre dedicata alle città invisibili di Calvino, tema cui Andrea Pinchi sta dedicando molto del suo lavoro e della sua ricerca.


 

Lauretta Colonnelli, che ben conosce il lavoro di Andrea Pinchi, propone al pubblico una lettura appassionante con l’intento di raccontare l’influenza che Italo Calvino ha avuto e continua ad avere in Andrea Pinchi, il quale da molto tempo non si sottrae al lungo processo creativo che lo coinvolge, appassiona e pone al centro di un connubio composto da storia, letteratura e arte.

Direttamente dalle parole di Lauretta Colonnelli, anticipiamo un brano dell’appassionante conversazione di domenica prossima a Roma: “Quale soggetto migliore, per un artista, delle Città invisibili, il libro di Italo Calvino che descrive le città immaginarie raccontate da Marco Polo all’imperatore dei tartari Kublai Kan? Città che, come i sogni, sono costruite di desideri e di


paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra. Già molto tempo prima di dedicarsi a rendere materiche le città oniriche di Calvino, Andrea Pinchi ha cominciato a lavorare con gli scarti derivati dal restauro di antichi organi da chiesa e destinati a essere buttati via, spazzatura nella spazzatura. Pinchi li recupera e li inserisce nei suoi quadri, non per realizzare opere in linea con il catastrofismo imperante nell’arte contemporanea, ma per creare nuova bellezza, far affiorare nuovi momenti di luce. Viene in mente l’invito con cui si chiude Le città invisibili: «Cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare e dargli spazio». Non so se il viaggio di Pinchi nell’arte sia cominciato proprio da questa frase. Certo è che Pinchi è un lettore onnivoro e tenace, e tante sue opere sono ispirate ai libri che ha letto. Qui, sulle visioni di Calvino, ha innescato nuove visioni, le proprie, costruite con «le perle e le scintille» scovate tra i sogni infranti del consumismo.”


[M.V. Anno X - Nr 1533 del 08.11.2019] | Appuntamenti

Polvere di Stelle cambia location


Il magico mercatino natalizio di Lana da quest’anno avrà sede nel meraviglioso Giardino dei Cappuccini


L’edizione 2019 del mercatino natalizio di Lana, Polvere di Stelle, sarà davvero speciale perché tutto l’allestimento sarà compreso all’interno del meraviglioso e incantevole Giardino dei Cappuccini. Dal 30 novembre, giorno dell’inaugurazione del mercatino alle ore 17, al 31 dicembre Avvento, Natale e Capodanno si festeggeranno in questo magico contesto, con alberi addobbati con luccicanti sfere rosse o luminose e tanti stand di artigianato, gastronomia e tanto altro. In tutto il periodo di attività, il programma di Polvere di Stelle è fitto di appuntamenti curiosi e interessanti, divertenti e affascinanti, creativi e goderecci, musicali e spettacolari.

 

Solo per citarne alcuni, sabato 30 novembre, 14 e 21 dicembre dalle 14 alle 17 presso la sala San Francesco nel Convento dei Cappuccini di Lana si terranno le “Ore di bricolage alla Bottega delle Scintille”, in cui si imparerà a confezionare San Niccolò con latta, stoffa e cotone, oppure si creerà la tipica casetta di pan pepato o ancora si costruirà un’utile casetta per la stagione invernale per gli uccellini affamati.

Giovedì 5 dicembre alle 17 sfileranno i mostruosi nonché tradizionali “Krampus”, i diavoli travestiti, servitori di San Nicolò, al parcheggio della pizzeria Alpen a Lana di Sotto. Momenti particolarmente suggestivi saranno i Canti natalizi e gospel del coro Chorisma nel Giardino dei Cappuccini dalle 14.30 alle 16.30 di sabato 14 e i canti natalizi dell’ensemble “Stimmt’s” che cantando illumina il giardino dei Cappuccini con delle lanterne (dalle 17 alle 18). Lo show luminoso dell’artista Alex Rowbotham “Luce dipinta” regalerà in vari momenti di Polvere di Stelle grandi emozioni, animando la facciata dell’edificio del distretto sanitario, direttamente nel Giardino dei Cappuccini, di una suggestiva luce dipinta, accompagnata da toccanti note musicali.

Tanta musica dal vivo allieterà ogni giorno i visitatori del mercatino che, in pieno spirito natalizio, avranno la possibilità di acquistare a solo 2 euro un biglietto della lotteria dalla bambina della fiaba “Polvere di Stelle”, il cui ricavato quest’anno sarà in parte devoluto all’associazione volontari “Cuore di bimbo”, che dal 2006 supporta le famiglie con bambini malati di cuore. Un’ottima opportunità per fare del bene e per tentare la fortuna e vincere uno dei bellissimi premi messi in palio (il primo premio è un buono per Day Spa con colazione inclusa per due persone al vigilius mountain resort).

Acquistare i regali di Natale passeggiando tra gli stand che offrono prodotti di artigianato autentico, di ottima fattura e realizzati con materiali naturali, unici nel loro genere e originali nelle proposte, sarà l’occasione per fare shopping respirando l’atmosfera natalizia più sincera, fatta anche di ritmi rilassati, di una tazza di vin brulé o della bevanda Polvere di Stelle (un brulé alla mela e alle erbe), di una zuppa di gulasch con brezel o di gnocchetti fritti alla tirolese.

San Silvestro è uno dei momenti più attesi. Il 31 dicembre nel Giardino dei Cappuccini sarà grande la festa per salutare l’anno vecchio ed accogliere il nuovo. Gli stand gastronomici saranno aperti fino alle ore 1.00, offrendo agli ospiti delizie speciali e bevande per brindare al 2020. Diverse band intratterranno per tutta la giornata i presenti con i loro repertori musicali e il circo ambulante Animativa coinvolgerà nell’arte circense grandi e piccini nel pomeriggio del 31 dicembre con pedalò, trampoli, monocicli e altro. Il clou della serata saranno i fuochi d’artificio che a mezzanotte illumineranno il cielo sopra il Giardino dei Cappuccini di Lana.

