Notizie Turismo, News , Tempo libero, Cronache internazionali - Master Viaggi online

NOTIZIE TURISMO, NEWS, TEMPO LIBERO, TRASPORTI, CRONACHE INTERNAZIONALI

ANNUNCI GRATUITI
M.V. Anno X - Nr 1473 del 15.03.2019

La sciagura occorsa al Boeing 737 Max sta sollevando diverse problematiche relative al software di bordo.

M.V. Anno X - Nr 1473 del 15.03.2019

Programmi sempre più sofisticati sono già in grado di sostituire il pilota alla guida di auto, treni e aerei per evitare ''l'Errore Umano'' .. ma se a sbagliare è il computer l'uomo può ancora intervenire?

cabina pilotaggio

E' giusto porsi delle domande quando precipita un aereo nuovo con alla cloche un pilota di lunga esperienza, o quando un altro scompare senza lasciare tracce dietro di se.

 

Per debellare la possibilità di dirottamenti il controllo di un aeromobile può essere assunto a distanza, da terra, impedendo così a chi è a bordo (terrorista o pilota sotto la minaccia delle armi) qualsiasi iniziativa scellerata quale il cambio di rotta o un'azione da kamikaze.

Quindi già oggi la teconologia consente di tramutare in un Drone un aereo di linea anche se a bordo è previsto l'equipaggio di cabina.

Interessante  quindi la Safety Newsletter 11/2019 odierna pubblicata dal sito www.air-accidents.com che, qui a seguire, riportiamo integralmente:

 

CHI PILOTA L’AEREO, IL COMPUTER O L’UOMO?

 

Non è la prima volta che le autorità ordinano di non far volare un certo tipo di aereo.
Era accaduto nel 1979 con il trireattore DC10 dopo un incidente costato la vita a 273 persone.
Mentre l'aereo della American Airlines stava decollando per Los Angeles, un problema al motore provocò lo schianto a terra che causò anche due vittime fra gli abitanti del quartiere limitrofo all’aeroporto di Chicago O’Hare.
L'inchiesta sull'incidente stabilì poi che la sciagura era il risultato di problemi di manutenzione rispetto al montaggio del motore, ma la macchina della Douglas non aveva alcun problema strutturale. Si trattò quindi di un ordine prematuro quando ancora l’indagine non si era conclusa.
Da ricordare che la McDonnell Douglas costruttrice di quell’aereo si è poi fusa con Boeing nel 1997.

 

Nel 1998, la FAA ordina la messa a terra dei Boeing 737 dopo che le ispezioni condotte avevano riscontrato danni al cablaggio della pompa del carburante in alcuni dei velivoli.
La direttiva comportò la cancellazione di migliaia di voli. Circa 179 dei 1.100 Boeing 737 che erano in servizio nei vettori Usa ne vennero colpiti.
Nel novembre del 2010 la Qantas decise autonomamente di mettere a terra la sua flotta di Airbus 380 dopo che si era verificato uno spettacolare guasto ai motori.
Nel 2013, la Federal Aviation Authority proibì il volo di tutti i Boeing 787 in seguito a una serie di incendi a bordo (impianti elettrici al litio). La decisione della messa a terra venne presa immediatamente dopo un incidente in Giappone. Un altro problema con la batteria si era verificato a Boston, sempre nel 2013.

Va notato che questi incidenti non provocarono alcuna vittima.
I guasti alle batterie erano da imputare agli ioni di litio che rilasciavano, in determinate condizioni, elettroliti infiammabili producendo danni da calore e fumo. Questa nel tempo è la più recente messa a terra di un tipo di aereo. Il 787 dreamliner riprese a volare dopo che furono apportate le opportune variazioni.

 

E così arriviamo all’odierno caso dei 737MAX di cui abbiamo già svelato i retroscena della certificazione tendente a farlo passare per una macchina pilotabile senza particolari addestramenti aggiuntivi da chi già portava i 737, mentre in realtà non era proprio così che stavano le cose. (1)
Circa quest’ultimo blocco dobbiamo evidenziare un particolare su cui val la pena riflettere.
Finora i divieti di volo avevano riguardato difetti, o presunti tali, (2) che chiamavano in causa vizi strutturali della macchina, dei suoi componenti meccanici (3) o della motoristica.
Oggi, all’indomani dell’ordine dato dal Presidente degli Stati Uniti di mettere a terra i 737MAX la Boeing ha emesso un comunicato nel quale precisa che la compagnia procederà alla immediata revisione e correzione del software MCAS.
Riflettiamo attentamente su questa affermazione perché essa riporta in ballo un nervo scoperto nella safety aeronautica: la interrelazione uomo-software nella corretta conduzione di un velivolo.

 

E su questo argomento dobbiamo ricordare ai lettori che non è affatto la prima volta che avvengono incidenti causati dalla non perfetta conoscenza da parte dell’elemento umano del software montato a bordo delegato a guidare il velivolo.

