Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
Il servizio Comunicati Stampa/Annunci gratuiti e' un servizio fornito dalla Travel Factory Srl in liquidazione, di seguito indicata come Il gestore del sito. Sebbene redatto con scrupolosita' e cura, il servizio non e' immune da errori, imprecisioni e omissioni, di cui Il gestore del sito non puo' e non potra' mai e in alcun modo essere ritenuta responsabile.
L'uso del Servizo e' effettuato dall'Utente sotto la sua completa responsabilita'. Il Gestore del sito non offre quindi garanzie (1) circa l'identita', la capacita' giuridica, la serieta' d'intenti o altre caratteristiche degli inserzionisti, (2) la qualita', la liceita', la sicurezza dei beni oggetto degli annunci, (3) la veridicita' e l'accuratezza di quanto fornito dagli inserzionisti.
Il Gestore del sito si riserva il diritto di modificare, in ogni momento e in piena autonomia, i contenuti dei Comunicati Stampa/Annunci gratuiti, nel rispetto comunque della volonta' dell'utente risultante dall'inserzione, le funzionalita' del servizio o di sospenderne l'erogazione senza alcun obbligo di preavviso agli utenti.

QUINTA EDIZIONE DELLA SINA CHEFS' CUP CONTEST


FINALE A MILANO PER LA QUINTA EDIZIONE DELLA SINA CHEFS' CUP CONTEST Protagonisti al ristorante L'Opèra gli chef Giovanni Luca Di Pirro e Valentino Cassanelli


Si è conclusa a Milano, al ristorante L'Opèra dell'hotel SINA De la Ville, la quinta edizione della SINA Chefs' Cup Contest, che ha visto protagonisti i due chef Giovanni Luca Di Pirro e Valentino Cassanelli con le creazioni ispirate alla moda “Ravioli ripieni di scampi con consommé di miso d’orzo ai porcini e nocciole tostate” e “Un’eleganza senza tempo, bianco e nero di Scampo, pomodoro e cipolla”. Serata piacevole, durante la quale Di Pirro e Cassanelli hanno dimostrato un grande spirito di squadra, offrendo agli ospiti momenti divertenti insieme alla preparazione dei piatti. Il punteggio finale di 96/100, sia pur molto alto, non ha però permesso ai due chef di superare la coppia formata da Riccardo Bassetti e Massimo Viglietti, che nella tappa veneziana ha ottenuto il punteggio più alto con 98/100. Sono infatti Bassetti e Viglietti a qualificarsi per la finale londinese. La gara all'insegna della moda tra chef stellati ha visto il via nel mese di aprile a Cortina d'Ampezzo. Otto serate che hanno avuto come palcoscenico d’eccellenza gli alberghi del gruppo SINA Hotels: Bellevue Suites & Spa a Cortina d’Ampezzo; Sina Brufani a Perugia; Sina Villa Matilde a Romano Canavese (Torino); Sina Villa Medici a Firenze; Sina Bernini Bristol a Roma; Sina Maria Luigia a Parma; Sina Centurion Palace a Venezia; SINA De la Ville a Milano. Per SINA Chefs' Cup Contest il mondo dell'alta cucina ha incontrato quello dell'alta moda e la gastronomia è diventata di 'tendenza', con creazioni tanto originali quanto gustose. L’impegno di SINA con l’enogastronomia vanta eccellenze in tutta Italia. Ne sono un esempio il nuovo Giuda Ballerino, ristorante con terrazza su Roma e cucina a vista, più volte insignito della prestigiosa stella Michelin, e il nuovo Da' Pescatore, a Firenze, ristorante gourmet, dove lo chef Daniele Pescatore, insignito del “cappello” sulla Guida Espresso 2017, è pronto a fare scoprire le originali specialità di pesce dai sapori partenopei, in onore delle sue origini. SINA Chefs’ Cup Contest è un'iniziativa realizzata in collaborazione con Cantine San Marzano - interpreti del rinascimento pugliese, che hanno abbinato i vini alle ricette e sono stati anche protagonisti sui social con i video creati per spiegare la creazione del piatto e l’abbinamento del vino - e con Diners Club - il gruppo con oltre 60 anni di storia, nato proprio nell’alta ristorazione per offrire privilegi unici ed esclusivi, come in questa occasione per cui i soci avranno agevolazioni e incontri dedicati con gli chef. A rendere le serate ancora più frizzanti, le bollicine Ferrari. Fotografie in alta risoluzione: https://briciolacommunication.smugmug.com/Chefs-Cup-Contest-2017/Edizione-V-Milano/n-NsxPkX Per informazioni e prenotazioni: sina.marketing@sinahotels.com https://www.facebook.com/chefscupcontest/?fref=ts https://twitter.com/chefscupcontest?lang=it https://www.instagram.com/chefscupcontest/ https://chefscupcontest.wordpress.com/ Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, Via della Giuliana 58, 00195 Roma www.imaginecommunication.eu Tel.06.39750290 Lucilla De Luca, cell. 335.5839843 lucilla@imaginecommunication.eu Valeria Benincasa, cell. 339.8994154 ufficiostampa@imaginecommunication.eu


[M.V. Anno X - Nr 1331 del 09.11.2017] | News Italia

CAMBIO di ROTTA a GALLIPOLI: la CITTÀ BELLA PUNTA ALLE CROCIERE


Incontro decisivo nella sede municipale tra il Sindaco Minerva e il Capo Segreteria del Sottosegretario alle Infrastrutture Cosimo Durante e Filippo Olivetti, Amministratore Delegato di Bassani Group.


Se n’è parlato per mesi, ma ora qualcosa comincia a muoversi. A concretare sempre di più il progetto che vedrà una compagnia crocieristica approdare nel porto gallipolino è stato l’incontro che si è tenuto nella Sede Municipale del Centro Storico della città di Gallipoli. Un briefing a porte chiuse, voluto fortemente dal Sindaco Stefano Minerva in accordo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per discutere al meglio le varie dinamiche e per trovare una soluzione sui vari aspetti tecnico-operativi. Un approfondimento con Istituzioni, Autorità del Luogo e alcuni rappresentanti di categoria che hanno incontrato Filippo Olivetti, Amministratore Delegato di Bassani Group, realtà italiana leader riconosciuta nel settore dell’agenzia marittima e, più in generale, del destination management company. Anche la Regione Puglia, nella persona dell’Assessore allo Sviluppo Economico, Patrizio Giannone –momentaneamente all’estero- ha dimostrato la sua vicinanza alla causa intervenendo telefonicamente nel corso dell’incontro. Una riunione fruttuosa e che ha confermato l’interesse da più parti di sviluppare il traffico crocieristico nel porto di Gallipoli: i presupposti, dunque, ci sono per inserire Gallipoli e il territorio limitrofo negli itinerari turistici delle compagnie crocieristiche internazionali. Dichiara il Dott. Cosimo Durante: “Il lavoro svolto dal territorio, anche come GAL Terra D’Arneo, ha rafforzato il potere attrattivo della località. Una congiunzione di più fattori ha fatto sì che Gallipoli diventasse una meta affascinante e ambita, un ‘porto sicuro’ anche per nuovi itinerari crocieristici. L’impegno e la volontà non mancano nello scrivere questo capitolo importante della storia turistica gallipolina”. Commenta il Sindaco Stefano Minerva: “Quella di oggi è una giornata di un’importanza straordinaria per la nostra città. La volontà di inserire Gallipoli nelle rotte crocieristiche completa il quadro della destagionalizzazione che stiamo configurando. Portare le grandi navi a Gallipoli vuol dire investire sui grandi numeri e garantire flussi turistici 365 giorni all’anno. Le Autorità Portuali e il dott. Cosimo Durante, che ringrazio per l’impegno e l’attenzione nei confronti della città, si sono resi disponibili a procedere con puntualità ed efficienza. Nel corso dei mesi successivi passeremo al vaglio una serie di proposte e passeremo alla fase operativa. La buona politica continua a dare straordinari frutti.”