Per scaricare il Programma di polvere di Stelle utilizzare questo link

Per ulteriori informazioni sul territorio: visitlana.com


[M.V. Anno X - Nr 1525 del 18.10.2019] | Appuntamenti

Le eccellenze del Mediterraneo in barca a vela


 Prende il via da Palermo “LA TERRA INCONTRA IL MARE”


 

Una barca a vela lungo le coste siciliane, le eccellenze della produzione agroalimentare del Mediterraneo, degustazioni e show cooking: questi gli ingredienti dell’iniziativa “La terra incontra il Mare”, che prende il via sabato 21 settembre da Palermo.

 

Teatro della presentazione la scogliera a picco sul mare del club TeLimar di Addaura, dove l’ideatore della manifestazione Manfredi Barbera, Amministratore Unico dei Premiati Oleifici Barbera, insieme alle istituzioni e aziende coinvolte, racconterà il progetto dalla nascita agli sviluppi futuri.

Domenica 22, poi, i prodotti del territorio selezionati, quali l’olio EVO dei Premiati Oleifici Barbera, i formaggi Zappalà, il tonno Coalma, la bottarga di tonno Mare Puro, il pane Pandittaino, e i vini della tenuta biologica Chiarelli, salperanno per un tour in barca a vela lungo le coste siciliane fino alle isole Egadi, passando per San Vito Lo Capo durante il Cous Cous Fest.

Un’occasione unica per promuovere e valorizzare prodotti di qualità attraverso degustazioni per mare e per terra, una iniziativa volta a promuovere il Mediterraneo come importante risorsa nella cultura gastronomica internazionale.

La barca verrà seguita da un equipaggio prevalentemente “in rosa” per raccontare dal vivo l’esperienza, da Palermo a San Vito Lo Capo, passando per Ustica, Capo Gallo, Isola delle Femmine, e le isole Egadi fino al termine della manifestazione sabato 28 settembre.

“La Terra incontra il Mare”, con un programma articolato che include anche una speciale iniziativa al Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, è una iniziativa organizzata da Atmosfere Siciliane, la start up dei Premiati Oleifici Barbera, che si occupa di valorizzazione del patrimonio agroalimentare siciliano, con la collaborazione della Federazione Italiana Cuochi.

 

Promotore d’eccellenza è il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea, istituito presso l'Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea che, tra le diverse competenze, ha anche la riorganizzazione e lo sviluppo della rete di distribuzione e di conservazione dei prodotti del mare, il miglioramento dell'immagine del prodotto siciliano, con la sua tutela e marchiatura, nonché gli interventi per la valorizzazione e la diffusione del pescato siciliano.

I Premiati Oleifici Barbera, con sede a Palermo e stabilimenti in tutta l’isola, nascono da una storia imprenditoriale di famiglia, che attraverso tre secoli e cinque generazioni ha saputo interpretare in chiave moderna la cultura millenaria della coltivazione dell’olivo in Sicilia, commercializzando per primi l’olio extra vergine di oliva in bottiglia di vetro e poi mettendo a punto l’olio non filtrato, totalmente naturale, fino ad arrivare all’internazionalizzazione che li vede presenti in oltre 30 paesi di 5 continenti.
 

 

 


[M.V. Anno X - Nr 1513 del 25.09.2019] | Appuntamenti

Keschtnriggl”: la Festa della castagna a Lana e dintorni


Dal 17 ottobre al 3 novembre si festeggia la regina dell’autunno


Tesimo-Prissiano, Foiana e Lana saranno le località che ospiteranno i principali appuntamenti della prossima edizione della Festa della castagna, l’evento che avrà come protagonista questo frutto autunnale gustoso e ricco di proprietà benefiche. Questo splendido territorio è l’ideale per la crescita e la proliferazione del castagno, pianta che infatti caratterizza questa zona boschiva e quella del meranese.

 

La Festa della castagna di Lana e dintorni, che ha mutuato il nome “Keschtnriggl” dall’utensile in vimini utilizzato un tempo per sbucciare le castagne, è ormai una tradizione consolidata – questa è la ventiduesima edizione -, che attrae molti partecipanti entusiasti del ricco programma previsto per quelle giornate.

Da giovedì 17 ottobre, infatti, fino a domenica 3 novembre il calendario è fitto di appuntamenti e iniziative: escursioni ai masi e ai castagneti con degustazioni di vini e castagne, cantine che offriranno caldarroste, Krapfen ripieni di castagne e “Sußer”, il vino novello e ristoranti ed esercizi gastronomici selezionati che presenteranno menu speciali e nuove creazioni gastronomiche a base di castagne. In occasione della Festa della castagna, inoltre, è stata creata una gamma di gustosi prodotti a marchio KESCHTNRIGGL, ovviamente a base del goloso frutto. A Lana, la birreria del Pfefferlechner, produce dell’ottima birra di castagna artigianale, la Pasticceria Winkler crea dei golosissimi cuori di castagna, con fine purea di castagne ricoperta di cioccolato e ripiena di panna montata, mentre il panificio Schmidt ha ideato il pandolce alla castagna, la torta e il pane di castagna; la pralina a base di castagna (una coppetta di fine cioccolato al latte, ripiena di soffice crema di castagne e gelatina di mirtilli rossi e ricoperta di cioccolato bianco) e il panettone a base di castagna sono le creazioni della Pasticceria Mair Andreas di Nalles; mentre la golosissima crema di castagne da spalmare è prodotta della Tenuta Großkemat di Prissiano.

