Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

Il mare in montagna ai Giardini di Castel Trauttmansdorff


La Spiaggia delle Palme, la location tropicale a due passi dalle vette


Dal punto di vista climatico, la felice posizione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff consente la crescita di piante esotiche. Le temperature della zona di Merano, infatti, sono molto miti, pertanto in questo territorio si verifica il sorprendente connubio tra vegetazione alpina, mediterranea e persino esotica. Anche le palme hanno trovato felicemente asilo ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, tanto che è stata creata una location del tutto singolare dedicata a questa pianta dalle origini antichissime: la Spiaggia delle Palme.

 

Con una vista panoramica sulle vette, in alcuni momenti innevate, della catena montuosa circostante del Gruppo di Tessa, alta 3000 metri, la Spiaggia delle Palme ricrea perfettamente l’ambientazione di una spiaggia tropicale, con tanto di sdraio in cui sedersi e di sabbia dorata in cui camminare anche scalzi.

Le palme a foglia pennata e a ventaglio spiccano alte da terra sfidando le prospicienti vette e regalando ombra preziosa nelle giornate più calde.

 

I visitatori dei Giardini di Castel Trauttmansdorff possono soffermarsi alla Spiaggia delle Palme con i piedi nella sabbia per ammirare l’insolito e affascinante panorama: montagne al posto del mare, terra invece di acqua. Seduti sulle sedie a sdraio, inoltre, potranno prendere il sole o approfittarne per concedersi qualche momento di relax all’ombra.
Sarà un’esperienza unica stare come al mare, ma in montagna!

 

Per ulteriori informazioni: www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1497 del 04.06.2019] | Tempo libero

L’elemento acqua ai Giardini di Castel Trauttmansdorff


Simbolo di vita e di pace


Ai Giardini di Castel Trauttmansdorff l’acqua è un elemento sempre presente che contribuisce a rendere i Giardini di Sissi un luogo accogliente, riposante, ricco di vita e rigenerante.

 

I numerosi corsi d’acqua, le cascate e i cinque stagni, fra cui spicca il grande Laghetto delle Ninfee che rappresenta il cuore dell’area dei Giardini Acquatici e Terrazzati, trasmettono al visitatore una sensazione di freschezza e di quiete naturale. L’acqua, infatti, è l’elemento che più ci ricongiunge al momento della nascita, alla pace e sicurezza all’interno della placenta con il liquido amniotico; è simbolo di vita che inizia e che continua, perché senza acqua non è possibile la sopravvivenza.


La maggior parte degli specchi d’acqua presenti nel Giardino di Sissi sono “fruibili” dai visitatori, che, nelle giornate di intensa calura, possono rinfrescarsi e massaggiarsi i piedi camminando nel fondo del ruscello con cascata del Giardino Giapponese fatto di sassi o raggiungere i tre padiglioni-isola nel Giardino degli Innamorati.

A Trauttmansdorff ci sono anche piante che possono immagazzinare acqua. Nell’area delle piante semidesertiche si stagliano cactus e altre succulente che superano l’altezza di un uomo. Le piante succulente sono delle vere e proprie artiste della sopravvivenza: possono resistere a lunghi periodi di siccità in regioni desertiche o semidesertiche e ad escursioni termiche tra il giorno e la notte fino a 40 °C. L’imponente corpo dei cactus a colonna può immagazzinare fino a 3000 litri d’acqua.

Per i bambini il divertimento con l’acqua è assicurato nell’area dei Paesaggi dell’Alto Adige in cui si trova il gioco “La campanella della Roggia”, un sistema di dighe azionato da una ruota idraulica che consente di indirizzare il corso d‘acqua verso due diversi canali, fino a quando la campanella inizia a suonare: un vero passatempo sia per piccoli che per grandi.
Anche nel Bosco di Bambù con oltre 50 specie di varietà di bambù provenienti da Asia, America e Africa, c’è un gioco d’acqua molto affascinante, gli “shishi odoshi” (shishi: acqua e odoshi: martello), che in Giappone con la loro ingegnosa tecnica basculante, sono usati da secoli per spaventare gli aironi. Oggi questi giochi d’acqua, detti anche “bilance idrostatiche”, simboleggiano il trascorrere del tempo. Regolare il flusso dell’acqua per variare il basculare dei pezzi di bambù diventa un’attrazione quasi ipnotica.
Ecco perché i Giardini di Castel Trauttmansdorff possono definirsi multisensoriali, perché le esperienze che si vivono al loro interno coinvolgono tutti i sensi.

I corsi d’acqua dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, lunghi in totale 700 metri e gli stagni (circa 15.000 metri cubi) sono collegati tra loro in un circuito acquatico chiuso, alimentato da tre sistemi di pompaggio, mentre l’acqua necessaria per l’irri¬gazione in superficie e a goccia viene pompata da un pozzo profondo.

All’interno dei Giardini, infine, sono presenti innumerevoli fontanelle presso cui i visitatori possono rifornirsi di acqua potabile sempre fresca e di alta qualità, così come nei bagni e presso le apposite colonnine.

Per ulteriori informazioni: www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1495 del 31.05.2019] | Tempo libero

Scambi, acquisti, vendita e perizie di materiale da collezionismo.


Un vortice di emozioni, condivisione e partecipazione tra oggetti da collezione, quasi sconosciuti, ormai in disuso, e assolute rarità.


Weekend di sabato 22 e domenica 23 giugno 2019 da non perdere a Castellammare di Stabia, si terrà il Memorial Correale, quest’anno per la prima volta all’interno dell’Accademia il gusto di imparare, ampia struttura situata in via Alcide De Gasperi n°327, a pochi passi dal porto turistico Marina di Stabia, e con spostamenti veramente brevi e veloci, la possibilità di visitare le famose aree archeologiche di Pompei, Castellammare di Stabia ed Ercolano, o godere del favoloso spettacolo del golfo di Napoli dalla sommità del Vesuvio o del Monte Faito, raggiungibile in pochissimi minuti con la suggestiva funicolare.

 

Per appassionati di collezionismo o semplici curiosi, in programma la 50° manifestazione nazionale di numismatica, filatelia, cartamoneta, cartofilia, bibliofilia, gettoni, telecarte e oggettistica varia, organizzata dall’Associazione Circolo “Tempo Libero” di Castellammare di Stabia.

 

 

Orari

Gli orari di apertura e chiusura sono sabato 22 giugno, dalle ore 9 alle 20, mentre domenica 23 giugno, dalle ore 9 alle 14, l’ingresso è libero, a disposizione servizio bar-ristorazione, ampio parcheggio custodito.