[M.V. Anno X - Nr 1318 del 01.10.2017] | News Italia

Tutto pronto per un autunno 'stellato'


con SINA Chefs’ Cup Contest 2017 Parma, Viareggio, Venezia e Milano le prossime tappe della competizione


Roma, settembre 2017. Autunno stellato nel segno della moda in tour per l’Italia con SINA Chefs' Cup Contest: Parma (Maxim's, martedì 19 settembre), Viareggio (La Conchiglia, martedì 3 ottobre), Venezia (Antinoo's Lounge & Restaurant, martedì 10 ottobre) e Milano (L'Opèra, martedì 7 novembre) sono le prossime tappe della competizione itinerante tra chef stellati. Palcoscenico d’eccellenza, gli alberghi del gruppo SINA Hotels, interpreti della tradizione squisitamente italiana fatta di storia, cultura, arte, lusso ed eccellenza. Sina Villa Medici a Firenze, Sina Bernini Bristol a Roma, Sina Centurion Palace e Sina Palazzo Sant’Angelo a Venezia, Sina Brufani a Perugia, Sina Villa Matilde a Romano Canavese (Torino), Sina The Gray e Sina De la Ville a Milano, Sina Maria Luigia a Parma, Sina Astor a Viareggio, Bellevue Suites & Spa a Cortina d’Ampezzo di Sorgente Group rappresentano l’universo dell’ospitalità italiana. Dal “Tortello con la Coda” al “Baccalà All Blacks”, passando per il “Medaglione di astice arrosto”, per l'evento hanno sfilato sinora piatti unici ed originali in onore di stilisti come Giorgio Armani, Laura Biagiotti, Dolce & Gabbana, Fendi, Missoni e Damiano Presta, creati per l’occasione da chef stellati. Sempre all'insegna del gusto e dello stile, sono state create anche portate dedicate a Capri e Positano, due luoghi culto della moda. Per le prossime date, aperte al pubblico, stanno già riscaldando i fornelli gli chef: Stefano di Gennaro (Quintessenza di Trani, BT) e Marco Bottega (Aminta di Genazzano, RM), Cristiano Tomei (L’Imbuto, Lucca) e Ivano Ricchebono (The Cook di Arenzano, GE), Massimo Viglietti (Enoteca Achilli al Parlamento di Roma) e Riccardo Bassetti (Il Porticciolo a Laveno Mombello, VA), Giovanni Luca di Pirro (Ristorante La Torre del Castello del Nero a Tavarnelle Val di Pesa, FI) e Valentino Cassanelli (Lux Lucis a Forte dei Marmi, LU). Il mondo dell'alta cucina incontra quindi quello dell'alta moda e la gastronomia diventa di 'tendenza', dando vita a creazioni tanto originali quanto gustose. Protagonisti delle serate precedenti sono stati Daniele Repetti (Ristorante Nido del Picchio di Carpaneto Piacentino) e Roberto Proto (Ristorante Il Saraceno di Cavernago), Giuseppe di Iorio (Aroma di Roma) e Antonio Andreozzi (1Q84 Villaricca NA), Domenico Stile (Enoteca La Torre a Roma) ed Emanuele Mazzella (Villa Porro Pirelli a Induno Olona, VA), Kotaro Noda (Bistrot 64 di Roma) e Alessandro Breda (Gellus di Oderzo, TV), Luigi Nastri (Stazione di Posta, Roma) e Vincenzo Guarino (Il Pievano del Castello di Spaltenna a Gaiole in Chianti, SI). Le coppie che finora hanno ottenuto il massimo del punteggio sono quelle composte da Repetti e Proto e Noda e Breda, arrivati a pari merito. Nel corso delle serate della SINA Chefs' Cup Contest, gli chef hanno il compito di creare le loro ricette originali, ispirate appunto quest’anno alla moda: stili, tendenze, capi, colori e consistenze di tessuti che hanno fatto la storia del costume, celebri stilisti e abiti amati in tutto il mondo, vengono trasformati in profumo e gusto per un’esperienza gastronomica senza precedenti, grazie alla maestria e creatività degli autori nonché all’uso di materie prime di qualità e attenzione al bio. Al termine di ogni serata, la giuria si esprime secondo i parametri di aderenza al tema scelto, complicità di coppia, bontà del piatto, rapporto qualità/prezzo, valore estetico/artistico. La coppia di finalisti poi volerà a Londra dove si affronterà, affiancata da Chef internazionali. SINA Chefs’ Cup Contest è un'iniziativa realizzata in collaborazione con Cantine San Marzano – interpreti del rinascimento pugliese, che abbineranno i vini alle ricette e saranno anche protagonisti sui social con i video creati per spiegare la creazione del piatto e l’abbinamento del vino; e con Diners Club – il gruppo con oltre 60 anni di storia, nato proprio nell’alta ristorazione per offrire privilegi unici ed esclusivi, come in questa occasione per cui i soci avranno agevolazioni e incontri dedicati con gli chef. A rendere le serate ancora più frizzanti, le bollicine Ferrari. SINA Chefs’ Cup Contest, ora alla quinta edizione, ha visto protagonisti 54 chef stellati per 54 nuove ricette, 20 ristoranti e 20 chef resident che hanno ospitato le coppie in gara, 26 tappe italiane e 3 tappe internazionali (San Francisco, New York e Tokyo), una tappa ad EXPO con la cucina internazionale asiatica, 80 giudici italiani e 12 internazionali, 30 sponsor. Per informazioni e prenotazioni: sina.marketing@sinahotels.com (costo a partire da €70 inclusi i vini). https://www.facebook.com/chefscupcontest/?fref=ts https://twitter.com/chefscupcontest?lang=it https://www.instagram.com/chefscupcontest/ https://chefscupcontest.wordpress.com/ Ufficio Stampa: IMAGINE Communication, Via della Giuliana 58, 00195 Roma www.imaginecommunication.eu Tel.06.39750290 Lucilla De Luca, cell. 335.5839843 lucilla@imaginecommunication.eu Valeria Benincasa, cell. 339.8994154 ufficiostampa@imaginecommunication.eu Fotografie in alta risoluzione: https://chefscupcontest.wordpress.com/


[M.V. Anno X - Nr 1314 del 15.09.2017] | News Italia

Birra FORST da sempre vicino ai ciclisti


La sede di Birra FORST si trova a Lagundo, a pochi chilometri da Merano e a 200 metri da una delle più belle e più lunghe piste ciclabili dell’Alto Adige, quella della Val Venosta.