Tornando agli appuntamenti in programma, la prima domenica (20 ottobre) dalle 11 alle 18 la Festa si concentrerà a Foiana, nel centro del paese, con musica tradizionale di bande locali e il mercatino con gustose specialità contadine anche a base di castagne. Possibilità di fare visite guidate al sentiero del castagno in compagnia delle Guardie Forestali alle ore 14.

Nella seconda domenica (27 ottobre), invece, il clou sarà nella Piazza del Municipio a Tesimo con la sfilata storica che partirà alle 10.30 con 25 carri e trattori d’epoca e bande musicali, il tutto accompagnato da stand con specialità a base di castagna, dal mercatino contadino e da bancarelle con oggetti di artigianato tradizionale. Previsto anche un programma di intrattenimento specifico per bambini.

Da segnalare l’appuntamento di mercoledì 23 ottobre alle ore 18.30 a Castel Katzenzungen, Prissiano, con “Tre castelli in una notte”: una fiaccolata notturna di castello in castello (Castel e Castel Katzenzungen, Castel Fahlburg e Wehrburg) con sorprese gastronomiche e culturali e un menu degustazione di quattro portate a base di castagne. Una serata davvero unica, alla quale sarà possibile partecipare su prenotazione. Castel Katzenzungen, inoltre, sarà teatro del momento inaugurale della Festa della castagna, giovedì 17 ottobre alle 20, con presentazione della festa e degustazione dei prodotti e di specialità a base di castagna e showcooking.

Altra iniziativa particolare è la visita alle 17 di giovedì 24 ottobre al birrificio Pfefferlechner, nonché osteria contadina, in compagnia del mastro birraio Francesco Giacomelli, che introdurrà i partecipanti al mondo della birra e a tutto ciò che c’è da sapere sull’apprezzata bevanda spumeggiante.

Venerdì 25 ottobre dalle 14 alle 18 è il momento di chi ama stare ai fornelli con il “Corso di cucina con le castagne – dolce & piccante”, utilizzando la castagna come ingrediente attraverso la preparazione di piatti autunnali, dolci e piccanti. Sarà anche l’occasione per imparare tanti trucchi del mestiere presso la Scuola di economia domestica e agroalimentare di Tesimo. Per prenotare, telefonare allo 0471/440981.

Nel corso di tutta la durata della Festa della castagna, inoltre, il contadino Hans Laimer cuocerà le castagne sul fuoco vivo davanti alla sede dell’Ufficio Turistico di Lana e gli avventori potranno gustare le caldarroste appena cotte.

La Festa della castagna è stata riconosciuta come Green Event, cioè manifestazione che viene pianificata, organizzata e realizzata nel pieno rispetto dell’ambiente.

Infine, per molte degli appuntamenti in programma è previsto un servizio di navetta gratuito.

Per ulteriori informazioni della manifestazione:

www.keschtnriggl.it
www.visitlana.com, Tel. 0473 561770


[M.V. Anno X - Nr 1512 del 24.09.2019] | Appuntamenti

Birra FORST partner Suoni di Marca dal 18 luglio a Treviso


Birra FORST sarà la bevanda ufficiale del Festival della musica internazionale più atteso dell’estate.


Anche quest’anno Birra FORST sarà lo sponsor ufficiale di Suoni di Marca Festival in programma dal 18 luglio al 4 agosto 2019, a Treviso.

 

Il Festival vedrà le esibizioni di artisti del calibro di Nina Zilli, Almamegretta, Morcheeba, Gianluca Grignani, Marina Rei o Red Canziani che si esibiranno su quattro palchi: San Marco, SS. Quaranta, Caccianiga, Fra’ Giocondo, a ingresso gratuito.

A “Suoni di Marca” si spazierà tra diversi generi musicali: dal blues al reggae, dalla musica classica al rock, dal trip-hop al soul e dal folk al jazz.

 

La musica non sarà l’unica protagonista dell’estate trevigiana, ma anche i locali della Marca avranno la possibilità di prendere parte al festival con prodotti tipici e del territorio.

La famosa birra altoatesina sarà fondamentale per dissetare cantanti e visitatori nelle calde serate.
Corposa e beverina, la FORST Festbier, appositamente prodotta per feste ed occasioni speciali, è ideale da assaporare in compagnia cantando sotto le stelle, mentre la FORST Sixtus, la birra doppio malto dal gusto vellutato con marcato sentore di malto e note calde di caramello tostato e speziato, è pensata per chi è alla ricerca di qualcosa di diverso e originale.

Birra FORST ha pensato anche agli amanti delle birre con gusti fruttati e floreali proponendo la Weihenstephaner Hefeweissbier, che con il suo gusto delicato darà un tocco magico a queste serate.


[M.V. Anno X - Nr 1500 del 26.06.2019] | Appuntamenti

Eventi gastronomici e Show Cooking per l’estate in Val Gardena


Tante serate per gustare sapori unici e legati al territorio.


In Val Gardena d’estate non mancano le occasioni per passare belle serate insieme gustando un’eccellente cucina accompagnata da un buon calice di vino.
Abbiamo selezionato degli eventi che, pur essendo diversi tra loro, hanno un forte collegamento con il territorio di questa bellissima valle delle Dolomiti.