Un vortice di emozioni, condivisione e partecipazione tra oggetti da collezione, quasi sconosciuti, ormai in disuso, e assolute rarità : Monete antiche e moderne, francobolli, banconote italiane ed estere, decorazioni militari, cartoline, storia postale, gettoni, tokens, stampe, orologi, folder, bollettini illustrativi, interi postali, album, immagini sacre, carte telefoniche, quotidiani, locandine, libri, fumetti, figurine, calendari militari, penne da scrittura, pins, spille, oggettistica varia, accessori e raccoglitori per collezioni.

 

Sabato 22 giugno sarà presente Poste Italiane con servizio filatelico temporaneo dalle ore 9 alle 13.

Emissione di annullo speciale, Folder con cartoline a tiratura limitata, in occasione del 25° anniversario della fondazione del Circolo “ Tempo Libero ” e della 50° Edizione della manifestazione di Castellammare di Stabia.


Per ricordare Salvatore Correale

In memoria del fondatore e Presidente dell’Associazione Circolo “Tempo Libero” di Castellammare di Stabia Salvatore Correale, scomparso prematuramente il 28 marzo 2013, lasciando un vuoto incolmabile.

 

Dove:

Accademia il Gusto di Imparare

Corso Alcide De Gasperi 327 - Castellammare di Stabia (Napoli)

Sito: www.fondazionemariafanelli.it


[M.V. Anno X - Nr 1491 del 15.05.2019] | Tempo libero

THUNIVERSUM


Una giornata in un’atmosfera da favola, nella città di Bolzano


Tante le attrazioni che caratterizzano il THUNIVERSUM, un posto unico dove passare delle ore con i propri cari tra un caffè, un corso per lavorare la ceramica, un’esperienza interattiva e gli oggetti unici delle collezioni speciali THUN.

 

Il THUNIVERSUM è uno spazio molto particolare e coinvolgente pensato per far trascorrere qualche ora in armonia soprattutto alle famiglie ma anche a coppie e a piccoli gruppi di amici.
Si trova a Bolzano, a poca distanza dal casello dell’autostrada, e offre un’esperienza di sogno e magia in poche ore, visitando il piccolo museo, ammirando il Panopticum, frequentando un breve corso per imparare a lavorare la ceramica, rilassandosi presso l’accogliente bistrò Caffè al Volo o scoprendo i prodotti special Edition, disponibili solo qui e fino ad esaurimento scorte.

All’ingresso del THUNIVERSUM si trova il Panopticum, un grande atrio di forma ovale, illuminato da maxischermi che proiettano le immagini dell’universo THUN.
Si tratta di uno dei panottici più grandi d’Europa che permette di immergersi in un ciclorama con uno scenario fantastico che trae ispirazione dal mondo reale, nel quale convivono i protagonisti di THUN. Lo spettatore si trova catapultato in un’esperienza fiabesca e si immerge, tra suoni e rumori, nello spazio immaginario della catena montuosa del Rosengarten, dove ogni elemento è curato e dettagliato. Incuriosito e affascinato, il visitatore si può avvicinare allo schermo e posizionarsi nel punto a lui indicato da un apposito segnale sul pavimento, che corrisponde all’area di rilevamento di un sensore. Da qui, il sensore riesce a catturare i movimenti dello spettatore che diventa personaggio attivo della scena, ovvero diventa Teddy, il simpatico orsacchiotto caratteristico delle collezioni THUN. L’intera installazione è stata progettata per essere in real-time, ovvero seguire il reale ciclo di una giornata: le ombre si muovono fino ad arrivare al magnifico tramonto rosa e al limpido cielo stellato della notte, passando dall’inverno, con il suo paesaggio ovattato, al cielo azzurro della stagione estiva.

Altra attrazione del THUNIVERSUM è il corner Fondazione Lene Thun, la onlus dedicata alla Contessa che creò l’azienda, che da anni interviene a sostegno dei piccoli malati ospiti dei reparti di oncoematologia italiani, grazie ai laboratori di ceramico-terapia. Presso il corner è possibile provare in prima persona tutti i benefici della manipolazione dell’argilla e ammirare le opere che i bambini hanno realizzato nel corso degli anni.

Presso il Bistrò Caffè al Volo sono disponibili piccole delicatezza della tradizione altoatesina oltre a bevande come succhi di mela e altre leccornie del territorio.

 

Infine, presso il grande ThunStore, si possono trovare tutti i prodotti in commercio di THUN e anche alcuni oggetti special Edition, disponibili solo ed esclusivamente presso il THUNIVERSUM, come ad esempio Teddy alpinista e Teddy Stella alpina.


Presso il ThunStore si può anche assistere al lavoro di creazione di un pacchetto regalo. Ogni prodotto THUN è, infatti, confezionato con grande attenzione per ogni particolare, con fiocchi, decori d’eccezione, personalizzazione, profumi, fiori e nastri colorati, dettagli in legno e ceramica… un regalo nel regalo…

Vicino all’ingresso del non manca poi una panchina per sedersi a fianco di enormi e simpatici orsetti Teddy: una postazione perfetta per scattarsi un selfie.


Il THUNIVERSUM con il suo Thun Store& Factory Outlet si trova:
In via Galvani 29, Bolzano.
Raggiungibile in auto, o più semplicemente con il treno, direttamente dalla stazione centrale, o da Piazza Walther con l’autobus 111 (fermata Palaonda).


[M.V. Anno X - Nr 1490 del 14.05.2019] | Tempo libero

Colazione da Sissi


Uno degli appuntamenti imperdibili della stagione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff


I Giardini di Castel Trauttmansdorff organizzano vari eventi nel corso della stagione, uno di questi è la “Colazione da Sissi”, il brunch imperiale che si consuma nelle domeniche di giugno dalle 9 alle 12 sulla Terrazza di Sissi con affaccio sui Giardini. Nel corso del brunch un gruppo di strumentisti allieterà gli ospiti con musica classica offrendo loro una colonna sonora per ammirare lo splendido panorama sulle montagne della Val d’Adige e sui Giardini.

 

Un ricco e gustoso buffet dolce e salato con sottofondo musicale per una domenica fuori dal comune e per sentirsi un po’ come dei principi nella propria dimora, un’esperienza che è anche possibile regalare a qualcuno a cui si tiene compilando il coupon online a questo link.

 

Per gustare la Colazione da Sissi è consigliata la prenotazione presso il Ristorante Schlossgarten dei Giardini al numero 0473/232350. Il costo è di 23,50€ a persona, escluso l’ingresso ai Giardini (14€). L’evento sarà annullato in caso di maltempo.

 

Per ulteriori informazioni: www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1488 del 08.05.2019] | Tempo libero

Giardini di Castel Trauttmansdorff e disabilità: Giardini per tutti


Sabato 18 maggio Giornata delle porte aperte


Sabato 18 maggio ai Giardini di Castel Trauttmansdorff ci sarà la Giornata delle porte aperte per disabili, in cui tutte le persone con una disabilità avranno la possibilità di visitare gratuitamente i Giardini e il Touriseum insieme ad un accompagnatore.