Il percorso è quasi completamente asfaltato e ben segnalato, e i dislivelli non eccessivamente impegnativi. La pista ciclabile della Via Claudia Augusta porta da Merano sino al Lago di Resia fra frutteti, chiese e castelli. Una tappa imperdibile è proprio la sede di Birra FORST, con i suoi ristoranti ed il suo giardino all’aperto, il fascino delle costruzioni del villaggio, lo shopping e, ovviamente, la birra: una birra fresca all’ombra dei tanti alberi dopo uno sforzo intenso sulla bici è l’ideale. Non solo … una pausa presso Birra FORST significa anche avere la possibilità di mangiare bene, visitare una delle più antiche e belle aziende dell’Alto Adige ed entrare nell’incantevole mondo di Birra FORST. Birra FORST è stata fondata nel 1857 ed è rimasta ad oggi di proprietà della stessa famiglia. Oggi, in V generazione Birra FORST è una realtà importante sul mercato nazionale, con una produzione annua di circa 770.000 hl. Birra FORST è l’ultimo grande brand rimasto indipendente in Italia e in azienda tutto è fatto con la massima diligenza, discrezione e cura per il dettaglio. I silos con la bevanda a maturare, sono custoditi all’interno di una costruzione particolare di cinque piani con le tipiche finestre altoatesine; la sala d’imbottigliamento e l’impianto di riempimento fusti, uno tra i più moderni d’Europa, sono sotto un tetto di legno; le caldaie lavorano al piano interrato, alimentate da una sorgente di acqua naturale che sgorga dalla montagna. Anche l’ingresso agli uffici e alla direzione è tradizionale, fatto di materiali pregiati, legno e vetro, e all’interno dell’area della fabbrica, sono state costruite case vere e proprie destinate ai dipendenti. Si può quindi ammirare tutto ciò dopo una bella gita in bicicletta, ritemprandosi poi con una delle sette specialità birrarie dell’azienda: Kronen, 1857, Premium, V.I.P. Pils, Heller Bock, Felsenkeller e Sixtus. Una birra per ciascun gusto.


[M.V. Anno X - Nr 1300 del 19.06.2017] | News Italia

Nasce il Campus di Hotel School University


Il progetto Hotel School University prende vita con la nascita del Campus di Alta formazione nel turismo e nel settore alberghiero al Castrum Boccea di Roma, dimora storica trasformata in Hotel Relais a 4 stelle e da oggi sede dell’Accademia HSU.


Si tratta della prima Accademia d’Italia a basarsi su un metodo innovativo prevede l’utilizzo delle strutture alberghiere come spazi didattici all’interno dei quali formare professionisti capaci di operare in tutti i reparti alberghieri e ristorativi, di aziende nazionali ed internazionali.

 

HSU punta a colmare il divario tra scuola e lavoro, quindi non solo aule ma laboratori, spazi didattici interattivi, simulazione lavorativa professionalizzante con docenti che operano nel settore da decenni. Sono stati oltre 150 i professionisti del settore turistico e alberghiero impegnati nella realizzazione del progetto Hotel School University, ideato dall’Agenzia per il lavoro specializzata Ospitality Service Gruppo Italia, che oggi annuncia l’avvio della didattica in Aprile. Chef di partita, Food & beverage, Front office, Housekeeping, Facchino ai piani, Tecniche della banchettistica, Tecnico delle attività congressuali i primi corsi in programma. Corsi diretti da docenti internazionali e chef stellati che mettono al centro l’interazione tra teoria e pratica, la simulazione attiva del lavoro da svolgere direttamente nel Campus. Al termine del percorso di studi, inoltre, gli studenti saranno seguiti nell’organizzazione di stage e tirocini in aziende partner in Italia o all’estero. “Siamo felici di dare il via ufficiale ai corsi di HSU”, commenta Aurora Spurio, General Manager di Hotel School University e ideatrice del progetto. “Dall’esperienza dell’agenzia per il lavoro Ospitality Service è emerso che molte aziende del comparto turistico-alberghiero lamentano la difficoltà di reperire personale realmente preparato per la quasi totale assenza in Italia di strutture per la formazione pratica e non solo teorica. Ecco perché l’idea del Campus all’inglese, ma fedeli alla forma mentis del Made in Italy, dell’Accademia HSU che, grazie a docenti con una forte esperienza professionale, formerà sul campo professionisti che saranno poi subito in grado di lavorare nel settore. È possibile iscriversi ai corsi in partenza, che sono tutti finanziabili e che garantiscono uno stage in Italia o all’estero, sul sito www.hotelschooluniversity.it”.


[M.V. Anno X - Nr 1283 del 04.04.2017] | News Italia

Châteaux & Hôtels Collection


Sempre più ‘Tables de la Collection’ italiane per Châteaux & Hôtels Collection


La gastronomia ha un ruolo primario per il brand francese che promuove una cucina fondata sulla genuinità dei prodotti e mira ad aumentare il numero dei ristoranti italiani in accordo con la sua visione del “dormir bene e mangiare bene”.

 