Iniziamo dall’ormai celebre invito a cena in….cabinovia!
Torna, infatti, Dolomites Skydinner, emozionante appuntamento per palati fini sotto le stelle della Val Gardena, che si svolgerà il prossimo 10 luglio.
Giunto alla 12a edizione non cambia il format di successo della manifestazione, ovvero, eleganti tavole imbandite nelle cabine dell’ovovia Mont Sëuc / Alpe di Siusi, adatte a ospitare 6 persone, nelle quali sarà servito un menu di 6 portate, creato dagli chef dell’ADLER SPA RESORTS & LODGES, ACADIA ADULTS MOUNTAIN HOME, Mont Sëuc Dolomites, Mont Chalet, e SUINSOM – Hotel Tyrol.
Ogni piatto sarà abbinato a vini pregiati, in un evento nel quale una forma di eleganza informale garantirà emozioni forti. A coronamento della serata uno splendido panorama sulle Dolomiti UNESCO e intrattenimento musicale durante l’aperitivo, a valle, oltre al gran finale, con il dolce servito presso il ristorante a monte della cabinovia.
http://www.skydinner.it/

Se il legame col territorio nella cena Dolomites Skydinner è dato dal panorama e dalla scelta dei piatti e dei vini, in "Sëira dl vin" lo si coglie sin dal nome della manifestazione.
Si tratta, infatti, di una degustazione di vini - offerti lungo un tappeto rosso, presso la zona pedonale "Bën unì", a S. Cristina - nella quale 20 cantine rinomate dell'Alto Adige presenteranno le proprie pregiate bottiglie. L’appuntamento è per il 12 luglio alle ore 19.30 e saranno offerte diverse specialità culinarie dalla cucina tradizionale, oltre a musica dal vivo con i gruppi musicali "Take Off" e "Demetz Duo".
https://www.valgardena.it/it/

Con DolomiteSushi, il Giappone incontra le Dolomiti. Dove? Nell’antico tunnel del trenino della Val Gardena, a Santa Cristina, il 2 agosto, quando saranno offerte creazioni uniche ispirate al lontano oriente. Oltre al sushi giapponese originale, tra le ore 19.00 e le 22.00 saranno serviti piatti molto speciali, a base di prodotti locali.
https://www.valgardena.it/it/

Infine, il 15 luglio, dalle ore 17.00, ecco Alto Adige a tavola - evento di Show Cooking promosso dall’Associazione Turistica di Ortisei, in collaborazione con il Ristorante Vives.
Uno evento gastronomico sulla piccola Piazza S. Antonio, presso la quale lo Chef Simone Rondini preparerà tre portate su un tema definito. Le prelibatezze potranno essere degustate gratuitamente dal pubblico.
https://www.valgardena.it/it/


[M.V. Anno X - Nr 1500 del 26.06.2019] | Appuntamenti

WINETHUN: il 5 giugno a Bolzano


Va in scena un “winetest” con oltre 100 etichette da tutta Italia.


Presso il THUNIVERSUM di Bolzano, un evento esclusivo dedicato ai migliori vini d’Italia organizzato dal Bistrò Caffè al Volo in collaborazione con la Fondazione Italina Sommelier Alto Adige.

 

Saranno presenti 15 cantine (ognuna da Regioni diverse), oltre ad altre 30, provenienti dall’Alto Adige.

Informazioni richieste:
Il THUNIVERSUM – il prossimo Mercoledì 5 giugno – ospiterà un evento interamente dedicato all’eccellenza dei vini italiani, con la presenza di quasi 50 aziende vitivinicole in rappresentanza di oltre 100 etichette.
WINETHUN sarà il nome della manifestazione aperta al pubblico (biglietto di ingresso Euro 25,00) durante la quale ogni azienda presenterà il vino di punta della cantina più altri due vini suggeriti dalla stessa. L’happening inizierà alle ore 17.00 e proseguirà tra degustazioni e musica fino alle 24.00.

A celebrare i vini Eros Teboni, miglior sommelier del mondo WSA, insieme a tutto lo staff di Fondazione Italiana sommelier della regione, che dedicherà a ogni cantina un approfondimento sulla storia della stessa e sul loro vino più pregiato.

Il THUNIVERSUM, sede di questa prima edizione dell’evento, si trova a Bolzano, a poca distanza dal casello dell’autostrada, ed è uno spazio molto particolare e coinvolgente che offre un’esperienza da sogno, visitando il piccolo museo, ammirando il Panopticum o lasciandosi rilassare presso l’accogliente bistrò Caffè al Volo.


[M.V. Anno X - Nr 1495 del 31.05.2019] | Appuntamenti

Auto storiche per le vie di Merano


Citroen Classic, Vino Miglia e Südtirol Classic Scena.
Tra Giugno e Luglio tre interessanti eventi dedicati alle affascinanti auto d’epoca.


Tre eleganti eventi animeranno l’inizio estate a Merano e nei comuni vicini. Le prime vetture a sfilare saranno le fuoriserie di Vino Miglia, dal 15 al 22 Giugno 2019, che arriveranno fino in piazza Terme a Merano il 18, alle ore 17.00, e rimarranno esposte fino alle ore 22.00. Per la dodicesima volta sessantacinque equipaggi percorreranno circa 2.000 chilometri attraverserando quattro Paesi e toccando il punto più alto a 2.509 metri (Timmelsjoch).
www.merano.eu

 

Poi toccherà a Citroen Classic, dal 21 al 23 giugno 2019, con ritrovo in via Portici a Merano (centro storico) a partire dalle ore 15.30. Il programma prevede gite nei dintorni fino al ritrovo conclusivo, Domenica 23.06 dalle ore 9 alle ore 12.00, in piazza Terme a Merano.
www.citroenclassic.eu

 

Infine, sarà la volta di Südtirol Classic Scena, dal 07 al 14 luglio 2019, con arrivo a Merano l’ 11 Luglio alle ore 18.15, in passeggiata lungo Passirio. Il “Rally della simpatia” affascina soprattutto per i meravigliosi scorci panoramici, la simpatia della gente e la possibilità di gustare ottime specialità locali. La Südtirol Classic non appassiona soltanto i partecipanti e i proprietari delle macchine d’epoca ma anche i numerosissimi spettatori che scelgono Merano e i paesi dei dintorni per ammirare questi gioielli su quattro ruote.
www.suedtirolclassic.com


[M.V. Anno X - Nr 1495 del 31.05.2019] | Appuntamenti

Torna AsfaltArt: a giugno, a Merano


la 13a edizione del Festival Internazionale d’Arte di Strada


Siete pronti a tuffarvi nel mondo variopinto dell’Arte di Strada? Dal 7 al 9 giugno 2019 torna Asfaltart: il Festival Internazionale d’Arte di Strada con acrobate, clown, mangiafuoco, ballerine e musiciste, tra i migliori al mondo.