Tristemente famoso nella cronache aeronautiche rimane l’incidente che avvenne il 26 giugno 1988 nei pressi di Mulhouse all’Airbus 320 che era stato consegnato alla Air France appena tre giorni prima e che in pratica fu il primo evento che portò alla luce la criticità del rapporto uomo-software.
A quell’incidente ne seguirono molti altri dove la causa fu quella della scontro fra questi due componenti. Uno degli ultimi che potremmo citare è l’incidente di Air France 447 Rio-Parigi del giugno 2009. Ed ora con il caso 737MAX ritorna nei cieli un dubbio amletico: chi pilota l’aereo, il computer o l’uomo?

 

E’ da attendersi che di fronte alla decisione di mettere a terra i 737MAX sicuramente si scatenerà un polverone dei pro e dei contro e in questo caso specifico dobbiamo annotare come, paradossalmente entrambi le parti in causa hanno ragioni da vendere.
Ripetiamo che se i piloti sono stati addestrati alle caratteristiche innovative di cui il 737MAX è dotato, il volo è sicuro. Il gigante Southwest all’indomani dell’incidente Ethiopian, quando circolavano le prime voci di possibili grounding al 737MAX, ha avvertito che la compagnia con i suoi 34 velivoli MAX aveva effettuato oltre trentamila decolli senza che si fosse mai evidenziato alcun problema.
Se viceversa i piloti hanno la convinzione di guidare una normale versione del 737 il pericolo indubbiamente sussiste e le indagini sui due incidenti, siamo pressoché certi, lo metteranno in luce. E ciò è dovuto al peccato originale con cui questo aereo è nato ovvero, come abbiamo illustrato nella precedente newsletter, il tentativo di bypassare l’obbligo di training aggiuntivo per gli equipaggi chiamati a pilotarlo.

 

Ora dal momento che i passeggeri non possono giocare alla roulette russa allorchè acquistano un biglietto aereo, bene ha fatto il presidente degli Usa a ordinare in via precauzionale la messa a terra anche perché, come abbiamo avuto modo di precisare, due incidenti mortali su 350 velivoli in servizio è un rateo inaccettabile che non può non sollevare dubbi sul fatto che il 737MAX ha qualcosa che va corretto.

 

Antonio Bordoni

 

(1) Vedi nostra newsletter n. 10 del 13 marzo “La verità sul 737MAX”
(2) Precisiamo “presunti tali” riferendoci in particolare all’incidente del 1979 del DC10 American Airlines.
(3) Nel caso delle vecchie versioni di B737 il difetto era proprio di carattere meccanico di un componente.
 


Leggi le altre notizie

4Winds, torna il Tour ''AURORA IN ISLANDA: 1 NOVEMBRE DA ROMA''

[M.V. Anno X - Nr 1492 del 18.05.2019 | Tour operator]

La Danimarca apre la porta delle isole Faroe.

[M.V. Anno X - Nr 1492 del 18.05.2019 | Enti del turismo]

Con ''Spectrum of the Seas'' Royal Caribbean International stupisce ancora.

[M.V. Anno X - Nr 1492 del 18.05.2019 | Tour operator]

Pizza Culture, Il corso dedicato ai pizzaioli professionisti.

[M.V. Anno X - Nr 1492 del 18.05.2019 | Associazioni]

Italiani in Giordania, nel 2019 numeri da record.

[M.V. Anno X - Nr 1491 del 15.05.2019 | Enti del turismo]

4Winds: INDIA, TOUR del RAJASTHAN DI CAPODANNO 2020. Quote da euro 2260.

[M.V. Anno X - Nr 1491 del 15.05.2019 | Tour operator]

Aviosuperficie San Martino a Ceresara (Mantova), 2 giugno 2019, Raduno di aerei storici.

[M.V. Anno X - Nr 1490 del 14.05.2019 | Da visitare, vacanze e tour]

Sperlonga (LT) per un tributo a Giacomo Leopardi.

[M.V. Anno X - Nr 1489 del 13.05.2019 | Enti del turismo]

Prende il via il 13 Maggio la Settimana Verde della UE

[M.V. Anno X - Nr 1487 del 06.05.2019 | News Mondo]

SOCIETA’ NAZIONALE DI SALVAMENTO - GENOVA

[M.V. Anno X - Nr 1487 del 06.05.2019 | Sport]

Tunisair da 50 anni collega Tunisi con l'aeroporto di Monaco.

[M.V. Anno X - Nr 1487 del 06.05.2019 | Aeroporti]

Una guida gratuita per scoprire cibi e vini della provincia di Ferrara.

[M.V. Anno X - Nr 1487 del 06.05.2019 | Enti del turismo]

Air Transat Estate 2019

[M.V. Anno X - Nr 1486 del 02.05.2019 | Aeroporti]

Imparare a camminare usando tutti i cinque sensi con Dario Sorgato.

[M.V. Anno X - Nr 1485 del 30.04.2019 | Da visitare, vacanze e tour]

Equinoxe Yachts: entra in azienda Aldo Tomasina.

[M.V. Anno X - Nr 1484 del 29.04.2019 | Carriere]

Buona Pasqua

[M.V. Anno X - Nr 1483 del 18.04.2019 | Editoriali]

Villa Liz di Varese ottiene il ''Guest Review Award 2018'' e passa al punteggio di 9,7.

[M.V. Anno X - Nr 1482 del 10.04.2019 | Gossip e personaggi]
Pubblicit