«Sono un cuoco francese innamorato della cucina italiana, della sua varietà e della sua grandissima generosità. E’ una cucina autenticamente genuina. Gli Chef del Belpaese hanno un vero rispetto per i prodotti delle loro terre, sanno come lavorarli. E' ovvio che io sia sensibile a quest'approccio della gastronomia”. Così Alain Ducasse - Presidente di Châteaux & Hôtels Collection - il marchio che da oltre quarant’anni opera nell’ambito dell’hôtellerie di charme e della ristorazione gourmet – esprime la sua attenzione e il suo consenso verso la ristorazione e le tavole della Penisola, auspicando una sempre maggiore presenza di ristoranti italiani fra i membri della Collection. Dei circa 500 indirizzi che fanno parte del brand, 260 sono ristoranti d’albergo e ristoranti, brasserie e bistrot che si sono aggiudicati il riconoscimento di ‘Table de la Collection’. In Italia ‘La Collection 2017’ conterà nove ‘Tables de la Collection’, solo ristoranti d’hotel. Per il futuro tuttavia, Châteaux & Hôtels Collection ha l’obiettivo di accogliere sempre più indirizzi anche di sola ristorazione, in linea con la sua visione della gastronomia, come già avviene in Francia. Pur con caratteristiche proprie, c’è un fil rouge che accomuna tutte le ‘Tables de la Collection’: la personalità del proprietario-chef che alla creatività sa accostare la ricerca gastronomica per valorizzare gli ingredienti del territorio, sempre freschi e di stagione, confrontandosi con i produttori locali; le ricette di famiglia, sapori e profumi di una volta vengono tramandati di padre in figlio in uno stile di cucina che sublima il prodotto e che nel contempo si rinnova, di generazione in generazione, nel gusto e nella presentazione; i giovani chef che cercano semplicità nell’innovazione e nei prodotti locali per diventare i grandi cuochi di domani. E’ con questi criteri che Châteaux & Hôtels Collection ha assegnato la targa di Tables de la Collection a questa rete di ‘artigiani del gusto’, chef indipendenti, che condividono gli stessi valori e mettono la loro esperienza al servizio dei loro ospiti. La costante affermazione dell’ospitalità italiana all’interno della Collection e la sempre maggiore importanza delle esperienze gourmet che il nostro paese è in grado di offrire alla clientela internazionale sono infatti la conferma dei valori che Châteaux & Hôtels Collection porta avanti. Dormir bene vuol dire anche mangiar bene, e se questa complementarietà è regola all’interno della Collection, è altrettanto certo che nessuna struttura è uguale a un’altra, ma assieme formano un unicum ove vivere esperienze diverse, entusiasmanti, nello charme degli ambienti e nell’ospitalità calda e sincera. *** Fondata nel 1975, Châteaux & Hôtels Collection ha l’ambizione di diventare il punto di riferimento per i viaggiatori di tutto il mondo nella scelta di hotel di charme e ristoranti gourmet in Europa. Fanno parte della Collection circa 500 indirizzi esclusivi, principalmente in Francia e in Italia. Presieduto dal 1999 da Alain Ducasse, il brand riunisce ristoratori e albergatori indipendenti, appassionati e moderni, desiderosi di accogliere gli ospiti nelle loro maison e trasformare un semplice momento in una vera esperienza. www.chateauxhotels.it


[M.V. Anno X - Nr 1217 del 17.10.2016] | News Italia

wedding tourism


Alla domanda estera in costante crescita Italy Inspires risponde con le nostre eccellenze in tutti gli ambiti del wedding tourism: non solo ospitalità ma altri 45 settori rappresentano l’indotto dell’industria del matrimonio in grado di beneficiare di un primato incontrastato per il bel paese.


Italy Inspires, un marchio evocativo per il nuovo progetto che intende lanciare il nostro Paese sui mercati internazionali come destinazione privilegiata per matrimoni di grande lusso.

 

L’idea è nata a un’affermata professionista del settore, Andrea Naar Alba, libanese d’origine, sudamericana di nascita, italiana di formazione e londinese oggi. La sua pluriennale esperienza, maturata in Italia, nell’organizzazione di matrimoni di alta gamma e l’ampia conoscenza della domanda internazionale l’hanno portata a individuare la sua nuova mission: ‘promuovere le eccellenze dell’industria del wedding italiano presso i key player esteri per nozze milionarie’ “Il wedding tourism è un comparto che genera una spesa 3 volte superiore al turismo di vacanza – 6 volte di più nell’ambito del lusso – e che crea affezione negli sposi e nella famiglia e genera passaparola tra gli amici” afferma Andrea. Obiettivo di Italy Inspires è infatti quello di diventare punto di riferimento tra la più qualificata domanda wedding internazionale e la migliore offerta italiana. Ed ecco quindi che si rivolge ai professionisti di tutto il mondo – sono loro che nelle nozze milionarie si occupano di tutto - per invitarli a conoscere direttamente questa straordinaria offerta, prendendo parte al suo piano di eventi organizzati nel corso dell’anno: - Internatinal road show: iniziative rivolte alle future coppie per far conoscere un po’ di ‘fascino Italia’ durante mostre e fiere del wedding e del turismo; - Biz lounge: eventi formativi nelle diverse particolarità del settore; - The Conference: l’evento annuale più importante che vedrà la partecipazione dei più autorevoli professionisti del matrimonio mondiale per testare di persona il meglio dell’offerta e dei servizi che l’Italia è in grado di destinare ai loro clienti per nozze da sogno. Il primo di questi eventi si svolgerà il 5-6-7 ottobre prossimi presso Il Castadiva Resort & Spa sul lago di Como affascinante struttura d’eccellenza dell’ospitalità italiana e affiliata a Small Luxury hotels of the world - e sarà una Biz lounge curata da Karen Tran, designer floreale di fama internazionale, che a una platea di wedding professionals provenienti da tutto il mondo presenterà le ultime tendenze nella progettazione floreale più accurata e raffinata, corollario primario nella messinscena di matrimoni spettacolari. www.italyinspires.com


[M.V. Anno X - Nr 1207 del 27.09.2016] | News Italia

Albergabici.it


il portale di FIAB per le strutture ricettive “amiche della bicicletta” che vogliono farsi conoscere dal popolo dei ciclo-viaggiatori.