Giunto alla 13a edizione, il festival si propone di stupire il proprio pubblico con grandi novità. Molto amato dai meranesi, attira ogni anno migliaia di ospiti dal resto d’Italia e dai Paesi vicini come Austria, Germania e Svizzera.

A partire dal pomeriggio di venerdì 7 giugno fino a domenica sera, 9 giugno, oltre 30 compagnie ed artiste, provenienti da tutto il mondo (Austria, Germania, Argentina, Canada, Australia, Stati Uniti, Olanda, Belgio e Finlandia), animeranno la città da mattina a sera offrendo musica, acrobazie, burlesque e arte circense; per un totale di 200 spettacoli.
I Direttori Artistici Claudia Bellasi e Jordi Beltramo porteranno a Merano artiste di eccezione come il Gruppo Eventi Verticali (danza verticale), Claire Ducreux (teatro e danza) e Le Mafalde (arte circense e acrobatica) che si esibiranno in un tendone da circo allestito presso il Kallmünz.

Una grande novità del 2019 sarà lo spettacolo per adulti: al Teatro Puccini si esibirà Eve La Plume con il suo burlesque elegante ed unico. Per questo spettacolo i posti sono limitati, i biglietti possono essere acquistati a € 15,00. Inoltre, il 6 giugno Asfaltart sarà anche a Scena e il 9 a Tirolo.
Per orientarsi in questo mondo colorato l’infopoint fornirà tutte le informazioni sugli spettacoli e sui mezzi pubblici per muoversi anche fuori città.

Allo stand si potranno inoltre acquistare borracce, cappelli panama, spille, t-shirt e seggiolini pieghevoli. Con l’acquisto dei gadget i visitatori contribuiranno alla realizzazione del festival (reso possibile grazie ai sostenitori, agli sponsor e soprattutto agli oltre 150 volontari)

Ad Asfaltart è stata nuovamente confermata anche le certificazione GreenEvent che prevede misure di risparmio e di riciclo delle risorse, informazioni sulla mobilità pubblica e una particolare sensibilità nei confronti dell’ambiente.
Per conoscere sempre tutti gli aggiornamenti e le eventuali variazioni rispetto al programma, esiste una app dedicata, disponibile sia per I-phone che Android.

Per ulteriori informazioni www.merano.eu


[M.V. Anno X - Nr 1492 del 18.05.2019] | Appuntamenti

World Music Festival


Un mondo di musica ai Giardini di Castel Trauttmansdorff


Il cuore dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, il Laghetto delle Ninfee, anche quest’anno sarà teatro dell’evento estivo tanto atteso, il World Music Festival, giunto alla sua diciottesima edizione.

 

Dal 13 giugno al 22 agosto cinque concerti di musica internazionale movimenteranno le serate altoatesine nella splendida e inconsueta cornice dei Giardini di Castel Trauttmansdorff che, in occasione dei concerti, anticiperanno la chiusura pomeridiana alle ore 17.

Gli spettatori potranno così visitare i Giardini dalle ore 18 e accomodarsi poi nell’anfiteatro naturale antistante al palco per assistere al concerto che avrà inizio alle 21, seduti o sdraiati su una coperta.

A dare il via al Festival saranno gli Welshly Arms il 13 giugno, rock band statunitense scelta da Tarantino per il trailer del film The Hateful Eight; il 25 giugno il palco sarà del musicista pop britannico Tom Walker, mentre il 4 luglio sarà la volta di Ara Malikian, violinista libanese di fama mondiale che spazia dalla musica classica al folk. Gli Alphaville riporteranno alla memoria le sonorità degli anni ’80 l’8 agosto, con i loro maggiori successi come Big in Japan e Forever Young. A chiudere il World Music Festival sarà il 22 agosto l’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno che regalerà un viaggio nella musica di Ennio Morricone con il tributo The Legend of Morricone.

Il biglietto per ogni concerto comprende anche l’ingresso per la visita serale dei Giardini di Castel Trauttmansdorff e ed è acquistabile in prevendita su ticketone.it.
In caso di maltempo gli organizzatori si riservano il diritto di spostare la location del concerto; il biglietto non sarà rimborsabile in nessun caso.

Per ulteriori informazioni: Tel. 0473/270 256, info@showtime-ticket.com
www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1490 del 14.05.2019] | Appuntamenti

DAL “NULLA” ALLE CLASSICHE FORME DEL DESIGN: LA CENA E’ SERVITA


E’ in Versilia la terza tappa del tour tra coppie di chef stellati SINA CHEFS’ Cup Contest, dedicato quest’anno al design: martedì 21 maggio Viareggio dedica la serata ai due chef stellati Daniele Repetti e Filippo Saporito e alle loro creazioni inedite.


Il “Nulla” è il piatto che propone Repetti, ispirato alla lampada del designer piacentino contemporaneo Davide Groppi, che nasce da un’idea semplicissima di un buco nel soffitto che con uno speciale sistema ottico genera una meravigliosa luce, così la proposta culinaria dove il piatto sembra vuoto grazie ad un gioco di assonanze di colore e solo una minuscola foglia d’oro attira la vista come la luce rendendo tutto il dessert a base di cioccolato e lamponi invisibile.