 

La giornata, organizzata in collaborazione con la Federazione per il sociale e la Sanità dell’Alto Adige, avrà inizio alle ore 10 con un discorso di benvenuto, dopodiché gli ospiti potranno visitare fino alle 19 i Giardini di Sissi.

L’iniziativa della Giornata delle porte aperte per persone disabili ha l’obiettivo di promuovere l’accessibilità dei Giardini a chi ha difficoltà motorie, consentendo una visita senza ostacoli in questo luogo meraviglioso grazie agli accorgimenti strutturali messi in atto e ai servizi dedicati.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff, infatti, hanno tutti i circuiti e i sentieri panoramici privi di barriere architettoniche, a eccezione di quello che conduce al Binocolo di Matteo Thun. Esiste inoltre una segnaletica molto chiara che indica anche i percorsi sconsigliati a passeggini e a sedie a rotelle per una pendenza che potrebbe risultare faticosa da affrontare o per la presenza di una scala.
Per tale motivo si consiglia sempre la presenza di un accompagnatore (che gode della gratuità dietro esibizione del relativo contrassegno) per i visitatori su sedie a rotelle manuali e di percorrere i sentieri circolari caratterizzati da scarsi dislivelli.

Nel castello e nel ristorante esistono degli ascensori che permettono di evitare una parte di salita e tutti i servizi igienici presenti nei Giardini sono privi di barriere architettoniche.

A disposizione delle persone disabili 7 posti auto gratuiti riservati (nel Parcheggio 1) e il noleggio gratuito di sedie a rotelle manuali o elettriche, previa prenotazione al numero 0473/255620 o all’indirizzo info@trauttmansdorff.it.

Inoltre, è consentita la presenza di cani guida per persone non vedenti e cani da allerta medica, mentre per i soggetti allergici o con intolleranze alimentari il ristorante dei Giardini Schlossgarten e il Cafè delle Palme preparano su richiesta piatti specifici. Per gruppi composti da più persone in sedia a rotelle si consiglia la prenotazione anticipata.

Infine, i Giardini di Castel Trauttmansdorff organizzano visite guidate per gruppi con persone disabili per un massimo di 6 persone, ognuna con rispettivo accompagnatore, per soddisfare desideri ed esigenze specifiche. Necessaria la prenotazione anticipata al numero 0473/255620.

Per ulteriori informazioni: www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1483 del 18.04.2019] | Tempo libero

Val Gardena: Trekking e Climbing


Escursioni e trekking con vista panoramica unica


In estate la Val Gardena mostra il suo lato più bello. 600 km di sentieri escursionistici ben curati e ben segnalati aprono un nuovo panorama sul paesaggio montano unico delle Dolomiti. 14 impianti di risalita assicurano una facile salita e discesa agli alpeggi. In 60 rifugi sono serviti piatti sani e deliziosi.

 

Un'attrazione particolare è il tour di trekking di 4 giorni "Curona de Gherdëina", intorno alle cime della Val Gardena. Il percorso lungo 60 km (con diversi dislivelli) conduce al Parco Naturale Puez-Geisler a nord-est (Patrimonio dell'Unesco), all'altopiano del Sella a sud-est e alla valle del Gruppo del Sassolungo a sud.

 

Val Gardena Active
Il programma “Val Gardena Active” offre numerose visite guidate diurne e notturne attraverso lo splendido paesaggio della Val Gardena: gitenel Parco Naturale di Puez Odle, passeggiate culinarie nei rifugi e persino escursioni al sorgere del sole. Queste attivitá rendono la vacanza in Val Gardena ancora più spettacolare. Per gli amanti del romanticismo offriamo la possibiliá di osservare il cielo stellato, mentre per i bambini il programma “Kids Active”, che si svolge da giugno fino a settembre. In questo programma i bambini di tutte le etá potranno mostrare coraggio nel percorso avventuroso ad alte funi, andare alla ricerca delle tracce dell'UNESCO, visitare il giardino delle erbe magiche e immergersi nel mondo dell’apicultura.
Le novitá dell’estate sono una serie di avventure che riguardano il “Tempo libero” e i momenti nella natura. I corsi si terranno ogni martedí e giovedí, per poter scegliere tra il “Südtirol Balance", "Dalla radice al pezzo unico – abbassare lo sguardo ripaga" e il corso "Io, il momento e la natura – preservare l‘attimo". Le esperienze “Balance” saranno offerte dal 01.06 al 30.06.2019 e dal 14.09. al 13.10.2019. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.valgardena-active.com.

Su sentieri storici attraverso le Dolomiti, patrimonio mondiale dell'UNESCO
Le Dolomiti sono Patrimonio dell'Umanità UNESCO: il paesaggio montano è protetto dall’UNESCO dal 2009. I monti pallidi- così chiamati per la loro roccia bianco-grigia, la dolomia - devono il loro fascino alla loro storia geologica unica e alla loro incomparabile bellezza. Originariamente circa 2,5 milioni di anni fá, dove oggi ci sono le Dolomiti c’era il mare e un’enorme barriera corallina. Per questo spesso si trovano fossili. La forma caratteristica delle cime ripide e aspre è dovuta all'attività vulcanica e alle inondazioni. Circa 8.000 anni fa le prime persone si stabilirono nella zona; i popoli come i Reti, i Longobardi, i Franchi, i Bavaresi e i Romani cercarono di abitare la regione dolomitica. Tuttavia, i monti pallidi non erano accessibili fino al XVIII secolo, quando ricercatori, alpinisti e infine la ferrovia si sono fatti strada nella valle, aprendo vie di accesso.


Dal momento che le Dolomiti costituirono il fronte di guerra tra l'Austria e l'Italia durante la prima guerra mondiale, furono costruite linee ferroviarie per rifornire i soldati. Una via ferroviaria, ha attraversato anche la Val Gardena, proveniente da Chiusa. I binari hanno superato circa 1.000 metri di altitudine. Dopo la guerra la linea ferroviaria divenne un'arteria stradale economicamente rilevante fornendo cibo, mangime per il bestiame e materiali da costruzione alla Val Gardena. Durante il viaggio di ritorno, il treno fu sempre caricato con sculture in legno provenienti dalla Val Gardena. Quando l’automobile sostituí la locomotiva, il 28 maggio del 1960 il funzionamento della ferroviario attraverso della Val Gardena venne interrotto.
Nell paese di Ortiseri si puo visitare l’antica stazione ferroviaria dove si trova la locomotiva storica che passava per la Val Gardena. Dal 2013, un sentiero tematico lungo il vecchio tracciato ha reso possibile passeggiare lungo i binari storici della linea ferroviaria. Su una distanza di quattro chilometri, la storia della Grödnerbahn viene raccontata grazie immagini storiche, mappe e pannelli di testo. Maggiori informazioni sui sentieri escursionistici e tematici in Val Gardena sono disponibili sul sito www.valgardena.it.