Adesioni aperte fino al 15 febbraio 2016 Albergabici.it: il portale di FIAB per le strutture ricettive “amiche della bicicletta” che vogliono farsi conoscere dal popolo dei ciclo-viaggiatori. • Ben rappresentata, tra le oltre 1000 strutture presenti nel sito, la ricettività a due ruote delle regioni Veneto (130), Lombardia e Toscana (85 ciascuna), Piemonte e Emilia Romagna (70 ciascuna). Al Sud, la Puglia conta ben 60 strutture ricettive Albergabici. • Da quest’anno chi entra in Albergabici può aderire anche CIAB, il Club Imprese Amiche della Bicicletta che permette di assicurare con la “RC bici” ai clienti che noleggiano biciclette presso la struttura ricettiva. Milano, gennaio 2016 - Le strutture ricettive italiane “amiche della bicicletta” hanno tempo fino a metà febbraio per aderire ed entrare nel catalogo di Albergabici.it, il motore di ricerca in tre lingue gestito da FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta, nato nel 2003 con l’obiettivo di segnalare ai turisti sulle due ruote hotel, agriturismi, bed & breakfast, pensioni, campeggi, rifugi montani, ostelli, residence e alberghi diffusi che garantiscono un’accoglienza dedicata ai clienti in bicicletta. Il cicloturismo, insieme al ciclo-escursionismo, è un fenomeno in forte espansione e rappresenta una vera opportunità per le strutture ricettive di ogni tipo. La sola FIAB, attraverso le oltre 150 associazioni presenti in tutta la penisola, muove ogni anno oltre 130.000 persone in gite e vacanze in bicicletta che prevedono almeno un pernottamento fuori casa. Senza contare chi parte individualmente per una vacanza slow sulle due ruote e i tanti ciclisti stranieri che amano pedalare lungo gli itinerari di casa nostra. A confermare questa tendenza, anche il questionario* lanciato da Albergabici.it verso tutte le strutture ricettive che si sono registrate al sito negli ultimi due anni, alle quali è stata chiesta la percentuale dei clienti che usano la bicicletta durante il soggiorno. Delle 833 realtà che hanno risposto, quasi il 45% ha una presenza di ciclisti tra il 10 e il 30% sul totale degli ospiti e quasi due alberghi su dieci superano addirittura, durante l’alta stagione, il 40% di presenze "ciclistiche". “Albergabici è perciò il portale degli hotel delle strutture ricettive che conoscono già il potenziale del cicloturismo e che, sul territorio, sono il punto di riferimento dei viaggiatori in bicicletta – commenta Michele Mutterle, segretario organizzativo di FIAB e responsabile di Albergabici, che aggiunge - Chi decide di intraprendere una vacanza in bici valuta con grande attenzione la possibilità di alloggiare in strutture accoglienti, con un ricovero garantito per le biciclette e una serie di servizi accessori necessari a chi si muove senza un grande bagaglio al seguito”. Le strutture ricettive interessate a farsi conoscere trovano i dettagli e i moduli delle due formule di adesione possibili, nella sezione “diventa un Albergabici” sul portale Albergabici.it : - iscrizione "base" al costo di 30 euro annuali che dà diritto alla presenza sul motore di ricerca Albergabici.it con una propria scheda informativa (completa di 10 immagini e mappa) e alll'abbonamento a BC, la rivista della FIAB; - iscrizione come struttura ricettiva attestata "amica della bicicletta" (costo annuale di 60 euro + 1 euro per ogni camera) che prevede, oltre alla presenza su Albergabici.it e all'abbonamento alla rivista BC, anche l'inserimento nell'Annuario Albergabici 2016 stampato da FIAB in 30.000 copie e distribuito attraverso le associazioni locali, ai soci FIAB, alle fiere di settore e altre innumerevoli manifestazioni che hanno la bicicletta per protagonista. Per questa iscrizione il termine è il 15 febbraio 2016. Chi vuole essere presente in Albergabici come struttura ricettiva "amica della bicicletta" deve garantire ai clienti sulle due ruote alcuni "servizi di base" come: la possibilità di pernottare anche per una sola notte; un ricovero coperto e sicuro per le bici; un kit base per le riparazioni; un luogo adatto per lavare e asciugare gli indumenti e le attrezzature tecniche; mappe dei migliori itinerari ciclabili della zona; indicazioni dei negozi di bici e officine specializzate nelle vicinanze; e proporre una sostanziosa colazione con alimenti adatti all'attività fisica. Ogni hotel, b&b o agriturismo può, naturalmente, offrire altri servizi dedicati, che verranno segnalati nella scheda tecnica di riferimento sia sul sito sia sull'annuario. Da quest’anno, inoltre, tutte le strutture Albergabici hanno la possibilità di aderire anche a CIAB, il Club delle Imprese Amiche della Bicicletta, che permette di assicurare con la "RC Bici" sia i propri dipendenti sia tutti i clienti che affittano o noleggiano una bicicletta presso la struttura ricettiva. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito www.ciab.it Per maggiori informazioni: www.albergabici.it o contattando Michele Mutterle, responsabile servizio Albergabici di FIAB, info@albergabici.it - 339 7007544 (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 16:00). www.fiab-onlus.it Ufficio Stampa FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta – www.fiab-onlus.it Dragonetti&Montefusco Comunicazione T 02 48022325 - ufficio-stampa@fiab-onlus.it Annachiara Montefusco - M 339 7218836 – montefusco@dragonettimontefusco.com Monica Macchioni – M 3441447050 – macchioni@dragonettimontefusco.com * Dettaglio risultati Questionario 2015 condotto da FIAB presso le strutture Albergabici. DOMANDA: "Quanti vostri clienti in percentuale usano la bicicletta durante il soggiorno presso la vostra struttura?" CLIENTI CHE USANO LA BICI N. ALBRGABICI RISPONDENTI PERCENTUALE SUL TOTALE pochi 128 15,4 Meno di 5 81 9,7 circa 5 104 12,5 circa 10 134 16,1 circa 20 113 13,6 circa 30 126 15,1 circa 40 74 8,9 più di 50 73 8,8 Totale complessivo 833 strutture ricettive


[M.V. Anno X - Nr 1052 del 04.02.2016] | News Italia

A Siena rivive il Mercato nel Campo


due giorni sospesi nel tempo per gustare i sapori di ieri e di oggi


SIENA. Tutto pronto a Siena per l’edizione 2015 del Mercato nel Campo, in programma sabato 5 e domenica 6 dicembre in Piazza del Campo. Due giorni per rivivere l’atmosfera dello storico “Mercato Grande”, che si svolgeva una volta a settimana nella Siena del XIII secolo, con l’esposizione dei prodotti tipici dell'agricoltura, dell'artigianato e della manifattura. Oltre centocinquanta banchi, allestiti nella suggestiva conchiglia del Campo di Siena, metteranno in mostra i migliori prodotti dell'enogastronomia e dell'artigianato per dare vita a un appuntamento unico, sulle tracce di quanto avveniva nel Medioevo. Nei due giorni di Mercato, Siena ospiterà anche un ricco cartellone di eventi dedicati al gusto con laboratori, show cooking, attività per bambini, musica, teatro e letteratura. Il Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico, in Piazza del Campo, ospiterà “Vinarte” per farsi tentare dai punti degustazione allestiti nella lounge area con le migliori eccellenze vinicole delle Terre di Siena. Non mancherà l’allegria e l’arte grazie alle improvvisazioni teatrali in stile medievale e giullaresco di Aresteatro con Francesco Burroni. In mostra le eccellenze del Made in Italy. Curiosando tra i banchi del Mercato, i visitatori potranno trovare e gustar dai salumi alla pasta fresca; dai formaggi all'olio; dal miele allo zafferano; dai dolci tipici, come i ricciarelli, i cavallucci e il panforte al cioccolato, fino alle mandorle, alle erbe aromatiche, alla frutta e alla verdura di stagione. Per gli amanti dell'arte e dell'antiquariato, il Mercato propone, tra l'altro, oggetti esclusivi, come i libri e i disegni sull'arte e la storia locale, i manufatti di cartotecnica, oggettistica in vetro fusione, complementi in ferro battuto, bigiotteria in pietre dure e argento e ceramiche artistiche dipinte a mano. Tra i banchi non mancheranno, in vista delle Feste, articoli da regalo, per il presepe e per i decori natalizi. Per chi è a caccia di regali originali, il mercato ospita i migliori manufatti realizzati da artigiani provenienti da tutta Italia e i più golosi potranno assaggiare i migliori prodotti della tradizione culinaria del nostro Paese. Un vero e proprio tuffo nel medioevo che porterà turisti e cittadini a osservare dal vivo le lavorazioni a mano, curate dagli artigiani presenti in Piazza del Campo, impegnati nella rilegatura dei libri, nella lavorazione della lana, nella tessitura con gli antichi telai e nel restauro di mobili. "Il Mercato nel Campo" è un'iniziativa del Comune di Siena, in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio, Cia, Coldiretti, Unione Agricoltori provinciale, Cna, Confartigianato, con main sponsor Banca Monte dei Paschi di Siena. Il Mercato nel Campo fa parte del cartellone di eventi “Tutto il Natale di Siena”, promosso dal Comune di Siena – Assessorato al turismo, con il contributo di Banca Mps.Per informazioni e aggiornamenti è possibile seguire la Pagina Facebook Mercato nel Campo, il Profilo Twitter, il canale YouTube e Instagram.