 

“Square, circle, triangle” è invece la proposta di Saporito, una terrina di fegatini che prende ispirazione dalle forme utilizzate dal designer Bruno Munari per le sue creazioni.

La serata, aperta al pubblico previa prenotazione, prevede la possibilità di gustare un menu d’eccellenza di 4 portate, creato dai due chef con l’ausilio del resident chef Silvio Ghilardi del ristorante La Conchiglia, sul lungomare di Viareggio.

E’ proprio sulla terrazza del SINA Astor che gli ospiti avranno al possibilità di assistere ad uno show cooking d’eccellenza, degustare le nuove creazioni degli chef e partecipare ad una gara divertente dove la complicità e la capacità degli chef dovrà conquistare la giuria per il voto finale.

SINA CHEFS’ CUP CONTEST nasce dall’idea di creare cene evento in diverse località italiane, coinvolgendo coppie di grandi chef nel creare e riprodurre ricette ispirate ogni anno a temi diversi: dopo l’arte, i film, le fiabe, i fumetti, la moda e la musica nelle edizioni precedenti, ora l'ispirazione per la creazione di ricette inedite e originali è proprio dettata da forme, colori, progettazione, stili, per una gara di show cooking a coppie in 9 tappe, tutte aperte al pubblico.

Dopo Roma e Perugia è ora la volta di Viareggio, seguita da Romano Canavese, in provincia di Torino, il 18 giugno e poi Venezia il 16 luglio, Firenze il 24 settembre, parma l’8 ottobre e Milano il 22 ottobre, con la finale a seguire.

In ogni tappa una giuria di esperti vota la coppia di chef e le loro creazioni, secondo criteri di aderenza al tema scelto, complicità di coppia, bontà del piatto, rapporto qualità-prezzo, valore estetico e artistico; al termine della settima edizione, i due protagonisti della coppia vincitrice si affronteranno tra loro per una sfida d'eccellenza.

La competizione nasce proprio dall'idea che, oggi, l'enogastronomia è una vera e propria forma d'arte, con la possibilità da parte del pubblico, in questo caso, di fruire e digerire letteralmente le "opere d'arte" degli "artisti" chef.

E oltre ai grandi nomi nel design come Philip Stark, Gio Ponti, Giugiaro, Le Corbusier, che hanno saputo creare con le loro idee opere famose nel mondo, oggi il design ha contaminato anche i cuochi, che nelle loro creazioni culinarie inventano opere d'arte a base di cibo, da cui è nato il concetto di food design.

Palcoscenico d'eccellenza della manifestazione, gli alberghi del gruppo SINA HOTELS, che sin dagli esordi hanno abbracciato l'evento, quali interpreti della tradizione squisitamente italiana fatta di storia, cultura, arte, lusso ed eccellenza: SINA Villa Medici a Firenze, SINA Bernini Bristol a Roma, SINA Centurion Palace e SINA Palazzo Sant'Angelo a Venezia, SINA Brufani a Perugia, SINA Villa Matilde a Romano Canavese (TO), SINA The Gray e SINA De La Ville a Milano, SINA Maria Luigia a Parma, SINA Astor a Viareggio e SINA Flora a Capri.

Le serate sono vere e proprie cene esperienziali durante le quali il pubblico potrà conoscere gli Chef Mauro Buffo, Igles Corelli, Umberto De Martino, Giovanni Di Giorgio, Davide Figliolini, Michelino Gioia, Oliver Glowig, Paolo Gramaglia, Andrea Larossa, Erez Ohayon, Stefano Marzetti, Andrea Pasqualucci, Daniele Repetti, Filippo Saporito, Massimiliano Torterolo, Tino Vettorello, Massimo Viglietti e assistere dal vivo agli show cooking preparatori delle ricette in gara - grazie alla tecnologia messa a disposizione da Les Chefs Blancs, la scuola professionale di cucina e pasticceria.

I piatti saranno accompagnati da vini dell'azienda agricola Lanciani - Offida Passerina DOCG, Offida Pecorino DOCG e Trebbiano d'Indicazione Geografica Tipica Marche - e dall'eleganza dell'etichetta nera dell'acqua Ferrarelle Maxima - l'unica acqua effervescente naturale rinforzata con il gas della sua sorgente, creata proprio per l'alta ristorazione, nelle storiche sorgenti di Ferrarelle a Riardo -, insieme al Prosecco di alta qualità Frattina - che nasce dalla selezione di uve da alcuni tra i territori più vocati nelle zone di produzione della D.O.C.G. al confine tra Veneto e Friuli - e al mirto Zedda Piras, il tipico liquore ottenuto solo con bacche fresche di mirto che da oltre un secolo e mezzo è simbolo della Sardegna.

Per gli appassionati, quest'anno la possibilità di "assaporare" le ricette direttamente dalla voce degli chef, in collegamento radio con il programma di Radio Godot "Foodie in Town".

Partner d’eccezione di SINA Chefs' Cup Contest si conferma Diners Club, la prima carta di credito al mondo e in Italia con oltre 60 anni di storia, nata proprio nell’alta ristorazione per offrire privilegi unici ed esclusivi ai propri Soci, come in questa occasione per cui i soci in cui ci saranno agevolazioni e incontri dedicati con gli chef.