Arrampicate in Val Gardena
Le cime dolomitiche che circondano la Val Gardena sono state dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Gli alpinisti hanno la possibilità di vivere in prima persona la bellezza di queste montagne. Che si tratti di alpinisti, arrampicatori sportivi o appassionati di boulder - in Val Gardena tutti trovano ciò di cui hanno bisogno per un'esperienza unica. Il Sassolungo, il Gruppo del Sella, il Sass Rigais e il Furchetta vi porteranno a un'altitudine di oltre 3.000 metri.
Per gli escursionisti e gli alpinisti esperti, le scuole alpine "Catores" e l‘Associazione Guide Alpine Val Gardena" offrono diverse escursioni, vie ferrate e arrampicate con guide.


Informazioni:
www.valgardena.it
www.facebook.com/VGardena
www.twitter.com/VGardena
instagram: @dolomitesvalgardena #valgardena #postcardfromvalgardena


[M.V. Anno X - Nr 1483 del 18.04.2019] | Tempo libero

Arrivano le Settimane culinarie delle erbe selvatiche a Lana e dintorni


Protagoniste dal 2 al 19 maggio le “erbacce” sane e genuine


Torna per la dodicesima edizione la manifestazione organizzata da Lana e dintorni “Erbe selvatiche. Sane e genuine”, dedicata alla celebrazione delle preziose “erbacce”, tesori selvatici spesso sottovalutati. Le “Settimane culinarie delle erbe selvatiche” hanno come obiettivo quello di recuperare e valorizzare l’importanza e gli effetti benefici delle “erbacce” in cucina e per la salute, attraverso vari appuntamenti, workshop, degustazioni e corsi di cucina. Inoltre, sette ristoranti della zona aderiranno all’iniziativa proponendo menu a base di erbe selvatiche, seguendo la cucina tradizionale altoatesina o proponendola rivisitata in chiave moderna.

 

Le Settimane culinarie delle erbe selvatiche saranno inaugurate giovedì 2 maggio al vigilius mountain resort di Monte San Vigilio, dalle 18.00 alle 19.30, con fingerfood e menu alle erbe selvatiche di cinque portate. Saranno inoltre esposte piantine fresche di erbe selvatiche che si potranno toccare, annusare e assaporare apprendendo importanti informazioni su ciascuna di esse. A conclusione della serata sulla terrazza dell’hotel sarà acceso l’incenso profumato alle erbe selvatiche che contribuirà a rendere l’atmosfera ulteriormente ricercata e raffinata. Le prenotazioni sono aperte fino al 29 aprile.
Per informazioni e prenotazioni: 0473/556600 o info@vigilius.it

 

La giornata di venerdì 3 maggio sarà l’occasione per conoscere, cercare e utilizzare la Podagraria, una pianta considerata infestante dai giardinieri, ma decisamente gustosa in cucina. Nel corso dell’incontro i partecipanti si recheranno nei campi alla ricerca di questa “erbaccia”, ne analizzeranno l’aspetto nutrizionale e botanico e alla fine prepareranno con essa una squisita ricetta.
Prenotazioni aperte fino al 5 aprile.
Per informazioni e prenotazioni: 0471/440981

 

Christian Pircher, Chef di cucina dell’hotel ristorante Kirchsteiger a Foiana, invita i curiosi sabato 4 e venerdì 10 maggio, dalle 9 alle 11 per una “Colazione alle erbe selvatiche” con un aperitivo, spremute fresche, tè e tisane alle erbe, pane aromatico all’aglio orsino, podagraria, tarassaco e ortica e gustoso burro alle erbe. È possibile prenotarsi fino ad un giorno prima dell’evento.

 

Durante le Settimane culinarie delle erbe selvatiche saranno proposti anche eventi legati alla salute e al benessere psicofisico, come la “Meditazione alla luna nuova con raccolta di erbe al Kränzelhof” di sabato 4 maggio dalle 17.00 alle 19.00 presso la Tenuta Kränzelhof di Cermes, oppure come “Yoga & Erbe selvatiche” di sabato 11 maggio dalle 10 alle 12.00 presso l’Hotel Tiefenbrunn di Lana, dove Sabine Vieider, insegnante yoga e guida escursionistica, terrà una lezione di Sivananda Yoga concentrandosi soprattutto su meditazione, mantra ed esercizi di respirazione e rilassamento. Prenotazioni entro il 10 maggio.

 

Sempre l’hotel Tiefenbrunn a Lana sarà teatro di un altro appuntamento delle Settimane culinarie delle erbe selvatiche: “Semplice & Buono – La Panificazione nel forno a legna e la preparazione del burro alle erbe”. L’hotel Tiefenbrunn, infatti, ha un bellissimo e antico forno a legna che metterà a disposizione per mostrare una parte fondamentale della cucina altoatesina: impastare e cuocere il pane. Prenotazioni entro l’8 maggio.
Per informazioni e prenotazioni: hotel Tiefenbrunn 0473/561485 o info@tiefenbrunn.it

 

Molto interessante anche il corso di cucina con le erbe selvatiche primaverili che si terrà venerdì 24 maggio dalle 18.00 alle 22.00 presso la Scuola Professionale di economia domestica Frankenberg di Tesimo, in cui si imparerà ad utilizzare come ingredienti in cucina le comuni erbe selvatiche come il tarassaco, l’ortica, la podagraria e altre. Prenotazioni entro il 17 aprile.
Per informazioni e prenotazioni: 0471/440981.

 

Il maso Bacherhof di Nalles avrà una parte fondamentale nelle Settimane culinarie delle erbe selvatiche. La proprietaria Jutta Tappeiner Ebner, infatti, è un’esperta di erbe e di trattamenti Kneipp e nell’appuntamento di lunedì 6 maggio dalle 16.00 alle 18.00 proporrà ai partecipanti “Applicazioni Kneipp con rinfresco”: un incontro per conoscere i cinque principi d’azione secondo Sebastian Kneipp e alcuni consigli su come contribuire al proprio benessere e rimanere in buona salute. Sempre al maso Bacherhof giovedì 16 maggio dalle 16.00 alle 18.00 Jutta rivelerà ai partecipanti gli antichi saperi sulle proprietà curative delle erbe nella “Passeggiata alle erbe selvatiche” nel suo orto contadino con tantissime varietà di erbe. Alla fine dell’incontro sarà offerta una gustosa bevanda alle erbe selvatiche.