[M.V. Anno X - Nr 1021 del 20.11.2015] | News Italia

una grande stagione turistica per la Puglia


PUGLIA: LA PIU' AMATA DAGLI ITALIANI


Si annuncia una grande stagione turistica per la Puglia, con dati superiori alla media nazionale. Stando alle rilevazioni dell'Osservatorio regionale su turismo, nel mese di maggio 2015 gli arrivi sono stati del 7,4% in più e le presenze di un 10% maggiori rispetto a maggio 2014 e per il mese di giugno si parla di un + 2% degli arrivi e + 4% delle presenze.

 

Secondo il direttore di Puglia Promozione Giancarlo Piccirilo, i dati di Booking.com diffusi nei giorni scorso confermano il grande appeal della Puglia. E' importante aver guadagnato un posto importante in un settore come questo, ora è necessario stabilizzare la posizione e fornire al settore gli strumenti necessari per una maggiore efficienza – sostiene Piccirillo. Insomma, è boom, la Puglia si colloca al terzo posto tra le regioni italiane ed è apprezzata e scelta per il mare, le spiagge, le città le bellezze architettoniche. Quanto alle prenotazioni on line, in base ai dati forniti da Booking.com, la regione è in testa. "E' un trend molto positivo, è la migliore performance d'Italia" – conferma il Regional Director di Booking.com Andrea D'Amico. Google dal canto suo ha indicato l'Associazione "Puglia Vacanze" al secondo posto nel summer trend, mentre Tripadvisor e Hoteltrivago la indicano come regione più ricercata dagli italiani. Il commento del General Manager Vestas Hotels & Regosts Giuseppe Mariano: "Per il Gruppo Vestas Hotels & Resorts Booking.com e’ un partner importante da molti anni e ci avvaliamo dei loro consigli commerciali aderendo alle loro promozioni e azioni di marketing per il territorio con le nostre strutture".


[M.V. Anno X - Nr 974 del 03.08.2015] | News Italia

Illuxit è una realtà imprenditoriale affermata


Intervista a un affiliato dell’impresa di pompe funebri Illuxit in franchising a Riva del Garga


Illuxit è una realtà imprenditoriale affermata, che opera da decenni nel settore delle onoranze funebri. Offre un servizio completo e professionale, innovativo e al passo coi tempi. Inoltre, grazie al volume di acquisti e alla fiducia guadagnatasi negli anni con i vari fornitori, riesce a proporre prezzi inferiori alla media di mercato e, a sua volta, permette agli affiliati di avere spesso la meglio sulla concorrenza.

 

Tutto questo, unito al fatto che parliamo comunque di un settore che “non conosce crisi”, spinge molte persone ad aprire un’agenzia in franchising. Di seguito l’intervista all’amministratore dell’agenzia “Il Crepuscolo”, agenzia affiliata di Illuxit a Riva del Garda, che ci racconta come e perché abbia intrapreso questo percorso all’interno della rinomata società di pompe funebri: D: Da cosa è scaturito il desiderio di inserirsi in questo settore imprenditoriale? R: La risposta a questa domanda non può che rifarsi al contesto socio-economico del momento; una situazione che non riguarda più solo il singolo individuo bensì l’intera collettività. Una contingenza nella quale l’unico spiraglio di un’opportunità di business riguarda un settore che “…non conosce crisi”, ed inoltre fornisce un contatto umano ormai perso nel tempo, dove la sensibilità e la professionalità potrebbero ancora determinare una differenza. D: Ha dei soci o è proprietario individuale dell’agenzia? R: Quest’attività non è un’esperienza individuale, ma una società in nome collettivo. Presenti come soci siamo io e mia moglie, inserendo poi dei collaboratori. D: Come è avvenuto il contatto con la società direzionale di Illuxit? R: Osservando con cura ed attenzione la situazione contingente del nostro Paese, analizzando molti aspetti da quelli culturali sociali ed economici, utilizzando come strumento di ricerca Internet, sono venuto a conoscenza di questo progetto di franchising. Interessante ed accattivante nel suo brand, mi ha incuriosito, rivolgendomi così al Responsabile Marketing Dott. Lorenzi. La professionalità, la disponibilità e l’attenzione mostrata nei miei confronti, mi ha spinto ad approfondire la conoscenza di questo progetto…perciò eccomi qui. D: Che attività svolgeva prima di intraprendere questo lavoro? R: Questo lavoro non sostituisce l’attuale, in quanto l’attività di investigazione privata e commerciale, nonché i servizi di gestione del credito, rimangono sempre attivi. Professione che ci consente di studiare con attenzione ogni minimo cambiamento sia a livello economico che sociale e che ci ha insegnato soprattutto a comprendere e valutare le persone che ci sono di fronte, solo ascoltando i loro problemi e le loro vicissitudini. Questo tipo di background sociologico certamente ci potrà aiutare a svolgere questa nuova attività, in maniera più efficace, sensibile ed attenta. D: Dove si trova la Sua agenzia affiliata e com’è strutturata? R: Il punto Illuxit si trova a Riva del Garda (Tn) in V.le Martiri XXVIII Giugno n° 11 ed ha un punto luce anche a Fiavè (Tn) in Via Martiri della Resistenza n°1. La decisione di scegliere queste due ubicazioni nasce dal fatto che le esigenze territoriali della zona sono molto particolari, essendo comuni numerosissimi ma scarsamente popolati. I punti saranno ovviamente gestiti e condotti personalmente da me e mia moglie, utilizzando dei collaboratori per poter gestire nel migliore dei modi anche la realtà delle Valli Giudicarie, dove è sito il punto di Fiavè, sede legale della società. D: Sono previsti degli appositi corsi di formazione e di aggiornamento? R: Consideriamo la formazione ed i corsi di aggiornamento assolutamente necessari per poter svolgere un lavoro così delicato, ed al tempo stesso sempre in continua evoluzione, visto che si tratta di una professione che riveste anche un aspetto sociale. Ecco perché è nata le decisione di rivolgersi ad un progetto di franchising, che riesca a supportare questo tipo di esigenze. D: Un commento sull’attuale mercato di settore a livello nazionale. R: Ritengo di non poter esprimere giudizi nei confronti di un settore, di cui abbiamo ancora solo una conoscenza marginale. Senz’altro la nomea di alcune agenzie funebri ha contribuito ad accrescere nelle persone una naturale diffidenza ed avversione nei confronti degli imprenditori del settore. Mentre la professionalità di altre ha reso questa figura particolare, senz’altro più apprezzabile. E’ comunque un settore poco incline ai cambiamenti e ritengo quindi che la presenza di persone che provengono da esperienze lavorative diverse, possa favorire l’idea di novità e professionalità nella consapevolezza comune. D: Una curiosità: se dovesse pensare di aprire un’altra agenzia Illuxit in franchising in un Paese estero, dove si orienterebbe e perché? R: L’attuale realtà economica nazionale ed internazionale rende questa valutazione molto difficile. Sicuramente per il tipo di servizio offerto bisognerebbe valutare dei Paesi simili al nostro per tradizioni e cultura e sostanzialmente non troppo lontani; ovviamente la Spagna e la Grecia, sarebbero da considerarsi ideali candidati, ma la loro economia non favorisce alcun tipo di investimento. I Paesi dell’Est potrebbero essere un mercato appetibile, ma sostanzialmente povero e conflittuale. Quindi potrei suggerire realtà come la Germania, l’Austria, la Svizzera, la cui economia potrebbe avvantaggiare un possibile investimento ed i cui Governi riescono a garantire una certa stabilità, bene importante e introvabile in questo periodo.