SINA CHEFS' CUP CONTEST: LE DUE RICETTE IN GARA A VIAREGGIO

“Nulla” dello chef Daniele Repetti

Ingredienti per 4 persone: 100 gr di crumble al cioccolato, 100 gr di gelatina di lamponi, 200 gr di crema di latte, 5 gr di colla di pesce, 50 gr di zucchero, 20 gr di rum, 100 gr di cioccolato al latte, 1 foglia d’oro.
Procedimento: ponete il crumble di cioccolato sul fondo del piatto, con l’aiuto di una tasca da pasticceria coprite con un velo sottilissimo di cioccolato al latte. Fate affreddare e ponete al di sopra la gelatina di lamponi e fate raffreddare nuovamente. Portate a bollore la crema di latte con la gelatina, lo zucchero ed il rum, portate a temperatura neutra e coprite interamente il fondo del piatto in nascondendo il dolce. Decorate con la foglia d’oro e servite.

Square, circle, triangle” dello chef Filippo Saporito

Ingredienti per 6 persone:
Per la terrina: 200 gr di fegatini di pollo, 50 gr di cipolla, salvia q.b., olio evo q.b., 1/2 bicchiere di Vin Santo, 20 gr di panna fresca, 40 gr di burro.
Procedimento: pulire bene i fegatini di pollo e lavare abbondantemente in acqua fredda. Soffriggere la cipolla con la salvia e poi unire i fegatini e far cuocere a fuoco vivo. Salare, pepare e quando saranno ben dorati, aggiungere il vin Santo, far finire la cottura. Quando saranno freddi, metterli in un robot con il burro e la panna e frullare fino a che non abbiamo un patè liscio e vellutato. Stendere in una teglia con della pellicola sotto.
Per il pane all’uvetta: 500 gr di farina "0", 250 gr di latte, 100 gr di burro, 2 uova, 20 gr di sale, 40 gr di zucchero, 150 gr di uvetta.
Procedimento: impastare in una planetaria tutti gli ingredienti, e mettere a lievitare in uno stampo per pane in cassetta. Cuocere in forno a 200 C° per circa 30 minuti. Quando il pane sarà freddo, tagliare una fetta e ricavarne un rettangolo che faremo tostare in forno. Poi tagliare un rettangolo di terrina e disporlo sopra al pane. Mettere delle gocce di cioccolato amaro, accompagnare con una carota tornita, sbollentata e passata in padella con abbondante burro caldissimo.


SINA CHEFS' CUP CONTEST SUL WEB

https://www.facebook.com/chefscupcontest/
https://twitter.com/chefscupcontest
https://www.instagram.com/chefscupcontest/
https://chefscupcontest.wordpress.com/


[M.V. Anno X - Nr 1489 del 13.05.2019] | Appuntamenti

Torna a Castagnole Monferrato la Festa del Ruchè


da venerdì 10 a domenica 12 maggio nell'elegante cornice di Tenuta La Mercantile


Torna la Festa del Ruchè! A Castagnole Monferrato per tre giorni si degusta solo Ruchè nell'elegante cornice di Tenuta La Mercantile, con banchi d'assaggio alla presenza dei produttori, enoteca per vendita bottiglie, punti gastronomici e tanta musica!

 

Il programma:
Venerdì 10 maggio (Tenuta La Mercantile)
Ore 19.00 – 24.00: apertura dei banchi d’assaggio alla presenza diretta dei produttori, apertura punti gastronomici, apertura enoteca (vendita bottiglie) e intrattenimento musicale a cura di Underway Rock Pop Live Band

 

Sabato 11 maggio (Tenuta La Mercantile)
Ore 17.30: convegno inaugurale, ospite Gioacchino Bonsignore (giornalista e caporedattore Tg5 Gusto) e consegna del premio Vin DiVino
Ore 19.00 – 24.00: a seguire apertura dei banchi d’assaggio alla presenza diretta dei produttori, apertura punti gastronomici, apertura enoteca (vendita bottiglie) e intrattenimento musicale a cura di Climax Bluenote

 

Domenica 12 maggio (Tenuta La Mercantile)
Ore 11.30 e ore 15.30: wine tasting con invito ad operatori professionali ed enoappassionati.
Ore 12.00: apertura punti gastronomici.
Ore 10.30 – 18.00: apertura dei banchi d’assaggio, festa con i produttori, apertura enoteca (vendita bottiglie) e intrattenimento musicale a cura di Triolina
Passeggiata nei vigneti

 

Il costo della degustazione è di € 12,00 con 8 buoni degustazione.
(€ 10,00 soci Go Wine e altre associazioni di settore)

 

Per informazioni:
Associazione Go Wine Via Vida, 6 Alba CN tel. 0173 364631 fax. 0173 361147
stampa.eventi@gowinet.it www.gowinet.it


[M.V. Anno X - Nr 1483 del 18.04.2019] | Appuntamenti

PRANZO DI PASQUA SUI TETTI DI ROMA


AL ROOF GARDEN L’ULIVETO DELL’HOTEL DIANA 
Con vista panoramica sulla città


Pranzo di Pasqua sui tetti di Roma al Roof Garden L’Uliveto, splendida terrazza immersa nel verde e tra gli ulivi, fiore all’occhiello dell’Hotel Diana, dove la vista spazia a 360° sulla capitale, a pochi metri dal Teatro dell’Opera.

 

Lo speciale menù del pranzo di Pasqua prevede: aperitivo di benvenuto, un ricco buffet che spazia dai salumi e formaggi misti alle torte rustiche fino alle frittate miste. Come primo: ravioli farciti ricotta e limone con cremoso al pecorino e prosciutto di Norcia croccante, come secondo: arrosto di manzo “Vacche Grasse” con misticanza e patate novelle alle erbe aromatiche. Per concludere il buffet dei dolci: colomba con crema al mascarpone, pastiera destrutturata e tartellette al cacao con chantilly e fragole (€ 38,00 a persona, acqua e caffè inclusi). www.hoteldianaroma.com

 

Un’occasione per romani e turisti per trascorrere una giornata di festa e celebrare gli 80 anni dell’Hotel Diana, che ricorrono proprio quest’anno e che lo vedono protagonista di tante iniziative dedicate alla città.