 

Martedì 7 e 14 maggio Jutta sarà la guida anche nell’”Escursione con specialità alle erbe selvatiche a Pavicolo”, dalle 10.00 alle 14.00, durante la quale saranno fornite ricette di medicina naturale e si imparerà a riconoscere le erbe selvatiche incontrate lungo il cammino. Alla fine dell’escursione lo chef del ristorante Pawigler Wirt, Manfred Breitenberger servirà ai partecipanti specialità alle erbe selvatiche.

 

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: Associazione turistica di Lana e dintorni 0473/561770 o info@visitlana.com

www.visitlana.com


[M.V. Anno X - Nr 1478 del 28.03.2019] | Tempo libero

Le proposte dei Giardini di Castel Trauttmansdorff


Primavera 2019, Vivere i Giardini di Sissi attraverso i sensi.


I Giardini di Castel Trauttmansdorff sono prossimi alla riapertura. Dal 1° di aprile, infatti, il meraviglioso anfiteatro naturale dei giardini botanici meranesi accoglierà nuovamente per un’intera stagione i visitatori provenienti da tutto il mondo. Con le temperature più miti della primavera ai Giardini di Sissi la natura si risveglia dal torpore invernale, sprigionando, prima timidamente, poi con prepotente vigore, la propria bellezza fatta di piante, fiori e arbusti. Tanti tappeti fioriti si illuminano di migliaia di tulipani, narcisi, ranuncoli, mentre a completamento delle sfumature possibili si aggiungono le chiome dei ciliegi ornamentali giapponesi, le camelie esotiche, i rododendri, le eleganti peonie e molti altri alberi in fiore.

 

I momenti in programma per vivere a stretto contatto con questa “veste” primaverile dei Giardini di Sissi sono diversi.

 

“Esperienza dei sensi”, ad esempio, è la visita guidata di 120 minuti con workshop per approcciare ai Giardini in modo interattivo e multisensoriale. Guide esperte accompagneranno i partecipanti attraverso gli ambienti botanici in fiore per una rilassante esperienza nel verde, mentre nel corso del workshop si imparerà a preparare prodotti di cosmetica naturale. Gli occhi, le orecchie e la pelle si risveglieranno e ritempreranno corpo e spirito. “Esperienza dei sensi” è in calendario per 4 sabati di seguito a partire dal 20 aprile, ore 14.30, al costo di 10.50 € a persona (escluso l’ingresso) ed è limitata a 15 partecipanti.

Fotocredit: I Giardini di Castel Trauttmansdorff_Fotografie Lafogler

Lunedì 22 aprile ai Giardini di Castel Trauttmansdorff si scatenerà la “Caccia al Tesoro Botanico”: le guide dei giardini accompagneranno fra i vari ambienti dei Giardini adulti e bambini alla ricerca dell’”uovo botanico”, ossia delle parti femminili dei fiori dalle quali si sviluppano i semi dopo la fecondazione. Alla fine del percorso i bambini potranno pitturare il proprio uovo di Pasqua con colori naturali. La Caccia al Tesoro Botanico è gratuita, dura 120 minuti con orari di inizio 10.30, 11.00, 13.30 e 14.00 ed è limitata ad un massimo di 18 partecipanti (ammessi 2 adulti per famiglia). È possibile prenotare entro il giorno precedente.

Domenica 26 maggio è prevista la “Giornata di Primavera”: dalle 10.00 alle 17.00 i visitatori potranno partecipare gratuitamente (escluso l’ingresso) agli svariati workshops organizzati insieme alle guide dei Giardini, trasformandosi in veri e propri ricercatori alla scoperta dei segreti del mondo delle piante. Un’occasione unica per sperimentare da vicino la vita delle piante.

Fotocredit: I Giardini di Castel Trauttmansdorff_Fotografie Lafogler

Mantiene sicuramente attivi i sensi la proposta del pacchetto “Ghiacciai & Palme”: passeggiare nei soleggiati Giardini di Sissi a 325 metri respirando una calda atmosfera per poi lasciarsi trasportare in quota dalla funivia nei ghiacciai della Val Senales a 3212 metri. Con soli 40 km di distanza si passa dallo splendore della fioritura alle nevi perenni.
Il costo di Ghiacciai & Palme è di 34.00 € a persona (30,50 per gruppi di almeno 15 persone) e comprende l’ingresso ai Giardini di Castel Trauttmansdorff (giardino botanico e Touriseum) e il viaggio andata/ritorno con la Funivia Ghiacciai Val Senales.

Nell’ambito del Merano Flower Festival, la manifestazione, giunta alla seconda edizione, vòlta a valorizzare il mondo del giardino e delle piante ornamentali e che coinvolge la città di Merano, i Giardini di Castel Trauttmansdorff organizzano due workshop, “Piante carnivore” e “I Segreti dei Fiori”, e un Tour nei Giardini.
Il primo workshop, che si svolgerà il 26 aprile dalle 10.00 alle 16.00 presso il parco pubblico delle Terme Merano, offre una panoramica sull’affascinante mondo delle piante carnivore – protagoniste anche della mostra temporanea di quest’anno ai Giardini di Sissi – mettendo in evidenza la loro capacità di attirare, catturare e digerire le loro vittime.
Il laboratorio “I Segreti dei Fiori” fa invece luce sull’intima vita amorosa delle piante e illustra come i fiori possano sedurre e ingannare con dolcezza. Entrambi i workshop durano 15 minuti e sono gratuiti.

Il Tour nei Giardini del 27 aprile, dalle 10.00 alle 12.00, conduce alla scoperta della nuova mostra temporanea “Piante Killer – le carnivore verdi”, offrendo uno spaccato sull’affascinante mondo di queste sofisticate cacciatrici. Il Tour è riservato ad un massimo di 18 partecipanti.

Per iscrizioni e maggiori informazioni: tel. 0473 255600 o www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1477 del 23.03.2019] | Tempo libero

Sulle nevi di La Thuile


24^ edizione di DIAMO UNA MANCHE AL TELEFONO AZZURRO appuntamento il 30 marzo 2019


La solidarietà è di casa a La Thuile e scende in pista il 30 marzo con la 24^ edizione di Diamo una manche al Telefono Azzurro, il consueto appuntamento che vedrà, anche quest’anno, tanti appassionati di sci e snowboard sfidarsi in due appassionanti gare in nome di Telefono Azzurro, l’associazione che da oltre 30 anni è impegnata nella difesa e nel supporto dei bambini e degli adolescenti vittime di abusi e maltrattamenti e si batte perché la società rispetti i diritti dell’infanzia.