[M.V. Anno X - Nr 932 del 14.04.2015] | News Italia

Nuovo super telescopio


Nuovo super telescopio presso l’osservatorio astronomico di Basovizza; l’ultimo grande sogno di Margherita Hack si realizza


Sta per diventare realtà l'ultimo sogno dell'esimia scienziata astrofisica Margherita Hack, indimenticabile donna e professionista scomparsa nel 2013. A darne l'annuncio è l'associazione Margherita Hack nella persona del presidente, il manager produttore Salvo Nugnes, legato da profonda amicizia con la Hack, che nel 2014 ha istituito in omaggio commemorativo la prima edizione del premio internazionale Margherita Hack per celebrarne il ricordo indelebile nella memoria collettiva nell'anniversario di un anno dalla morte.

 

Nugnes spiega "Nella succursale di Basovizza dell'osservatorio astronomico sarà installato un nuovissimo telescopio, che andrà a completare la cupola ristrutturata di urania carsica. Così potrà riprendere l'intensa divulgazione di un centro. Che tra il 1998 e il 2010 ha contato oltre ventimila visitatori provenienti da tutto il mondo. Si tratta di un'operazione da 250mila euro, frutto di una donazione consistente, fatta da una generosa benefattrice inglese, che realizza concretamente l'ultimo grande sogno di Margherita.

 

Un gesto davvero encomiabile, che porterà benefici collettivi consistenti e perpetrabili nel tempo". E proseguendo sottolinea "L'attività didattica era stata forzatamente interrotta e le osservazioni della volta celeste erano state bloccate a causa di gravi problemi tecnici e a seguito di infiltrazioni d'acqua piovana. Il centro di urania carsica riprenderà quindi a funzionare a pieno ritmo entro la fine di febbraio 2015 con un nuovo nome ufficiale in onore a margherita. Si chiamerà infatti -specola Margherita Hack-. Verrà creato all'interno un corposo allestimento espositivo della mostra storica, che raccoglie strumenti, testi e informazioni su 250 anni di astronomia a Trieste, a partire dal 1750 e un mega schermo televisivo collegato in rete e al computer consentirà presentazioni e seminari in differita".


[M.V. Anno X - Nr 894 del 02.02.2015] | News Italia

spettacolari creazioni custodite in 1100 metri quadrati


Piazza Sette Settembre a Napoli: Vendesi lo storico Palazzo Doria D’Angri, dimora di straordinarie e storiche creazioni


Chi entra nel nobile Palazzo Doria D'Angri nella rinomata Piazza Sette Settembre viene da subito conquistato dalle spettacolari creazioni custodite in 1100 metri quadrati di superficie e frutto dell'abile lavoro compiuto da illustri professionisti dell'epoca. È stato edificato e decorato ad opera di nomi di spicco, tra cui gli architetti Luigi e Carlo Vanvitelli, Alessandro e Fedele Fischetti, Gennaro Fiore, Angelo Viva, Girolamo Starace, Costantino Desiderio, Francesco Longhetti, Giacinto Diano che hanno congiuntamente fornito il loro pregevole supporto anche nel progetto ideativo e realizzativo della Reggia di Caserta. Nel salone degli specchi si può ammirare l'affresco "L'allegoria dell'aurora" sulla volta del boudoir in ornati di stucco in oro zecchino, mentre al primo piano nobile risalta con luminosa radiosità l'affresco "L'allegoria con Mercurio, la Sapienza e la Poesia" insieme alle suggestive cariatidi di stucco. Il Palazzo gode di un'ubicazione privilegiata e di nevralgica centralità, in quanto è vicinissimo alla Piazza del Gesù, al Teatro San Carlo, al Palazzo Reale, alla Chiesa di Santa Chiara, allo storico bar Gambrinus. Può essere concepito con una versatile funzionalità di fruizioni. Infatti, è predisposto al meglio per accogliere iniziative importanti private e di portata pubblica e istituzionale, in quanto può essere utilizzato come sede di accademie e università, manifestazioni congressuali di varia tipologia, esposizioni artistiche e museali, caffè letterario con annessa biblioteca, nonché cerimonie ed eventi più intimi. Sono presenti nove stanze dalla raffinata eleganza con bagni annessi, per garantire un alloggio di extra confort, che unisce gusto antico a design di moderna efficienza. Al Palazzo si connette un episodio epocale tramandato nei secoli, poiché il 7 Settembre 1860 Giuseppe Garibaldi dal balcone principale antistante la piazza omonima ha fatto il discorso di proclama ufficiale sull’Unità d’Italia, decretando l'annessione del Regno delle due Sicilie allo Stato italiano appena fondato. Un famoso dipinto del periodo intitolato "Ingresso di Garibaldi a Napoli il 7 settembre 1860" fatto da Wenzel Franz resta a testimonianza simbolica, immortalando Garibaldi con il Palazzo che si staglia in tutta la sua vibrante maestosità e consacrandone l'immagine alla storia del paese e alla memoria collettiva.


[M.V. Anno X - Nr 881 del 14.01.2015] | News Italia

autografi vip su tavolette d'argilla


Milano Art Gallery: apre l’esposizione della collezione più grande al mondo di autografi vip su tavolette d'argilla


Si è svolto con notevole richiamo d'interesse il vernissage della mostra "Autografi d'arte" in data Sabato 6 Dicembre, svoltosi nello storico contesto della galleria milanese "Milano Art Gallery" in via Alessi 11. L'esposizione organizzata dal manager produttore Salvo Nugnes, resterà allestita in loco fino al 19 Dicembre 2014 ed è visitabile con ingresso libero al pubblico.