 

Proseguono, infatti, con successo le "Passeggiate nella Roma Capitale" dedicate alla scoperta della città. Le prossime date saranno: domenica 14 aprile Palazzo Massimo, con i suoi atleti e antichi dei; sabato 11 maggio Villa Torlonia, dai fasti ottocenteschi agli anni del regime; venerdì 31 maggio i decori ottocenteschi dell’Hotel Plaza in via del Corso, ancora splendidamente conservati, e il quartiere degli artisti; domenica 13 ottobre a via Veneto con i suoi grandi alberghi nati sul sito di Villa Ludovisi con particolare riferimento all'Hotel Ambasciatori di Piacentini; sabato 9 novembre a piazza del Popolo, via del Babuino con l'Hotel de Russie e il suo giardino segreto, fino allo studio del Canova e del suo allievo prediletto Tadolini; sabato 7 dicembre la chiesa di Saint Paul con i mosaici di Edward Bune-Jones (info 06.47868401).

L’Hotel Diana di Roma deve la sua storia alla lungimiranza del suo fondatore, Benedetto De Angelis, noto anche per aver portato per primo i turisti con il “torpedone” in giro per la città e in gite fuori porta fino a spingersi a Pompei, Sorrento e Capri, meritando la cittadinanza onoraria di Sorrento.

 

I festeggiamenti per gli 80 anni di attività dell’Hotel Diana - creato nel 1939 a pochi passi del Teatro dell’Opera e ancora oggi guidato dalla stessa famiglia De Angelis - si articolano in iniziative particolari nel corso dell’anno, con il culmine in un evento speciale nel mese di giugno al roof garden l’Uliveto, fiore all’occhiello dell’albergo.

 

Hotel Diana Roma 1939-2019 www.hoteldianaroma.com tel. 06.478681
Via Principe Amedeo, 4 00185 Roma


[M.V. Anno X - Nr 1480 del 04.04.2019] | Appuntamenti

Inaugura Pro Biennale di Vittorio Sgarbi a Venezia il 5 maggio


Si prevedono giorni di fermento, quelli che vedranno Venezia impegnata artisticamente ai primi di maggio.


Oltre all’attesa Biennale d’Arte, infatti, la città lagunare ospiterà la Pro Biennale, organizzata da Spoleto Arte, presentata da Vittorio Sgarbi.

 

Prevista per domenica 5 maggio l’alzata del sipario in due sedi distinte. Ecco un assaggio di quello che si andrà a vivere in questa giornata: i riflettori si accenderanno alle 13 allo Spoleto Pavilion in Calle dei Cerchieri 1270. La sede, ubicata in Campo San Barnaba, nel sestiere di Dorsoduro, si trova a pochi passi dal Museo Leonardo da Vinci.
Tuttavia il vernissage proseguirà ufficialmente dalle 15 alla Scuola Grande di San Teodoro (San Marco 4810), vicino al Ponte di Rialto. Il culmine dell’evento si avrà con l’arrivo del noto critico d’arte, Vittorio Sgarbi, qui per presentare la kermesse assieme all’ideatore e organizzatore dell’evento Salvo Nugnes, presidente di Spoleto Arte, e a molti altri ospiti illustri, come Silvana Giacobini, già direttrice di «Chi» e di «Diva e Donna», e Beppe Convertini, conduttore e attore. La giornata si concluderà poi con un momento conviviale al ristorante “Le Maschere” Starhotels, a pochi metri dalla Scuola.
Numerose altre personalità del mondo della cultura e dello spettacolo aderiranno alla Pro Biennale offrendo il loro prezioso contributo. Tra queste si citano il soprano Katia Ricciarelli e l’artista José Dalí, figlio di Salvador Dalí, già presenti nelle scorse edizioni. Contribuiranno alla splendida realizzazione della mostra anche la giornalista Antonietta Di Vizia della RAI, il direttore d’orchestra del Teatro La Fenice Silvia Casarin Rizzolo, la communication manager Daniela Testori e il fotografo di fama internazionale Roberto Villa. Ma la scaletta di ospiti è ancora lunga e interessante. Continua infatti con diversi nomi, tra cui spiccano la scrittrice e psicoterapeuta Maria Rita Parsi e Carlo Motta di Editoriale Giorgio Mondadori che il 18 maggio, proprio alla Scuola Grande, terranno la conferenza Genio e follia nell’arte. Mons. Mapelli, arcivescovo della Chiesa Ortodossa, e Valerio Favero, vicepresidente del Museo Canova, chiudono il ricco parterre di vip. Senza dimenticare l’intervista agli artisti in esposizione da parte di Patrick di Striscia La Notizia.
In un contesto così ampio come quello della Biennale, Pro Biennale si presenta come una finestra sull’arte contemporanea che, a detta del professore, «è espressione di individualità, di libertà individuale, quindi ognuno è re di se stesso. C’è una regalità individuale di cui l’arte è l’espressione più diretta e perciò è il modo più alto in cui uno può affermare quello che ha dentro o di esprimersi, quindi è un diritto importante ed è l’unica identità dell’arte in questo momento, dovunque si esprima nel mondo e dunque anche in Italia» e, scendendo nel dettaglio, a maggior ragione a Venezia.
La Scuola Grande di San Teodoro resterà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18, mentre lo Spoleto Pavilion dalle 10 alle 19. Per ulteriori informazioni è possibile chiamare lo 0424 525190, il 388 7338297 oppure scrivere a org@spoletoarte.it.


[M.V. Anno X - Nr 1474 del 19.03.2019] | Appuntamenti
Pubblicit