 

Alle due le gare -una di sci alpino, specialità Slalom Gigante, e una di Snow-Board, specialità Slalom Gigante- possono partecipare bambini, adulti, maestri di sci e punteggiati (ogni gara di una manche). I concorrenti delle categorie super-super baby, baby e snowboard saranno impegnati sulla pista n. 16 Standard, mentre le altre categorie correranno sulla n. 9 Chaz Dura. Il via alle ore 9:30.
Le premiazioni dei primi tre classificati avverranno nel pomeriggio, alle ore 15:00, sul palco allestito nella piazza delle Funivie e, a seguire, la ricca estrazione di premi tra tutti coloro che saranno in possesso del pettorale.

Quota d’iscrizione di 25,00 euro fino a venerdì 29 marzo 2019, il giorno della gara, il costo sarà di 30,00 euro. Tutti i partecipanti alle gare riceveranno un sacchetto con i gadget messi a disposizione dagli sponsor e potranno contare anche su un’agevolazione per l’acquisto dello skipass giornaliero che da 42,00 euro passa a 36,00 euro (per ottenere la riduzione è necessario presentarsi alle casse delle Funivie Piccolo San Bernardo con il pettorale e nominativo con il quale è stata fatta l’scrizione).
Questo evento, il cui ricavato verrà devoluto a Telefono Azzurro, è patrocinato da Regione Autonoma Valle d’Aosta-Presidenza della Giunta e realizzato in collaborazione con Società Funivie Piccolo San Bernardo, Scuola di Sci La Thuile, Comune di La Thuile e Consorzio Operatori Turistici La Thuile.
Comitato organizzatore “UNA MANCHE PER TELEFONO AZZURRO”
Fraz. P. Goletta 11016 La Thuile (Ao)
c/o Funivie Piccolo San Bernardo S.p.A. 11016 La Thuile (Ao) Tel. 0165 / 88.41.50 - Fax. 0165 / 8840.52
telefonoazzurro@lathuile.net

Per iscrizioni a DIAMO UNA MANCHE AL TELEFONO AZZURRO
INTERNET all’indirizzo www.lathuile.it - sezione Gare -
fino alle ore 14:00 del 29 marzo 2019
LA THUILE tutti i giorni della settimana presso l’ufficio gare – punto giallo-blu delle Funivie Piccolo San Bernardo entro le ore 15.00 del 29 marzo 2019
Fraz. Entrèves 149 - 11016 La Thuile
Orari 9,00 – 12,30
14,00 –17,30
T+39 0165.88.41.50 – F+39 0165.88.40.52 – info@lathuile.net
Programma e regolamento della manifestazione sul sito
www.lathuile.it


[M.V. Anno X - Nr 1471 del 11.03.2019] | Tempo libero

1° aprile 2019: riaprono i Giardini di Castel Trauttmansdorff


 

Attenzione: rilevata la presenza di killer, piante killer

È grande l’attesa per la riapertura dei Giardini di Castel Trauttmansdorff. Il 1° di aprile i Giardini di Sissi riaprono le porte ai visitatori, curiosi di ammirare il paradiso botanico di Merano. Inaugurati il 16 giugno 2001, da allora per i Giardini di Castel Trauttmansdorff è stato un susseguirsi di stagioni ricche di successi, di riconoscimenti e di novità. Anche per il 2019 il programma e le iniziative previste saranno numerosissime e davvero accattivanti, come la mostra temporanea, le visite guidate a tema, i pacchetti e gli eventi per vivere i Giardini con un tocco di mondanità.

 

Ogni anno, prima della riapertura, i giardinieri lavorano intensamente alla piantumazione di circa 300.000 bulbose, cioè viole, tulipani, narcisi, etc. e alla rimozione delle protezioni invernali delle piante sensibili al freddo. In questo modo, al momento della riapertura, i Giardini di Castel Trauttmansdorff sfoggiano la loro veste più bella, florida e coloratissima, in cui emerge il contrasto tra il nuovo fogliame, ricco di sfumature e l’intenso verde scuro delle chiome di specie esotiche sempreverdi.

Per il 2019, la mostra temporanea avrà come protagoniste le “Piante killer – Le carnivore verdi”: attraverso vari supporti visivi saranno svelati i trucchi e gli ingegnosi espedienti che queste piante utilizzano per attirare gli insetti nella loro trappola. Foglie appiccicose, fiori seducenti e stravaganti tentacoli sono alcuni degli strumenti che garantiscono alle piante killer la sopravvivenza. La mostra consentirà di fare un viaggio tra gli habitat naturali delle piante carnivore sparse per il mondo, dalle più alle meno note, dalle foreste tropicali alle paludi, dal fondovalle all’alta montagna. Nella Serra e in alcuni scenari del parco, sarà possibile ammirarne alcuni esemplari dal vivo, e, per soddisfare ogni curiosità, saranno organizzate visite guidate specifiche.

Per maggiori informazioni: www.trauttmansdorff.it.


[M.V. Anno X - Nr 1460 del 20.02.2019] | Tempo libero

Le quattro aree tematiche dei Giardini di Castel Trauttmansdorff


Gran parte del mondo botanico in 12 ettari


Le quattro aree tematiche dei Giardini di Castel Trauttmansdorff 
 
Gran parte del mondo botanico in 12 ettari
 
 
Informazioni richieste:
Gran parte del fascino dei Giardini di Castel Trauttmansdorff risiede nello spazio che occupano: una vastissima area verde scenograficamente di grande impatto per la forma ad anfiteatro naturale, una superficie digradante che copre circa 100 metri di dislivello, che si integra perfettamente nel paesaggio circostante fatto di panoramiche montagne e della città di Merano. Le quattro aree tematiche dei Giardini di Sissi trasmettono al visitatore la sensazione di trovarsi nella zona geografica cui fanno riferimento: Nord America e Asia Orientale per i “Boschi del Mondo”, aree dal clima mediterraneo per i “Giardini del Sole”, territori a clima caldo-umido caratterizzati da corsi d’acqua per i “Giardini Acquatici e Terrazzati” e per finire la regione dell’Alto Adige per i “Paesaggi dell’Alto Adige”.
 
I Boschi del Mondo sono un’area boschiva in cui sono stati ricreati paesaggi naturali e antropizzati in miniatura. Si passa quindi dai boschi di latifoglie e aghifoglie, al Bosco di Bambù e alla Valle delle Felci con un rarissimo esemplare di Wollemia nobilis, una conifera risalente a novantamila anni fa che si credeva ormai estinta, un vero e proprio fossile vivente. Come paesaggi antropizzati, nei Boschi del Mondo sono presenti la risicoltura e il Giardino Giapponese, un esempio di architettura paesaggistica dove l’acqua, gli aceri e le pietre sono gli elementi determinanti. In quest’area inoltre è collocata la Serra con piante tropicali da coltivazione, orchidee e il terrario e la Spiaggia delle Palme, che ricrea uno scenario tropicale con tanto di sabbia e sdraio in cui sedersi.
 