 

Sono visionabili le firme autografe d’importanti personaggi e vip del panorama attuale, apposte su speciali tavolette d'argilla di originale creazione artigiana: da Napolitano a Papa Ratzinger, da Obama a Sting, da Zucchero a Fiorello, da Albano a Claudia Cardinale, da Uto Ughi a David Beckham e molti altri, che hanno accettato di imprimere la loro firma con un metodo speciale ideato dal talentuoso artista Gianni de Girardi, che vanta al suo attivo più di mille autografi illustri raccolti in giro per il mondo e accuratamente conservati e custoditi.

 

La giornalista curatrice d'arte Elena Gollini nel commentare le peculiari connotazioni di questa pregevole collezione artistica spiega "La storia insegna e soprattutto si ripete. Infatti, da sempre l'argilla è considerata un materiale molto duttile e versatile per la lavorazione artistica, facile da modellare, forgiare, incidere. Inoltre, da sempre è anche simbolo di una tradizione amanuense di radice ancestrale, che si tramanda fin dalla notte dei tempi attraverso le tavolette d'argilla e cera, utilizzate dagli antichi scribi egizi, sumeri, ebraici e romani. Dunque ha rappresentato un prezioso materiale di riferimento sul quale la nostra storia antica si è potuta conservare e tramandare nei millenni.

 

De Girardi ha scelto proprio l'argilla per rendere indelebili e incancellabili i prestigiosi autografi dei tantissimi nomi di spicco, che ha intercettato negli anni, componendo una collezione davvero sui generis e da autentico guinness dei primati". E prosegue sottolineando "Anche la particolare tecnica da lui utilizzata è davvero unica ed esclusiva. Infatti, al posto delle normali penne, che ovviamente non possono funzionare sull'argilla, ha pensato di servirsi di stanghette per occhiali come strumenti d'incisione più efficaci. Le piastrelle hanno tutte dimensione standard di 30x20 cm.

 

Dopo aver recuperato la firma vip sulla creta mantenuta costantemente umida, la ripone in un apposito cofanetto in legno di sua creazione e successivamente la inforna in cottura per 36 ore per poi ricollocarla nel cofanetto personalizzato, che ne mantiene perfettamente l’integrità. Questa procedura elaborativa così doviziosa dimostra l'appassionato impegno e la forte dedizione dell'artista, che non tralascia neanche il minimo dettaglio per garantire la miglior riuscita progettuale ed esecutiva delle sue creazioni d'arte".

 


[M.V. Anno X - Nr 874 del 11.12.2014] | News Italia

Quali sono i migliori pneumatici invernali di questa stagione?


Gomme-auto.it, shop online specializzato nella vendita di gomme auto, ha scelto per voi, alcuni dei migliori pneumatici disponibili nella stagione invernali 2014/2015.


Perché calzare pneumatici invernali?
Intanto, esiste un’ordinanza che stabilisce la necessità di dotarsi di mezzi idonei a confrontarsi con l’inverno e le sue particolari condizioni.

 

Dal 15 novembre scorso, e fino al 15 aprile 2015, dovremo calzare le gomme termiche o scegliere di avere a bordo mezzi antisdrucciolo omologati, ovvero le catene da neve. In linea generale, meglio dotarsi di pneumatici invernali in quanto, rispetto a quelli estivi, hanno un comportamento adeguato alle basse temperature. Infatti, la loro mescola, ricca di silice, permette alla gomma di aderire alla pavimentazione favorendo un buon grip e riducendo gli spazi di frenata.

 

Vi ricordo, anche, che le gomme invernali si distinguono per il simbolo che portano sulla spalla: M+S per essere in regola con la normativa italiana; 3PMSF, ovvero il Fiocco di Neve, se desiderate accordarvi con quanto stabilito dal nuovo regolamento europeo per gli pneumatici invernali “veri”. Se decidete di andare all’estero, controllate quale simbolo è richiesto nel paese che visiterete. Fatte le premesse, quali pneumatici invernali acquistare? Ne abbiamo scelti 10 per voi di cui vi diamo una breve descrizione. Continental ContiWinterContact TS 850: vincitore assoluto nei test condotti dal Touring Club Svizzero (TCS), in entrambe le dimensioni testate, con la menzione di “altamente raccomandato”.

 

Questi pneumatici si raccontano da sé e accompagnano saldamente durante tutta la stagione. Dunlop SP WinterSport 4D: progettato per le auto ad alte prestazioni, offre un’aderenza molto alta ed una grande maneggevolezza. Il TCS ha riconosciuto le performance nella dimensione 195/65 R15 91 T con il giudizio di “altamente raccomandato”. Dunlop SP WinterResponse 2: progettato per le city car o auto di piccole/medie dimensioni per un “urban style” inconfondibile. Il TCS ne ha riconosciute le capacità nella dimensione 175/65 R14 82 T con il giudizio di “altamente raccomandato”.

 

Sempre nella dimensione 175/65 R14 82 T, si sono distinti gli intramontabili Michelin Alpin A4 con la valutazione di “altamente raccomandati”. Versatili e capaci su tutti i fondi, anche queste gomme sono in grado di accompagnare senza sbavature lungo tutto il periodo invernale. Menzione di “consigliato”, invece, per i Michel Alpin 5 nella dimensione 195/65 R15 91 T, caratterizzati da un nuovo disegno del battistrada, una nuova mescola morbida ed una nuova struttura per garantire le massime prestazioni nel periodo invernale. Parliamo ora di Nokian, la casa finlandese specializzata nella produzione di pneumatici invernali. Da menzionare Nokian WR D3, per auto familiari e di piccole/medie dimensioni, questo pneumatico pluripremiato, interpreta al meglio il connubio tra alte performance e prezzo competitivo.

 

Davvero da provare negli inverni continentali. Ancora dalla Finlandia, il vincitore assoluto nel suo settore: Nokian WR SUV 3. Imbattibile su ghiaccio e neve. Bridgestone Blizzak LM001: “altamente raccomandati” dal TCS che li ha testati nella misura 195/65 R15 91, questi pneumatici invernali si rivelano molto innovativi sia per quel che riguarda la mescola che per il design del battistrada. Per un grip assicurato. Semperit Speed-Grip 2: altamente performanti, queste gomme termiche sono studiate per auto veloci e sportive.

 

“Altamente raccomandate” dal TCS. Semperit è un marchio di casa Continental. “Consigliati” dal TCS, in ultima posizione troviamo una cinese che si sta facendo strada in Europa sotto il marchio GT Radial Champiro Winterpro. Questi pneumatici offrono buone prestazioni per le condizioni tipiche dell’inverno ad un prezzo decisamente competitivo.

A voi la scelta!


[M.V. Anno X - Nr 874 del 11.12.2014] | News Italia
Pubblicità