I Giardini del Sole si riconoscono anche dalla presenza di profumatissimi arbusti nani e di piante sempreverdi, con lecci, querce da sughero, corbezzoli, spezie da cucina, girasoli, melograni, viti, gelsi e fichi, tipologie assolutamente riconoscibili per chi vive nell’area del Mediterraneo. Ai piedi di Castel Trauttmansdorff cresce l’uliveto più settentrionale d’Italia, con un esemplare di 700 anni, una limonaia e un campo di profumata lavanda. In quest’area sono presenti anche giardini a tema e diverse collezioni di piante come quella della Salvia, con oltre 154 varietà e specie provenienti da diversi continenti, il Prato Fiorito, che nel corso dell’apertura stagionale cambia aspetto in base alle diverse fioriture e il Giardino Proibito con le piante e le erbe “velenose”. Una parte un po’ “spinosa”, ma decisamente affascinante è quella del Semideserto delle Succulente, con esemplari di cactus, euforbie, aloe e agavi.
 
La parte centrale dei Giardini di Sissi è dedicata ai Giardini Acquatici e Terrazzati, con veri e propri capolavori di arte topiaria, gradinate e corsi d’acqua. Bossi a sfera, aiuole geometriche e un labirinto evocano l’atmosfera del Giardino rinascimentale all’italiana, mentre, a digradare verso il meraviglioso Laghetto delle Ninfee, teatro di molti appuntamenti musicali estivi, roseti, gigli, gelsomini, camelie, azalee, iris con i loro profumi esuberanti. Un ricco Palmeto circonda il Laghetto, dove crescono piante acquatiche dai mille colori. Da provare il Giardino dei Sensi, una zona in cui gli ospiti possono scoprire le piante che ne fanno parte attraverso i sensi del tatto, dell’olfatto e anche del gusto.
 
L’omaggio dei Giardini di Castel Trauttmansdorff alla terra che li ospita è nell’area dei Paesaggi dell’Alto Adige. Qui sono stati ricreati paesaggi naturali, come boschetti e vari corsi d’acqua e “culturali”, come le colture agricole tradizionali, un frutteto coltivato in forma estensiva con antiche varietà di mele e di pere e un vigneto con svariati vitigni autoctoni. Un altro elemento peculiare del paesaggio agrario altoatesino è la palizzata intrecciata, tipico recinto utilizzato per delimitare i tradizionali orti altoatesini, coltivati a ortaggi, erbe aromatiche, frutti e piante a fiore. Ambienti caratteristici dell’Alto Adige sono l’Orto di Montagna, la Coltivazione di cereali, le Siepi e cespugli con erbe locali, il Castagneto, il Prato da lettiera, il Prato secco, il Vigneto con il Tabernaculum, una sorta di scrigno contenente vinaccioli antichissimi. I Giardini hanno anche la paternità del “Versoaln”, la vite più grande e probabilmente più antica del mondo che si trova ai piedi di Castel Katzenzungen a Prissiano.
 
Nel periodo di aperura da aprile a maggio, tutti i giorni (dalle 10.30 o dalle 11, dipende dai mesi) i Giardini di Castel Trauttmansdorff organizzano affascinanti visite guidate della durata di 90 minuti per andare alla scoperta delle quattro aree tematiche e dei dettagli curiosi sul sorprendente mondo delle piante.
 
Per maggiori informazioni: www.trauttmansdorff.it.

[M.V. Anno X - Nr 1455 del 05.02.2019] | Tempo libero

La Primavera Meranese 2019: dal 1 aprile al 2 giugno.


Natura, cultura, benessere, arte e tradizioni si risvegliano dal torpore invernale.


A Merano la primavera è la stagione che lascia tutti senza fiato: la città si trasforma in un tripudio di profumi e di colori di piante e fiori. Grazie al suo clima temperato, infatti, crescono facilmente piante mediterranee e tropicali e parchi e giardini alla fine dell’inverno si ripropongono esuberanti.

 

La Primavera Meranese, però, oltre ad essere la stagione in cui si risveglia la natura, a Merano è il titolo “dell’evento-ombrello” che racchiude una serie di appuntamenti organizzati nell’ottica della sensibilità ecologica e ambientale, del benessere psicofisico, della genuinità della tradizione, della bellezza naturale, ma soprattutto della valorizzazione creativa delle aree verdi e della vocazione floreale di Merano.

Un vero e proprio festival organizzato dall’Azienda di Soggiorno di Merano per il quinto anno consecutivo, che, tra aprile e giugno, arricchisce la vita sociale e culturale della città e dei paesi limitrofi di Scena, Tirolo e Naturno.

Dopo il successo del debutto dell’anno passato, la Primavera Meranese non poteva non includere il Merano Flower Festival tra gli appuntamenti (25-28 aprile): in questi giorni la città sarà arricchita da installazioni floreali e imponenti figure vegetali, un mercato di fiori, piante e prodotti per il giardinaggio, un ricco programma per bambini e diversi laboratori creativi, anche per adulti, tenuti da esperti in materia.

Un altro appuntamento di forte richiamo è il Mercato Meranese (MM), che dal 30 marzo fino al mese di ottobre, sarà presente ogni sabato mattina lungo la parte superiore di corso Libertà, vicino a piazza della Rena. Il Mercato darà la possibilità di acquistare prodotti agroalimentari freschi e genuini provenienti dai masi altoatesini, sostenendone la regionalità e l’autenticità.

Il benessere psicofisico sarà soddisfatto da “Alto Adige Balance”, una rassegna dedicata al “relax nel verde” attraverso esperienze guidate nella natura per ritrovare il proprio equilibrio, che si terranno da fine marzo al 3 giugno e dalla 9^ edizione di Yoga Meeting “Merano in Yoga”, un festival di questa disciplina in cui importanti maestri internazionali condurranno seminari e incontri presso la meravigliosa cornice del centralissimo edificio liberty “Kurhaus” e in altri luoghi all’aperto dal 5 al 7 aprile. In questi tre giorni si susseguiranno lezioni gratuite, conferenze, concerti, mostre per tutti, principianti, appassionati e praticanti delle discipline orientali e di tecniche per la ricerca del benessere.
Per info: www.yogameeting.org

Assolutamente da non perdere (apertura il 1 aprile), in primavera se ci si trova a Merano, è l’opportunità di ammirare la rinascita della natura dopo l’inverno ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, dove oltre 80 ambienti botanici rappresentativi di tutto il pianeta si esibiscono in tutta la loro bellezza in un anfiteatro naturale di 12 ettari. Al centro di questo enorme parco troneggia il Castello, da cui i Giardini prendono il nome, che due volte alla fine del 1800 è stato dimora dell’imperatrice Sissi, Elisabetta d’Austria.

 

Per ulteriori informazioni sulla Primavera Meranese www.merano.eu


[M.V. Anno X - Nr 1455 del 05.02.2019] | Tempo libero

San Valentino 2019 nella città eterna


A Palazzo Scanderbeg, Hotel Capo D’Africa e Le Méridien Visconti Rome per un romantico soggiorno o una cena a lume di candela.


Una residenza storica ed elegante come Palazzo Scanderbeg, l’Hotel Capo D’Africa con vista mozzafiato sul Colosseo e Le Méridien Visconti Rome, completamente ristrutturato e due passi da Castel Sant’Angelo, offrono scelte diverse ma tutte ugualmente romantiche per festeggiare San Valentino a Roma, la città eterna.


A Palazzo Scanderbeg (www.palazzoscanderbeg.com), dimora unica del XV secolo completamente ristrutturata, nascosta tra i vicoli di Fontana di Trevi, gli ospiti possono scegliere tra 11 eleganti appartamenti tutti diversi e arredati in stile contemporaneo. Per le camere Classic e Deluxe la speciale offerta San Valentino comprende una bottiglia di vino all’arrivo, una romantica atmosfera creata appositamente per l’occasione, colazione continentale, late check out alle 14.00 e “The Butler”, l’esclusivo servizio di maggiordomo personale a completa disposizione degli ospiti (apartire da €290). Per le camere Master Suite, oltre alla colazione, il servizio di maggiordomo e late check out, una speciale cena per due preparata da uno chef dedicato direttamente en Suite, mentre gli ospiti possono rilassarsi sorseggiando del buon vino. Il menù prevede: gamberi in tempura con salsa guacamole, spaghetti alle vongole, pomodorini e pinoli tostati, orata croccante servita con brunoise di melone, chips di patate e polvere di olive e cassata siciliana ghiacciata (a partire da €550).

 

Per chi vuole soggiornare a due passi dal Colosseo, l’Hotel Capo D’Africa (www.hotelcapodafrica.com) rappresenta la scelta ideale con le diverse camere e una speciale proposta San Valentino, che include colazione American buffet, cena a lume di candela e late check out alle 14.00 (a partire da € 276).
Anche per chi non soggiorna in albergo, la cornice dell’Attico Bistrot, offre una speciale atmosfera per una cena con menu afrodisiaco creato per l’occasione dallo chef, che prevede: gamberi rossi di Mazara con ananas, zenzero, lime e olio al peperoncino, tagliolini al ragù bianco di tonno fresco con menta e limone amalfitano, filetto di maialino sous-vide con mele e miele su purè di patate al tartufo. Per concludere in dolcezza, cuoricini di sfoglia, crema al burro e cioccolato con more e lamponi e… un romantico abbraccio sulla terrazza vista Colosseo! (Cena: €50 a persona, incluse le bevande).

 

Le Méridien Visconti Rome (www.marriott.com/hotels/travel/rommd-le-meridien-visconti-rome/) tra Piazza di Spagna e Castel Sant’Angelo, offre l’occasione di un soggiorno in una posizione strategica, tra il centro storico e la Città del Vaticano, nei pressi della riva del Tevere. 240 luminose camere in stile moderno, accoglienti sale con comodi divani, il bistrot e la terrazza, insieme alla palestra rinnovata offrono la soluzione ideale per un romantico soggiorno. La speciale proposta ideata per San Valentino include una ricca prima colazione a letto e un aperitivo per due persone prima di cena, oltre al late check out alle 14.00 (a partire da € 220).

Palazzo Scanderbeg, dimora unica a Fontana di Trevi, inaugurata nel 2016, Hotel Capo D’Africa, inaugurato nel 2002 a pochi passi dal Colosseo, e Le Méridien Visconti Rome, l’albergo icona dell’elegante quartiere Prati appena ristrutturato, sono parte del Gruppo Toti.


[M.V. Anno X - Nr 1452 del 29.01.2019] | Tempo libero

Il rimedio “ecologico” dei Giardini di Castel Trauttmansdorff


La meravigliosa e lussureggiante vegetazione presente ai Giardini di Castel Trauttmansdorff deve la propria bellezza e forza alla cura e alle attenzioni dei giardinieri e del capo giardiniere e direttore tecnico.


Il punto di forza su cui si basa la strategia dei Giardini è l’utilizzo dei corroboranti, cioè di quelle sostanze di origine naturale, che aiutano a rafforzare e rinvigorire le piante, a proteggerle dagli organismi nocivi e a rivitalizzare il terreno.

 

L’etimologia in effetti è d’aiuto per capire meglio l’azione di questi elementi. “Corroborante” significa “che rinvigorisce e tonifica”, dal latino cum che indica il mezzo e roborare, “irrobustire”, a sua volta da robur, cioè “forza”, che è poi il nome in latino della quercia farnia, detta comunemente “quercia”. E si torna così di nuovo alle piante.
Ma cosa sono questi corroboranti? Quelli utilizzati dai Giardini di Castel Trauttmansdorff sono specifici, composti da miscele di microorganismi efficaci e concimi speciali, sempre volti a potenziare il sistema di difesa naturale delle piante, contenenti acqua, batteri lattici e fotosintetici, lieviti, melassa di canna da zucchero, alcol, aglio e baccello di peperoncino, ma anche minerali come potassio, calcio, ferro, magnesio e fosforo.

Per migliorare la salute delle piante, ogni settimana, sono stati irrorati oltre 4.000 litri di miscela su agrumi, meli, peri, ciliegi, peschi, roseti, piante perenni, olivi, rododendri, camelie, azalee, cactus, oleandri, bossi, tassi, cipressi e vigneti. Inoltre, per svariate colture, in base alla malattia o al parassita da cui sono colpite, sono state effettuate diverse irrorazioni, ad esempio utilizzando il lievito contro l’oidio. I giardinieri hanno lavorato ogni giorno con due atomizzatori, iniziando alle 5.30 e terminando poco prima delle 9.
Sono trattamenti molto costosi rispetto ai sistemi tradizionali e per questi nel 2019 è previsto un budget di circa 80.000 euro; inoltre verranno testati ulteriori corroboranti ed elementi, tra cui estratto di corteccia di salice, aceto e trappole odorose.
Il rinforzo delle piante è solo uno degli aspetti della cura ecologica delle aree verdi, sempre più importante per le zone pubbliche e sensibili. In questo campo, tuttavia, mancano ancora esperienza e un’adeguata formazione. I Giardini di Castel Trauttmansdorff, in collaborazione con la Giardineria comunale di Merano, organizzeranno per il prossimo anno già per la seconda volta una conferenza specialistica, in cui verranno approfondite le tematiche inerenti alla cura ecologica delle aree verdi negli spazi pubblici. In tal senso, anche i Giardini di Castel Trauttmansdorff intendono dare il loro contributo.


[M.V. Anno X - Nr 1447 del 14.01.2019] | Tempo libero
Pubblicit